I direttori di Gede Vizyon Marcos Serafim, Jefferson Kielwagen e Steevens Simeon
I direttori di Gede Vizyon Marcos Serafim, Jefferson Kielwagen e Steevens Simeon

Passeggiando per il cimitero di Port-au-Prince


HAITI / VOODOO: Un giovane haitiano di nome Britis ha recentemente girato uno dei documentari più importanti. Ma è solo a metà del film che anche lo spettatore più vigile scopre chi - o cosa - il

Young è un critico cinematografico regolare per la Modern Times Review.
E-mail: neilyounggb@gmail.com
Pubblicato: 2020-01-09

La straordinaria macchina fotografica funziona Buona visione tuttavia, non ha comportato l'adesione a nessuna associazione di fotografia - tali organizzazioni tendono ad escludere membri a quattro zampe. Britis è una capra. Nel film, il cimitero britannico visita ed esplora il Grand Cimetière a Port-au-Prince Haiti - una casa permanente per molti del suo genere, così come per numerose persone, sia vive che morte.

Britis era dotato di imbracatura e una videocamera GoPro ed era quindi in grado di perpetuare per i posteri i loro viaggi attraverso un cimitero che è cosparso di supporti gravi. I servizi di Geita furono assunti per la registrazione di un giorno di un trio di artisti: Steevens Simeon di Haiti e due brasiliani, Jefferson Kielwagen e Marcos Serafim. Ciò è accaduto durante la quinta Biennale del Ghetto a Port-au-Prince - una sobria controparte della grande e relativamente lussuosa Biennale di Venezia.

Il barone Samedi è forse la più famosa di tutte le creature vodou.

Il risultato del filmato è stato quindi modificato fino a un film di 15 minuti chiamato Buona visione, che è stato presentato nel 2018 in una varietà di spettacoli e festival negli Stati Uniti, nel Regno Unito, nei Paesi Bassi, in Brasile, Israele, Serbia e Haiti. Tuttavia, sembra che sia andato sotto il radar dei più grandi e prestigiosi festival di documentari e film sperimentali. Questo è sorprendente, dato questo Buone visioni'l'originalità, la gioia visiva e l'accattivante equilibrio tra estrema semplicità e complessità sottostante sono sufficienti per assicurarsi un posto in qualsiasi elenco serio dei premi più importanti del 2018, indipendentemente dalla loro lunghezza.

riferimenti Voodoo

Una parola sul titolo (che, come tutti gli altri "dialoghi" ascoltati nel film, è haitiano-creolo): visione- la parte si spiega da sé; Gede è un po 'peggio. Ma capra (noto anche come Guédé o Ghede) sono gli spiriti responsabili della morte e fertilità in haitiano vudù (cioè voodoo)e la loro area comprende logicamente siti di sepoltura come l'ampio pendio collinare del Grand Cimetière. Gede domina due dei tre elementi audio del film: così come il suono della videocamera GoPro (che include la rottura accidentale e lo scratch di Britis con il terreno roccioso). Ma sentiamo anche incantesimi og poesia interpretato da Jean-Daniel Lafontant, a houngan (vudùsacerdote) dal tempio Nah-Ri-Veh (che ospitava una delle cerimonie di apertura della biennale, che si dice sia stata una "notte epica"). tipo di "alta sacerdotessa" nella religione.

Bond Movies Live And Let Die, The Middle: Good Visions
Buone visioni

I contributi vocali di Lafontants e Thelus intrecciano una rete seducente vudùriferimenti all'eminente lwa - noto anche come loa, un concetto di preghiere dirette agli spiriti. Dio stesso - noto come Bondye, una parola derivata dal francese Bon Dieu - Fornisce interazioni tra persone e LWA. Le capre spesso si presentano vudùinsegnamenti e rituali; sono spesso usati come sacrifici e la carne viene consumata a feste speciali.

Abbonamento semestrale NOK 450

“La capra è stata acquistata in un mercato di Port-au-Prince. Anche se il cimitero è pieno di capre, volevamo assicurarci di averne almeno una in modo da poter montare la videocamera GoPro e rilasciarla di nuovo ", spiega Serafim.

Britis prende il nome da Jean-Simon Britis (anche chiamato Bruto), lo spirito protettivo del cimitero. Il nome di quest'ultimo è menzionato nel film insieme a nomi più famosi come "il barone" - cioè il barone Samedi, capo di Gede e una specie di signore sui morti. Il barone è forse il più famoso di tutti vudù-vesener; emerge persino come un cattivo apparentemente immortale nel successo di James Bond Vivi e lascia morire dal 1973. Tuttavia Buona visione è ovviamente fatto per una frazione del budget del film 007. È un'espressione tipicamente inventiva ea basso budget della Biennale del Ghetto - fondata dal collettivo di artisti Atis Rezistans e cofinanziata da Leah Gordon, nata nel Cheshire e André Eugène, originario di Port-au-Prince.

