CHI SIAMO / CONTATTACI

ABBONAMENTO(Per l'inglese fare clic qui.)

Vedi qui per Abbonamento.
Gli abbonamenti a riviste e online includono l'accesso al giornale elettronico (PDF) e a tutti i nostri articoli online (8500). Vieni anche attaccato Revisione dei tempi moderni di documentari internazionali più volte all'anno e altri documenti editoriali.


COMMENTI, CRONACHE e ESSAY

Contatto gli editori.
Il dibattito è riferito al sito Web. Puoi anche utilizzare i commenti o i post degli articoli sui social media. Cronache e saggi inviati contengono rispettivamente un massimo di 800 o 1500 parole. Di solito questo non è onorato.
Ci riserviamo il diritto di ridurre la lunghezza del testo per motivi di spazio. Chiediamo di capire che potrebbe essere necessario del tempo per ottenere risposte a testi non ordinati.


INFORMAZIONI SUI TEMPI MODERNI

La rivista (riprogrammata dal giornale mensile nella primavera del 2020) ha una base di valori socialmente liberale ed eco-anarchica:
MODERN TIMES è quindi scettico sul complesso militare-industriale di oggi e sulle sue numerose conseguenze, nonché sull'abuso di potere nel governo, nelle grandi tecnologie e nel capitale (sorveglianza, controllo, finanza).


TEMPI MODERNI riceve finanziamenti dal Consiglio culturale norvegese.
MODERN TIMES funziona secondo le regole del poster di Poster e Be Varsom per le buone pratiche di stampa. Chiunque si ritenga ingiustamente citato è invitato a contattare gli editori.


Sei un abbonato e ti manca la rivista?
Contatta il nostro distributore Helt Home a servicesenter@helthjem.no allora ti aiuteranno.

In caso di domande su abbonamento o distribuzione, non esitate a contattarci e-mail: abo@nytid.no. Puoi farlo anche tu invia sms a 45020044 (il telefono è incustodito, preferibilmente utilizzare la posta elettronica).

Puoi anche acquistare TEMPI MODERNI in circa 100 punti vendita in tutta la Norvegia.

Seguici anche sui social media: Facebook, Twitter og Instagram.

Ricevi la newsletter da MODERN TIMES




Puoi cancellarlo in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento nella newsletter. Facendo clic su "Ricevi newsletter", approvi le newsletter via Mailchimp.


Indirizzo dell'ufficio:
TEMPI MODERNI E Orientering AS
Queen's Gate 16
0152 Oslo
Numero dell'organizzazione: 995 498 480 IVA

editoriale:

Truls Lie
Redattore responsabile

E-mail: truls@nytid.no
Cellulare (SMS): +47 90855066

.


Iril Kolle
direttore editoriale
E-mail: iril@nytid.no


Nell'editoriale:
Kjersti Velsand e Vibeke Harper.
Traduttori: Anders Dunker, Andreas Modalsli, Sigrid Strømmen, Lasse H. Takle.


IL CONSIGLIO DEI TEMPI MODERNI E Orientering COME:

Trygve Natvig (Presidente)
John Y. Jones
Erling Bonnevie Hjort
Truls Lie
Anne Håskoll-Haugen


Comitato editoriale:
Sven Egil Omdahl, Ketil Lund, Ellen Lande, Alexander Harang, Arne Ruth e John Y. Jones.
I presentazione a cura della redazione.


STORIA:

Il giornale è stato pubblicato dal 19 febbraio 1953, quindi sotto il nome Orientering. Il giornale è apparso per la prima volta ogni 14 giorni e gradualmente una volta alla settimana.

Dall'agosto 1975 il giornale cambiò nome in TEMPI MODERNI, con Audgunn Oltedal come primo editore, ed è stato il risultato del raduno del partito sulla sinistra e dell'istituzione di Partito della sinistra socialista (SV) lo stesso anno. Il giornale è stato rilasciato dalla festa nel 1998 e completamente indipendente anche dal 2006. Perché TEMPI MODERNI è una continuazione del cessato Orientering, dice "in cui Orientering»Nel colophon. TEMPI MODERNI ha preso Orienterings ruolo di voce del movimento di sinistra nella politica norvegese.

Dall'inizio è stato Orienterings stile collettivo e spartano, ma alla fine i redattori hanno presentato gli articoli firmati. Il giornale sviluppò uno stile indipendente, in parte liberato dal partito, e aumentò la sua diffusione tra 17 e 000 nel periodo 19-000. La politica di sicurezza norvegese è stata costantemente il tema del giornale dopo la riorganizzazione del 1973 e il momento clou è stato sufficiente caso List, che ha portato a sequestri e azioni legali della polizia.

Dall'inizio degli anni '1980 iniziò la secessione del partito e nel 1986 arrivò Trova Gustavsen torna come editore in concorso con Erik Solheim. Nel 1998 è stato TEMPI MODERNI rilasciato ufficialmente dalla festa.

Nel luglio 2005 subentrò Dag Herbjørnsrud come editore responsabile. Con il nuovo proprietario e sono diventate maggiori risorse finanziarie TEMPI MODERNI rilanciato come un settimanale con Newsweek come esempio. Nel gennaio 2014 è stato TEMPI MODERNI lanciato di nuovo in formato giornale.

Nel gennaio 2015 è subentrato Truls Lie come editore, direttore generale e comproprietario (ex direttore di Morgenbladet e Le Monde diplomatique). La linea del giornale dovrebbe avere la visione di essere un giornale indipendente, pragmatico e anarchico, incentrato su pace e conflitti, sorveglianza e controllo, nonché ecologia e filosofia.

Da marzo 2015 è diventato TEMPI MODERNI rilanciato nel classico formato completo come l'unico in Norvegia. Da luglio 2015, il giornale è stato cambiato in giornale mensile, dove l'attenzione era rivolta a libri politici internazionali e riflessi (prosa), fotografie documentarie, documentari e cronache. Il giornale era anche allegato mensilmente Klassekampen, oltre ai propri abbonati e alle vendite occasionali - ed è stato reindirizzato al formato tabloid Class Fight.

Dalla primavera del 2017 è la rivista internazionale di documentari Revisione dei tempi moderni collegato agli abbonati di MODERN TIMES più volte all'anno.
L'accordo di distribuzione con Klassekampen è terminato da ottobre 2017. I TEMPI MODERNI sono tornati al formato tabloid nella primavera del 2019 dopo un periodo di formato completo.

Oggi, l'edizione online e i giornali elettronici contengono oltre 8400 articoli. Pubblichiamo anche gli articoli storici più interessanti di Orientering 50 anni fa (1953-1975).
Guarda anche di più wikipedia.

Dalla primavera del 2020, il giornale mensile è stato trasformato in una rivista trimestrale, ma quasi ogni giorno nell'edizione online. TEMPI MODERNI segue il tempo sempre più persone leggono articoli online,
ma vediamo ancora la necessità di leggere articoli e saggi più profondi su carta.