Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

La Spagna è uno stato terrorista?

Carol di Marc Mola
Marc Molas Carol
Editore spagnolo della Modern Times Review. Vivere a Barcellona.
SPAGNA / Il Paese riceve aspre critiche a livello internazionale per l'uso estensivo della tortura da parte della polizia e della Guardia Civile, che non viene mai perseguita. I ribelli del regime vengono incarcerati per sciocchezze. Le accuse e le obiezioni europee vengono ignorate.




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Nessuno dentro Spania è particolarmente sorpreso dal clamore per i documenti rilasciati dalla CIA che implicano inequivocabilmente che l'ex primo ministro (1982–1996) Felipe González è stato un pezzo importante nella creazione dell'organizzazione terroristica spagnola GAL.

Il Grupos Antiterroristas de Liberación (GAL) è stato finanziato da alti funzionari del Ministero dell'Interno spagnolo durante il periodo 1983-1987 mentre González era primo ministro e si dice che abbia compiuto 27 omicidi, rapimenti, torture e crimini economici. Inoltre, si dice che il gruppo abbia ucciso 10 civili in attacchi dinamitardi contro il gruppo armato separatista basco ETA. Negli anni seguenti, tutti i governi (indipendentemente dall'appartenenza al partito) bloccarono o ritardarono qualsiasi indagine e concesse l'amnistia a chiunque fosse stato sfortunatamente assicurato alla giustizia per le attività del GAL.

Oggi indagheranno solo i partiti indipendentisti Felipe González, che resta impunito grazie agli stessi fronti che hanno bloccato l'indagine per corruzione contro il precedente re del Paese, Juan Carlos I.

Legge sull'amnistia del 1977

La fine di Francisco La dittatura franchista e la nascente transizione alla democrazia furono un periodo turbolento, con diversi gruppi di estrema destra che portavano avanti insurrezione e terrorismo contro lo stato, un esercito che voleva tornare al governo militare e una guardia civile abituata a usare la tortura senza essere puniti per questo e per i loro confronti con varie organizzazioni terroristiche di stampo nazionalista, comunista o repubblicano.

La Spagna è per la Chiesa cattolica ciò che l'Arabia Saudita è per l'Islam radicale?

L'Amnesty Act del 1977 garantiva che nessuno fosse assicurato alla giustizia per azioni commesse durante il regime franchista, garantendo così continuità all'interno della magistratura e dell'élite politica e militare. Allo stesso tempo, hanno cercato di facilitare ambizioni democratiche che altrimenti sarebbero state bloccate da attori così potenti.

La legge è stata un compromesso necessario nel 1977, ma non ha resistito alla prova del tempo. I critici sottolineano che i crimini di guerra non vengono perseguiti proprio perché esiste la legge.

Il caso contro Otegi

Arnaldo Otegi è senza dubbio la figura più rilevante nel processo di smilitarizzazione e trasformazione dell'ETA in forza politica. Ha partecipato attivamente alla firma del Patto di Estella e, nonostante le critiche, si è posizionato per fermare la violenza.

Otegi è stato imprigionato cinque volte. Il primo per un rapimento nel 1979 (aveva 20 anni ed era membro dell'Eta), gli altri quattro per azioni politiche. La sua ultima sentenza significava che aveva scontato sei anni ed era stato quindi interdetto dai pubblici uffici. È accusato di aver militato in un’organizzazione terroristica nel 2008, ma ciò che in realtà ha fatto allora è stato unire i numerosi partiti e organizzazioni appartenenti a Ezker Abertzalea (la sinistra patriottica) in un unico partito e, attraverso un processo politico pacifico, trasmettere le ambizioni del movimento indipendentista basco.

La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha stabilito che c'erano problemi di equità nell'ultima sentenza di Otegi, e la Corte Suprema spagnola è stata costretta ad annullare la sentenza, aprendo la porta al risarcimento. Ma Otegi ha già scontato la pena e la sua candidatura per Lehendakari 2016 (presidenza dei Paesi Baschi) non è stata avanzata.

Manifestanti catalani

Altsasu-saken

Il caso Altsasu è un buon esempio di come la Guardia Civile sfugge alla punizione. Nove giovani baschi sono stati arrestati per aver preso parte a una rissa in un bar di Altsasu, nella quale erano coinvolti due agenti della Guardia civile e i loro partner. I giovani baschi sono stati detenuti in attesa del processo e hanno rischiato fino a 62 anni di carcere per terrorismo.

Video e dichiarazioni di testimoni mostrano che si è trattato di risse tra ubriachi e lievi ferite sfociate in un'azione di vendetta legale il cui scopo era dimostrare la presa ferrea del potere spagnolo sugli Euskadi (Paesi Baschi). Tre dei ragazzi hanno ormai scontato tre anni di una pena di dodici anni di carcere per terrorismo, senza essere terroristi.

