Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

Viviamo in un mondo da sogno collettivo

TEMA / La Bibbia secondo Erwin Neutzsky-Wulff: I testamenti nella Bibbia sono legati ad una "particolare miscela di mitologia babilonese, miti e falsificazione storica". Per lui, nessuna religione ha prodotto tante affermazioni mostruose quanto il cristianesimo, e nessuna ha preso le stesse come verità evidenti nella stessa misura. Neutzsky-Wulff parla correntemente dieci lingue e sostiene che nessun mondo esterno si oppone a quello interno. Inoltre, con un cosiddetto “io” soggettivo siamo prigionieri in una prigione somatica. Possibile capire?




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Erwin Neutzsky-Wulff, scrittore e filosofo danese (nato nel 1949), ha esordito nel 1971 con il romanzo Dialogo sui due più importanti sistemi mondiali del XXI secolo. La paternità supera le 20 pagine e comprende di tutto, dai racconti porno (che Neutzsky-Wulff ha scritto come editore di Weekend Sex), poesie e romanzi, dai libri di testo innovativi sulla programmazione alla saggistica su argomenti esoterici come la Kabbalah e l'occulto. Negli anni '000 è stato attivo nella scena dei fumetti di ispirazione horror a Copenaghen presso la rivista GRU. Il grande vecchio dei fumetti norvegesi Torstein Gundersen (che troppo pochi sanno, morto nel 2013) era nello stesso ambiente dei fumetti di Copenaghen e ha disegnato copertine per molti dei primi libri di Erwin Neutzsky-Wulff.

Il soprannaturale

Neutzsky-Wulff ha superato i 70 anni e c'è chi pensa che sia un genio. L'autore parla correntemente dieci lingue. La paternità ruota attorno a temi filosofici e critici per la civiltà (Dei del Nord, 2021, che include una vera rivisitazione del Su Volus) e una serie di romanzi nel genere ormai così popolare della fantascienza. Nel 2010 ha fondato la propria casa editrice. Il soprannaturale (2004) è ancora considerata la sua opera principale.

Neutzsky-Wulff si occupa concretamente del cosiddetto soprannaturale e svela una grande conoscenza attraverso la comprensione della magia, dell'occultismo, della religione, della filosofia del linguaggio, della linguistica e altro ancora. Egli colloca queste aree tematiche in un contesto filosofico concreto (linguaggio) tutto suo. Nella Wikipedia danese, questo contesto è descritto come "Fenomenologia soprannaturale con basi scientifiche e neurologiche naturali" (https://da.wikipedia.org/wiki/Erwin_Neutzsky-Wulff). Neutzsky-Wulff parla correntemente l'ebraico, ovviamente, e ha fatto parte del comitato che ha recentemente tradotto la Bibbia in danese.

Neuroscienze, fisica quantistica e scienze naturali

Qui faremo riferimento al suo libro di antropologia religiosa La Bibbia (2011, proprio editore: www.enwforlag.dk), un'opera di 800 pagine. Il libro è accessibile a tutti ed è sia accademico che spiritoso, con titoli dei capitoli con parole come 'il diluvio', 'i padri', 'i nove comandamenti', 'la legge', 'la terra promessa', 'in trono', 'i profeti', 'Gesù', 'Il discorso della montagna', 'Cristianesimo', 'La verità', 'Trance', ecc. Neutzsky-Wulffs La Bibbia è intricato e lussureggiante e un'esperienza di lettura sorprendentemente stimolante. La curiosità del lettore è sfidata e bisogna affrontare apertamente le interpretazioni del bagaglio mitologico e dei fatti storici della Bibbia, e dei fatti meno presunti, che anche l'autore nota chiaramente.

La Bibbia è senza paragoni il libro più influente della civiltà occidentale – e quindi del mondo.

Come sapete, i due libri principali della Bibbia sono l'Antico Testamento e il Nuovo Testamento. Tutti i testamenti della Bibbia sono legati a una "strana miscela di mitologia babilonese, miti e falsificazione storica", scrive Neutzsky-Wulff. Si consiglia di non prendere troppo alla lettera il chiacchiericcio dei teologi. La Bibbia è senza paragoni il libro più influente della civiltà occidentale – e quindi del mondo. È una religione dei libri. Come l'Ebraismo e l'Islam, lo è. Corano è in linea di principio un libro di commento alla Bibbia, scrive Neutzsky-Wulff.

