POESIA:Le poesie del premio Nobel Louise Glück sono surreali, dove l'immaginazione può prevalere. Sotto la superficie - come un lago ghiacciato - c'è un mondo di delusione, tristezza, ma non rassegnazione.

E-mail: rose.alicja@gmail.com
Pubblicato: 26 ottobre 2020

[Nota. Pubblicato solo online]

Louise Glück ha una voce diversa dalle altre; viene dal sottosuolo. Se questo fosse un albero, sarebbe un pino in riva al mare, un pino bianco (Pinus strobus), che Glück menziona spesso nelle sue poesie: vecchio, grande, con grandi coni, forma indefinita sulla corona, che cresce nelle paludi del Nord America.

Le sue poesie hanno forme sorprendenti e sono piuttosto lunghe. Raramente finiamo dove siamo partiti. Per lo più sono scritti in versi liberi, ma alcuni sono strutturati e altri sono scritti in prosa. Prima di trasferirsi nel Vermont, aveva pubblicato un libro: Primogenito (1968) - già questo tono cupo e arrabbiato, ...

Caro lettore. Puoi leggere un articolo gratuito al giorno. Forse torna domani. Eventualmente iscriviti per un abbonamento (NOK 69 / mese) per poter leggere tutto (comprese le riviste). Se non lo sei già. Accedi o registrati prima nel menu / in alto prima di ordinare.

Abbonamento NOK 195 quarti