Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

La periferia viene urbanizzata

Erik Berg
Erik Berg
Erik Berg ha lavorato presso il Ministero degli Affari Esteri/NORAD dal 1978 al 2013. Ora dirige Habitat Norvegia.
L'APPENDICE / Gli articoli in questa appendice del ORIENTERING mostra quali problemi sono legati alle città e alla povertà, alla pandemia, alla guerra, ai conflitti, all'energia, al cibo, alla fuga, alle inondazioni e alla paura.




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Siamo di fronte a una situazione con un pianeta di città in cui la periferia viene urbanizzata. Il sistema è relativamente uniforme, complesso e coerente. Possiamo dimenticare la dicotomia città-campagna e concentrarci sullo sfruttamento della sinergia, tra le altre cose, nei nostri fiumi urbani. Con una definizione universale di città di 5000 abitanti, l'UE e la Banca mondiale hanno concluso che molte più persone vivono nelle aree urbane – ca. 80 per cento – rispetto al 55 per cento che l'Onu stima sulla base degli indicatori degli Stati membri. La stima deve avere conseguenze sul modo in cui organizziamo il lavoro di sviluppo globale e il follow-up gli obiettivi di sostenibilità.

Gli articoli di questo numero di ORIENTERING mostra un mondo in crisi. I problemi legati alla povertà, alle pandemie, alla guerra, ai conflitti, all'energia, al cibo, alla fuga, alle inondazioni e alla paura colpiscono le persone. I problemi si stanno sviluppando contemporaneamente in tutti i continenti, ma si incontrano e si manifestano nelle città. La questione che deve essere discussa è come possiamo sviluppare città, strade e quartieri nel modo più sicuro e protetto rispetto alle sfide. La caratteristica comune in una prospettiva urbana, climatica e povertà presentata dal panel sul clima delle Nazioni Unite è che i grandi programmi multilaterali non raggiungono i più poveri che vivono fuori dai confini della città. 

Settore informale

La cooperazione allo sviluppo norvegese non può continuare a fingere che questo megatrend dell'urbanizzazione non esista. In uno dei nostri articoli, tuttavia, la presunta "cecità urbana" è sfumata. Per cinquant'anni, la Norvegia è stata parte di un discorso internazionale, in particolare all'ONU. Ma non si sono viste le sfide e le opportunità in un settore informale in cui abbonda la povertà estrema. Mancano conoscenza e analisi. Uno dei ricercatori sulla povertà della Banca mondiale riflette su approcci importanti in cinque punti. Uno è rafforzare il sistema di governo locale per garantire il diritto di tutti i residenti alla città. Questa prospettiva è coerente in molti degli articoli.

Si tratta di potere. È nelle città che si incontrano coloro che non hanno potere. Quando i ricercatori in Women in Informal Economy: Globalizing and Organizing riescono ad assistere i lavoratori del settore informale con il riconoscimento dell'ILO, è un esempio di come l'organizzazione sia utile. I "Gigs" – condizioni di lavoro e ambientali non regolamentate – si stanno diffondendo anche nelle città norvegesi. I lavoratori polacchi organizzano la battaglia per l'interesse per l'edilizia abitativa, in collaborazione con il movimento sindacale norvegese. Che sia utile è il "movimento di occupazione" BZ. Copenaghen è un esempio. Gli attivisti che hanno cercato il potere ora ricoprono posizioni importanti nella politica e nel mondo accademico. Risultato: una nuova legge che limita la speculazione edilizia alle società transnazionali come Blackstone, di cui l'Oil Fund è azionista.

«Area di sviluppo speciale»

La costruzione di alloggi gioca un ruolo cruciale nella riduzione della povertà. Tuttavia, il dinamismo del settore è ostacolato da normative obsolete, corruzione, abuso di potere e speculatori immobiliari. Il supplemento di MODERN TIMES presenta le sfide da diversi punti di vista: la nuova legislazione che rende illegali le vecchie pratiche (Argentina), le migrazioni e la crescita demografica che rompono il quadro della città (Karachi, "Cinque urbanisti...") e demolire insediamenti informali, aree verdi e villaggi. O le città della Nigeria, le peggiori al mondo per sgomberi forzati e devastazione degli slum. Meccanismi all'ONU che poteva avvisare, monitorare ed intervenire ha purtroppo chiuso.