Giro del Grand Cimetière

Buona visiones nudo estetica e l'origine collettiva (brasiliano / haitiano, artista / religioso, umano / capra) sono insieme un'opera irresistibile che cerca coesione ed empatia con tutti i residenti di Cimetière - un necropoli con una popolazione che è aumentata in modo significativo dopo il terremoto ha devastato gran parte della capitale nel gennaio 2010. La maggior parte del robusto cimitero è rimasto intatto dopo il terremoto, diventando una dimora non molto temporanea per dozzine di famiglie di senzatetto. Comprensibilmente, visti i macabri dintorni, anche il cimitero era un po 'un camino superstizioni dopo un disastro che, secondo i calcoli, distrusse un quarto di milione di case. E questo in quello che era già il paese più povero dell'emisfero occidentale.

Bond Movies Live And Let Die, The Middle: Good Visions
Bond Movies Live And Let Die, The Middle: Good Visions

Sette anni dopo, allora Buona visione fu girato, Haiti si era appena ripreso dal disastro naturale; il cimitero era ancora (ed è) un po 'un centro per la vivace attività. Britis si rivela una guida eccellente mentre attraversa stretti passaggi mentre l'esploratore si precipita da una cripta all'altra: le persone lasciano il posto alla capra, alcune comprensibilmente un po 'stupite da questa creatura portatrice.

Un'altra capra sta riposando al sole e da qualche parte il nostro protagonista inosservato si ferma a grattare qualche ramoscello. Più tardi, la telecamera si allenta e il film diventa surreale e capovolto; gli aerei decollano con strisce bianche di condensa nel cielo blu di dicembre. Britis, che è un po 'infastidito dall'imbracatura e vorrebbe trovare un posto protetto lontano da persone che possono immaginare di pascolare la capra per cena, si libera finalmente ed è appena visibile nei secondi di chiusura.

Le capre si presentano spesso in insegnamenti e rituali vodou; sono spesso usati come vittime e
la carne viene consumata a feste speciali.

In questa fase abbiamo avuto un accesso privilegiato a quello che è stato un "tour" confuso e informativo, con un accattivante ulteriore livello di spiritualità fornito da Lafontant e Thelus. Il film inizia nel viaggio dei media, senza introduzione o spiegazione; la fotocamera viene posizionata in modo instabile (palmare, presumibilmente) intorno all'altezza del ginocchio, quindi inizia un vivace viaggio di ispezione.

A parte un suono insipido, è solo a metà del film che persino lo spettatore più vigile scopre chi - o cosa - è come un film; nell'ultimo terzo, un orecchio peloso è chiaramente visibile nella parte inferiore destra della cornice.

RIP Britis

Certo, questa non è la prima volta che una "persona da camera" non umana ha contribuito a realizzare un film - si è parlato molto di un evento a Cannes (di tutti i posti) nel 2011, quando un gabbiano opportunista è partito con una GoPro e volò sui castelli più alti della città - dando vita a un "film" di 100 secondi piuttosto sorprendente.

Bond Movies Live And Let Die, The Middle: Good Visions
Film Bond Live And Let Die

Uomo Buona visione combina questo approccio radicale con un'immersione sensibile in una cultura folklorica di fede. In un modo grandioso ed estremamente grazioso, trascende quello che potrebbe diventare un espediente concettuale goffo, usando la tecnologia del 21 ° secolo per creare una visione di un ambiente labirintico - in un modo completamente senza tempo - come nessun essere umano imbarazzante mai potrebbe essere ottenuto senza l'assistenza di una capra.

La fine, invece, è triste. Jefferson Kielwagen scrive: "[Dopo le riprese] abbiamo cambiato i britannici in Papa-Da, vudùsacerdote e uno degli artisti del gruppo Atis Resistanz, contro un paio di sue sculture. Settimane dopo, ci fu detto che i britannici erano stati sacrificati in uno vudùrituale e consumato dal popolo di Atis Resistanz. ”RIP Britis… ma grazie Buona visione ora ha almeno una sorta di immortalità cinematografica.


Caro lettore. Ora hai 1 articoli gratuiti rimasti questo mese. Sentiti libero di disegnarne uno Abbonamentooppure accedi di seguito se ne hai uno.



Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)