Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Quando l'economia americana è fredda, Haiti ha la polmonite

CORONACRISE DI HAITIS: Oggi ad Haiti mancano circa 5900 posti in ospedale per i malati di 19 covidi. Ma il più grande ostacolo è forse quello di convincere la gente che la minaccia della corona è reale.

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Il 7 maggio, il ministro degli Esteri di Haiti, Claude Joseph, lo annunciò con orgoglio Haiti è il paese della regione che ha affrontato crisi covid-19 meglio di tutto. Con solo 151 confermati infetti e 12 morti, può quasi suonare bene. Ma Haiti ha testato solo 1142 dal 12 marzo, e i numeri scuri sono potenzialmente enormi. La vicina Repubblica Dominicana ha riferito all'8 maggio 9095 infetti e 373 morti, ma finora ha confrontato oltre 40.

Una baracca nella baraccopoli

L'allarme è scattato il 7 marzo. L'infezione da Covid-19 è stata rilevata ad Haiti e l'annuncio della chiusura del Paese ha causato il panico tra la gente. Tutte le scuole, università, fabbriche e confini erano chiusi. Le code nei maggiori supermercati sono cresciute rapidamente quel pomeriggio, mentre i prezzi delle merci necessarie sono saliti a una velocità record. La carta igienica e le conserve erano ammassate in grandi SUV e i proprietari del negozio potevano strofinarsi le mani. Per la parte povera della popolazione, la situazione era diversa. È impossibile accumulare qualcosa quando la maggioranza della popolazione di Haiti vive al di sotto la soglia di povertà ($ 2,40 al giorno) e hai a malapena cibo per un pasto quotidiano.

È stato riferito che si dovrebbe rimanere a casa e rispettare le regole della distanza sociale. Non passò molto tempo prima che le regole venissero infrante e il panico si intensificò. Stare a casa semplicemente non può essere fatto quando la tua famiglia dipende dal reddito che guadagni attraverso varie attività di strada: comprare e vendere, scambiare merci, eseguire servizi, raccogliere e portare qualcosa per una moneta se sei fortunato . A casa, troppi sono un capannone nella baraccopoli con un baldacchino, una stanza o forse due; sotto il sole cocente non è possibile rimanere in casa tutto il giorno.

I poveri haitiani che sono ammessi negli ospedali pubblici sono abituati a dover acquistare guanti, siringhe e acqua potabile.

Haiti
Foto: Stoffana St. Clair

L'assistenza sanitaria nei guai prima della pandemia

Il sistema sanitario di Haiti era in grossi guai anche prima di questa crisi. Lo stato spende $ 13 a persona all'anno per l'assistenza sanitaria, significativamente meno della vicina Repubblica Dominicana ($ 180) e Cuba ($ 781). Solo il 4,4 per cento del bilancio nazionale è destinato alla salute (dati della Banca mondiale).

I poveri haitiani che sono ammessi negli ospedali pubblici sono abituati a dover acquistare guanti, siringhe e acqua potabile, cosa che l'ospedale non consente. È stato riferito che i medici e gli infermieri dei più grandi ospedali statali Hôpital d l'Universite d'Etat d'Haiti e Hopital Universitaire de la Paix non osano andare al lavoro al momento, fino a quando non saranno attuate diverse misure di sicurezza e protezione.

È stato istituito un gruppo di esperti, guidato dal Dr. Jean William Pape di fama internazionale, fondatore della Clinica Gheskio, che si occupa e conduce ricerche sull'HIV / AIDS e la tubercolosi, per assistere il governo durante la crisi. "Questo mostro è in movimento qui", dice Pape, "e" se un posto come New York può essere così sopraffatto, come potrà affrontare Haiti? " Il gruppo di esperti prevede che decine di migliaia di persone moriranno nelle prossime settimane e il Paese avrà bisogno di almeno 6000 letti ospedalieri per pazienti covidi-19. Ciò significa una carenza di circa 5900 oggi.

È impossibile accumulare qualcosa quando la maggioranza
vive al di sotto della soglia di povertà e ha a malapena cibo per un pasto quotidiano.

Hai bisogno di sostegno economico

Il piano Covid-19 costerà denaro che Haiti non ha. Avrai bisogno di personale sanitario, dispositivi di protezione, ossigeno e altro ancora. Una stima di $ 30 milioni è stimata per il solo primo mese, mentre il budget sanitario di Haiti è di circa. $ 60 milioni all'anno. Il FMI ha annunciato di sostenere Haiti con $ 111 milioni per aiutare con covid-19 e USAID promette $ 13 milioni.

Inutile dire che è una grande sfida poter attuare le misure necessarie ed è assolutamente necessario il supporto esterno. Tuttavia, il più grande ostacolo è forse quello di convincere la popolazione che la minaccia della corona è reale.