Neutzsky-Wulff definisce il termine romanticizzato anima, o – come viene chiamata ai nostri tempi – psiche, coscienza. L'autore si riferisce a neuroscienza, fisica quantistica e scienze naturali, per concretizzare la sua lettura e interpretazione antropologica delle scritture antiche. L'anima opera neurologicamente, cioè il cervello, operativo nel sistema limbico del cervello e geneticamente e neurologicamente correlato, scrive. La Bibbia aderisce a valori fondamentali come il "bene", il "male" e la fede nella salvezza attraverso la religione protestante. progresso (crescita capitalista, come la chiamiamo oggi). I libri della Bibbia costituiscono da un lato un dualismo primitivo e dall'altro una comprensione più sofisticata del mondo, influenzata dai misteri dionisiaci. cristianesimo è una religione misterica.

Il mondo è umano

Lo è la nostra visione del mondo e quella dei nostri antenati antropocentrico e antropomorfo. Neutzsky-Wulff sostiene che non esiste un mondo esterno che si opponga a quello interno. Niente di fisico che non sia psicologico, e viceversa. È solo questo il mondo in cui viviamo, come esseri umani. Il mondo è umano. Creato dall'uomo. Non esistono azioni indipendenti, né libero arbitrio, per chiunque possa crederlo. Noi siamo neurologicamentee. Possiamo immaginare che una piccola persona immaginaria (Ego) si trovi all'interno del cervello e prenda le cosiddette decisioni e scelte individuali e soggettive. Un cosiddetto “io” soggettivo. Secondo Neutzsky-Wulff ciò rappresenta una percezione estremamente primitiva della realtà. Siamo prigionieri in una prigione somatica.

La nozione di anima è un'esperienza, per così dire, pervasiva nella poesia spirituale e religiosa della storia umana. La parola "anima" significa etimologicamente "eiettato", "spiro" o, per dirla in altro modo: un principio dinamico che collega l’uomo al mondo. E l'anima, o lo spirito – se vuoi, come anche Jon Fosse, come conoscente, giura in modo così semplice e sottile, appartiene prima di tutto a Dio(i). Il mondo è umano. Poiché è necessariamente questa versione del mondo in cui viviamo. L'uomo è creato a "immagine degli dei", cioè da un creatore secondario. L'uomo è nato per il bene del mondo, non il mondo per il bene dell'uomo. Tradotto Adamo significa 'uomo'.

cristianesimo

Nessuna religione ha prodotto tante pretese mostruose quanto il cristianesimo, e nessuno nella stessa misura ha preso le stesse come verità evidenti, sostiene Neutzsky-Wulff. I teologi si sono dati il ​​dovere di elevare le evidenti assurdità a venerabili misteri, accessibili solo ai credenti acritici, dice Neutzsky-Wulff.

Dobbiamo ricordare che la Bibbia, così come è stata modificata nell'edizione riformattata, tralascia molti altri libri. Il libro di Enoch, per esempio. I Testamenti, che sono contenuti nella nostra Bibbia, sono adattati ad esso monoteisticoe visione del mondo. Ma il mondo è composto da di Dio, nessun dio, ripete Neutzsky-Wulff.

La Bibbia lo è jodenes storia mitica. E gli dei non sono astrazioni filosofiche, ma fenomeni naturali assolutamente reali. Gli dei e i figli/figlie degli dei sono la personificazione delle leggi cosmiche del tempo ed espressioni di come funziona il cosmo. Quando sistemiamo, interpretiamo e reinterpretiamo le impressioni sensoriali, è semplicemente perché abbiamo a nostra disposizione un alfabeto, e parole, per descrivere i cosiddetti oggetti nella "realtà", come viene chiamata. Diamo alla sensazione una condizione concettuale. Il mondo è percepito nel linguaggio. Neutzsky-Wulff menziona la parola ebraica Dabhar, che significa "parola", o "cosa", dal verbo "organizzare" o "connettere". Se leggi attentamente, vedi un principio organizzatore che appare nella Genesi: "E Dio disse: Sia la luce! E c'era luce. E Dio vide la luce, che era buona, e Dio separò la luce dalle tenebre. E Dio chiamò la luce giorno, e le tenebre notte" (traduzione, Kjell Arild Pollestad. Forlaget Press, 2023). La luce deve essere creata in modo che possiamo vedere, e poi disporre l'oscurità contro la luce, il giorno contro la notte, il bene dal male – dopo la caduta.