Ci sono punti luce in esso I bassifondi di Nairobi tra "slumlords" e bande che inibiscono l'iniziativa delle persone ma garantiscono un minimo di prevedibilità. La speranza si riflette nel modello di pianificazione "Area di sviluppo speciale" e nella sua collaborazione tra autorità statali e locali, ricercatori globali, imprese e organizzazioni pubbliche. Oslo con Groenlandia e Toyen utilizza anche approcci integrati di area. È necessaria la necessità di strutture per l'apprendimento reciproco tra attori globali.  

"Forum Urbano Mondiale"

La sicurezza e la protezione delle donne è un problema della città. In India (Safetipin), la tecnologia informatica sta contribuendo ad aumentare la protezione delle donne contro gli abusi. Ciò avviene tramite app per "siti" e "viaggi" sicuri basati su aggiornamenti continui via mobile. Il recente "World Urban Forum" di Katowice è stato fonte di ispirazione per il lavoro sull'appendice. Per i comuni norvegesi che non hanno partecipato, viene offerta una sintesi di idee relative alla sicurezza e protezione delle donne. Sia di giorno che di notte. Le persone in tutto il mondo evitano gli spazi aperti e gli assembramenti di persone. Ne soffrono agorafobici. Io il sondaggio si parla dello sviluppo di strumenti virtuali nel trattamento di questo.

Diversi articoli sono stati scritti da dottorandi e studenti di master. Alcuni sono vincitori della sovvenzione di Habitat Norway. Emozionanti, nuove prospettive sono presentate sulle monocittà Kola, la lotta dei lavoratori migranti per la casa Trondheim, riutilizza invece di demolizione a Oslo e abusi strutturali in una favela a Rio. Viene chiesto quando sostenibile è effettivamente sostenibile, dove due britannici, un urbanista e un architetto, ritiene che il termine sia obsoleto e presenta cinque principi per il design "rigenerativo". La conclusione è che le "riparazioni rapide" con l'aiuto della tecnologia non implicano un vero sviluppo.

Come sottolineato all'inizio dell'appendice, è difficile rapportarsi al collegamento tra città e campagna. Pochi hanno attivato la prospettiva più del modo in cui il Partito dei Contadini ha dato il tono già nel primo governo "rosso-verde" nel 1935. Ciò dovrebbe essere fatto anche dalla nostra direzione del PS della politica di sviluppo.

- proprio annuncio -

Ultimi commenti:

Articoli Recenti

Il futuro è già qui

COMUNITÀ: Cosa succede quando c’è un’ulteriore pressione sul calo dei tassi di profitto causata da prodotti più economici per i consumatori, innescata da una maggiore concorrenza? E con una sorta di controllo statale intensificato praticamente su tutti gli aspetti socioeconomici della vita?

Bilderberg sotto la copertura del Watergate

POTENZA: La vita di milioni di persone è influenzata da ciò che è stato architettato in un covo di ladri come la Lega Bilderberg, ma dalle decisioni non emerge nulla. Solo una sintesi: "La crisi energetica e le questioni di sicurezza sono stati gli argomenti di conversazione più importanti" – la gente non ha bisogno di saperne di più.

Intelligenza oltre l'umano

ECOLOGIA: Un groviglio di vita interconnessa. Gli sviluppi nel campo dell’ecologia e della tecnologia annunciano una nuova rivoluzione copernicana: anche il linguaggio, baluardo della presunta superiorità umana, appartiene alla natura e alle macchine. Può una definizione ampliata di intelligenza migliorare la nostra relazione con gli altri esseri?

Un orizzonte postcapitalista

SOLIDARIETÀ: Per una ricetta per una rivoluzione ecologica manca il soggetto che possa costituire la forza sociale attiva in grado di muovere la società verso un futuro radicalmente diverso. I futurismi radicali sono qui un nuovo pensiero per ciò che potrebbe venire.

Senza vergogna nella vita

VERGOGNA: L’attivista ambientale svedese Greta Thunberg ha nobili motivazioni per le sue invettiva contro l’establishment, ma fa anche parte di una tendenza moderna in cui la vergogna e il disonore sono diventati parte della politica quotidiana e del dibattito spesso distopico sui social media. Questo libro esamina più da vicino la vergogna.