Petitionville. Foto: Stoffana St. Clair
Petitionville. Foto: Stoffana St. Clair

Una bugia alla gente viene servita?

Haiti è il paese in cui teorie della cospirazione, gossip, miti e fatti urbani vanno di pari passo. La popolazione ha una profonda sfiducia nei confronti dei leader politici e di molti haitiani crede che non ci siano covid-19 nel paese, che sia una bugia la gente è servita a dichiarare lo stato di emergenza – e quindi liberare fondi statali che finiscono nelle tasche dei politici. Gli stessi argomenti vengono usati quando si rifiuta di evacuare in previsione di catastrofi naturali previste, come l'uragano Matthew nel 2016, dove la polizia alla fine ha dovuto evacuare molti per salvare vite umane.

Prima di questa crisi del virus, Haiti è stata caratterizzata da disordini e manifestazioni violente che hanno dominato la vita quotidiana nella maggior parte delle principali città del paese negli ultimi 18 mesi. Il governo è accusato corruzione e l'uso illegale della violenza contro i manifestanti. Fornisce un punto di partenza molto scarso per il presidente Jovenel Moise e il suo governo per fornire alla gente consigli e regole rassicuranti per la gestione di covid-19.

Nessun cellulare? Nessun supporto.

Una delle misure adottate dal governo è il pagamento di un sussidio una tantum di 3000 gourde per famiglia, poco meno di 300 NOK. Il denaro viene pagato tramite telefono cellulare e, se non si dispone di un numero di telefono, non si verrà inclusi nello schema. Per 300 corone puoi comprare del riso, dei sacchetti di spaghetti e una lattina di olio per cucinare. Se sei fortunato, c'è cibo per XNUMX-XNUMX giorni per una famiglia media di cinque persone.

Il sostegno monetario da parte di familiari emigrati all'estero ammonta a un terzo del PIL e i maggiori trasferimenti provengono dagli Stati Uniti. Con 30 milioni di nuovi "disoccupati covidi-19" negli Stati Uniti, ciò significherà sicuramente meno soldi per Haiti. L'economista Kesner Pharel dice così: "Quando l'economia americana è fredda, Haiti ha la polmonite". È nelle carte che molti più haitiani moriranno di fame man mano che la situazione si sviluppa.

A casa, troppi sono un capannone nella baraccopoli con un baldacchino – sotto il sole cocente non è possibile rimanere durante il giorno.

Ordine sull'uso della maschera

A partire da maggio, il governo ha ordinato alle persone di indossare una maschera fuori e se infrangerai questa regola, verrai arrestato. Primo ministro Joseph Jouthe giustifica questo "che bisogna arrestare le persone che cercano di suicidarsi". Allo stesso tempo, vi è una grande mancanza di maschere e si fa pressione sull'industria tessile per produrre maschere solo per uso nazionale. È stato vietato esportare maschere fino a quando non si è in grado di soddisfare le proprie esigenze. Ai mercati alimentari è stato ordinato di ridurre gli orari di apertura a tre giorni alla settimana. Il problema è che ci saranno un numero maggiore di clienti nei tre giorni in cui è aperto, e non meno – il che sarà necessario per prevenire l'infezione.

In Norvegia, apprendiamo che la cosa più importante che tutti possiamo e dobbiamo fare per fermare la diffusione dell'infezione è mantenere le distanze e prendersi cura dell'igiene delle mani e della tosse. Ci sono regole semplici da rispettare e le accettiamo perché ci fidiamo degli intermediari di questi consigli. È una questione completamente diversa ad Haiti quando coloro che guidano la popolazione attraverso la crisi sono percepiti come ladri e furfanti – da persone arrabbiate e affamate.

- auto-pubblicità -

Commenti recenti:

Lettera aperta al ministro della Giustizia Monica Mæland

PROTESTA: Cellule regolari e multe altissime sono diventate la risposta dello Stato a una celebrazione pacifica.

Professor Mads Andenæs: "Assange è esposto a diverse violazioni dei diritti umani"

SEMINARIO WEB: La professoressa di Oxford Liora Lazarus ha ricordato la situazione di Julian Assange. "I diritti umani non sono per i perfetti, ma per tutti".

Coloro che hanno potere e autorità hanno sempre voluto tagliare gli informatori

Notifica: L'appendice di MODERN TIMES ORIENTERING è dedicato all'avvertimento e alla verità.

Una sinistra libertaria?

Accelerazionismo: Diversi pensatori credono che sia possibile per quella che chiamano una sinistra piuttosto compiaciuta ritagliarsi un futuro migliore e più libero attraverso il capitalismo e la tecnologia.