La Bibbia ci fornisce concetti su come pensavano le persone in un'epoca in cui gli dei erano naturali come un cammello.

La Bibbia, nell'originale, per così dire, non è un libro che si legge subito, ed è impegnativo se si entra davvero nel contesto. È come un puzzle, in cui si mescolano il racconto universale della creazione mediorientale e la storia leggendaria degli Israeliti. La Bibbia ci fornisce concetti su come pensavano le persone in un'epoca in cui gli dei erano naturali come un cammello. Neutzsky-Wulff mostra, per quanto posso capire, una grande conoscenza e conoscenza in merito ebraicoe stranezze del linguaggio. La lingua ebraica ha un vocabolario magico per vari esseri e fenomeni soprannaturali, con riferimenti a cabala, che è sinonimo di misticismo di numeri e lettere, dell'Antico Testamento.

La realtà è fragile

Primavera visione del mondo è concettuale, proprio come il nostro comportamento è concettualmente condizionato. Siamo un’eco dei nostri processi neurologici. Viviamo in un mondo da sogno collettivo. La realtà è fragile. Il mondo come comportamento cognitivo. La realtà è una concettualizzazione della dinamica neurale.

Il pensiero è nascosto nella lingua ebraica.

Se leggiamo la Bibbia nell'originale anziché nelle traduzioni, scopriamo che il pensiero stesso è nascosto nella lingua ebraica. La nostra lingua non esprime e interpreta il mondo in modo immediato e spontaneo come vorremmo credere, ma ne blocca anche ampie parti che non possono essere descritte nel linguaggio. Ciò che non può essere descritto attraverso il linguaggio logico quindi non esiste. La nostra comprensione e interpretazione del mondo lo è dualistico e ha prodotto un apparato concettuale di cui la nostra civiltà e cultura sono una conseguenza. Se si supera il dualismo e si ignorano le leggi causali, la realtà esplode come un troll. Il soprannaturale può nuovamente essere sperimentato e appreso in senso concreto, dove quasi invertiamo la nostra percezione attuale e apriamo (Porte della Percezione) ad altre esperienze religiose. IL sovrannaturalee la magia, in quanto fenomeno attualissimo, e come nella notte dei tempi, era una parte del tutto comune (e sacra) del rapporto naturale dell'uomo con kosmos.

Neutzsky-Wulff si riferisce anche al mito di Gesù (non ci sono fatti dimostrabili sulla sua reale esistenza), la nostra pseudo-religiosità (cristianesimo), la teocrazia, la falsa democrazia e la responsabilità personale: è necessario prenderne coscienza. Come ho detto, Neutzsky-Wulff si collega alla fisica quantistica, alla ricerca sulla coscienza e alla neurologia più aggiornate per inserire la sua esperienza in una prospettiva a dir poco più ampia.

"Nella sua forma più fondamentale, il linguaggio è costituito dalle lettere dell'alfabeto. Secondo questo modo di pensare essi sono gli atomi del mondo", scrive Neutzsky-Wulff. Un'affermazione che si ritrova anche nella mistica musulmana, nel Sufismo.

Neutzsky-Wulffs La Bibbia è raccomandato. Conoscenza di facile lettura, accessibile, ma anche con formulazioni criptiche e discussioni filosofiche. C'è abbastanza materiale qui per risolvere molte domande irrisolte religiosoLe discussioni sulle loro teste, letteralmente. In principio era ordine. E la realtà è sorta nel suono della parola.

Se http://www.enwforlag.dk
Ultime uscite di Neutzsky-Wulff: Indice del Grimorio (2023) Grimoire (2022) Orrore 2 (2021) Dai Left Papers di Christian Birch (2020) Comportamento (2019) Liv (2019) Incontrare (2018) La teoria di tutto (2017) Sogno (2016) Hitler (2015) Religione (2015) un romano (2014) Orrore (2013) Danimarca (2012) La Bibbia (2011) 9999 (2012) il cervello (2006) Il soprannaturale (2004).

Terje Dragseth
Terje Dragseth
Autore e regista.

Articoli Correlati