La scelta di Sophie: "Non essere cattivo" o "Non essere buono"

INTELLIGENZA ARTIFICIALE: In questo libro, Robert Leib teme che la nostra fiducia nell’intelligenza artificiale possa ritorcersi contro di noi. "Sophie" è una coscienza collettiva, una "tra tante".

Una sorta di grido primordiale creativo

USA: Cosa significa essere americano? Chi sono, come sono arrivati ​​dove sono oggi, dove hanno lasciato tracce culturali? Qui vediamo le voci del movimento per i diritti civili che ha ispirato gli hippy negli anni '70, paladini dei diritti dei gay e femministe per diverse generazioni.

Per leggere e decodificare i segni della natura

SOSTENIBILE: Un nuovo movimento all'interno dell'agricoltura che si basa sui cosiddetti principi rigenerativi lavora per aumentare il contenuto di humus, la vita microbiologica nel suolo e coltivare la capacità del suolo di legare la CO2.

Ne ero completamente fuori

Tema: L'autore Hanne Ramsdal racconta qui cosa significa essere messi fuori combattimento e tornare di nuovo. Una commozione cerebrale provoca, tra le altre cose, che il cervello non è in grado di sopprimere impressioni ed emozioni.

Quando vuoi disciplinare silenziosamente la ricerca

PRIORITÀ: Molti di coloro che sollevano domande sulla legittimità delle guerre americane sembrano essere stati spinti fuori dalla ricerca e dalle istituzioni dei media. Un esempio qui è l'Institute for Peace Research (PRIO), che ha avuto ricercatori che storicamente sono stati critici nei confronti di qualsiasi guerra di aggressione, che è improbabile che appartenessero agli amici intimi delle armi nucleari.

La Spagna è uno stato terrorista?

SPAGNA: Il Paese riceve aspre critiche a livello internazionale per l'uso estensivo della tortura da parte della polizia e della Guardia Civile, che non viene mai perseguita. I ribelli del regime vengono incarcerati per sciocchezze. Le accuse e le obiezioni europee vengono ignorate.

C'è qualche motivo per tifare per il vaccino corona?

COVID19: Dal lato pubblico, non viene espresso alcun reale scetticismo sul vaccino corona: la vaccinazione è raccomandata e le persone sono positive sul vaccino. Ma l'adozione del vaccino si basa su una decisione informata o su una cieca speranza per una normale vita quotidiana?

I comandanti militari volevano spazzare via l'Unione Sovietica e la Cina, ma Kennedy si oppose

Militare: Consideriamo il pensiero militare strategico americano (SAC) dal 1950 ad oggi. La guerra economica sarà integrata da una guerra biologica?

Nostalgia

Bjørnboe: In questo saggio, la figlia maggiore di Jens Bjørneboe riflette su un lato psicologico meno noto di suo padre.

Arrestato e messo in isolamento per il blocco Y

BLOCCO Y: Cinque manifestanti sono stati portati via ieri, tra cui Ellen de Vibe, ex direttrice dell'agenzia di pianificazione e costruzione di Oslo. Allo stesso tempo, l'interno Y è finito in container.

Un ragazzo del coro perdonato, purificato e unto

Le pinze: L'industria finanziaria prende il controllo del pubblico norvegese.

Il nuovo film di Michael Moore: Critical to alternative energy

AmbientePer molti, le soluzioni di energia verde sono solo un nuovo modo per fare soldi, afferma il direttore Jeff Gibbs.

La pandemia creerà un nuovo ordine mondiale

Mike Davis: Secondo l'attivista e storico Mike Davis, ci sono fino a 400 tipi di coronavirus nei bacini selvatici, come tra i pipistrelli, che aspettano solo di infettare altri animali e persone.

Lo sciamano e l'ingegnere norvegese

COMUNITÀ: L'attesa di un paradiso libero dal progresso moderno si è trasformata nella storia del contrario, ma soprattutto Newtopia parla di due uomini molto diversi che si sostengono e si aiutano a vicenda quando la vita è più brutale.

Esposizione senza pelle

Anoressia: spudorata Lene Marie Fossen usa il proprio corpo tormentato come una tela per il dolore, il dolore e il desiderio nella sua serie di autoritratti – rilevanti sia nel film documentario Auto ritratto e nella mostra Gatekeeper.