Il caso contro gli indipendentisti

Il referendum sull’indipendenza del 2017 ha portato all’incarcerazione di 9 politici con condanne fino a 13 anni per consentire il referendum. Ma questa è solo la punta dell’iceberg. Delle 947 popolazioni esistenti in Catalogna, 712 si sono dichiarati sostenitori del referendum. 712 sindaci sono stati quindi accusati e dovranno comparire in tribunale, cosa che hanno rifiutato. La faccenda non è stata ancora fissata.

I restanti politici andati in esilio, tra cui l'ex presidente catalano Carles Puigdemont, non sono stati estradati da nessuno dei paesi europei in cui hanno cercato rifugio e i giudici non hanno ritenuto che i politici abbiano commesso alcun crimine. Insieme ai politici, centinaia di catalani sono stati arrestati e processati per aver indossato nastri gialli, cantato, manifestato... una repressione che assume espressioni isteriche, come perseguitare un clown perché porta un naso rosso ved – non su – un ufficiale della Guardia Civile.

Valtonyc e Pablo Hasél

Il coinvolgimento politico dei due rapper ha incontrato una risposta particolarmente aggressiva da parte delle autorità spagnole. Hanno rappato e rimato sull'irruzione nell'Assemblea Nazionale con gli AK-47 (fucili automatici) e sull'impiccagione del re in piazza. Le rime possono suggerire cattivo gusto, ma essere assicurati alla giustizia? Dopotutto sono solo canzoni. Pablo Hasél è stato condannato a due anni di carcere per incitamento al terrorismo e oltraggio alla famiglia reale. Ha deciso di scontare la pena.

La Spagna avverte la pressione delle istituzioni internazionali?

Valtònyc è stato condannato a tre anni di carcere, ma ha cercato rifugio in Belgio, che finora ha accettato di non estradarlo.

Attualmente sono più di 100 le persone processate, in esilio, multate o in carcere per messaggi su Twitter, canzoni, spettacoli di marionette, critiche alla polizia o al re sui social media, opere d'arte... per aver fischiato l'inno nazionale spagnolo durante una festa. partita di calcio o mancanza di rispetto verso Dio in contesti pubblici. La Spagna è diventata per la Chiesa cattolica ciò che l’Arabia Saudita è per l’Islam radicale?

Tortura senza punizione

Comitato di monitoraggio della tortura del Consiglio d’Europa ha pubblicato nel 2018 un feroce rapporto contro la Spagna che descrive maltrattamenti, percosse e pratiche di tortura nelle stazioni di polizia e nelle carceri della Catalogna. Il rapporto racconta anche di celle sporche, senza finestre e di lunghi periodi di isolamento dei detenuti.

La Spagna ha molti problemi, ma mantiene una resistenza incrollabile alle numerose richieste internazionali di limitare i metodi repressivi e autoritari che caratterizzano ampi settori delle forze di sicurezza e della magistratura.

Nel 2019 condannato dell'ONU Tortura da parte di un comitato per i diritti umani da parte di un ufficiale della Guardia Civile contro un membro dell'ETA. Amnesty International ha condannato in diverse occasioni la Spagna per il ricorso all'isolamento e all'ampio ricorso all'impunità per le torture commesse da agenti di polizia o membri della Guardia Civile. La Corte europea dei diritti dell'uomo ha avuto diversi casi contro la Spagna riguardanti la mancanza di procedimenti giudiziari nei casi di tortura. La tattica della Spagna finora è stata quella di astenersi dal rispondere alle accuse. Le autorità avvertono la pressione delle istituzioni internazionali?

Il regime dal 1978

Il problema principale della Spagna deriva dall'attrito tra una multinazionale Spania con molteplici lingue, culture (per lo più repubblicane) e la Spagna che vinse la guerra, elevò Franco e restaurò la monarchia minacciando di tornare a un regime militare.

La Casa dei Borbone utilizzò più volte colpi di stato militari per riconquistare il trono; l’ultima volta è costato alla Spagna 40 anni di dittatura. È impossibile non identificare la monarchia con Franco, i Borboni con la repressione, la Guardia Civil con l'autoritarismo, la Destra Nazionale Cattolica con il mecenatismo nepotista di una società costruita grazie al saccheggio delle proprietà repubblicane negli anni del dopoguerra.

Juan Carlos I di Spagna (che ha abdicato nel 2014) ha recentemente annunciato di aver lasciato il Paese affinché le accuse di corruzione contro di lui – avanzate dalle autorità di Belgio e Svizzera – non danneggino la reputazione della casa reale. Segue così le orme dei suoi predecessori di Casa Borbone negli ultimi 140 anni: l'esilio.

Si dice che si trovi negli Emirati Arabi Uniti, un paese che non ha un trattato di estradizione con la Svizzera.

Nel frattempo, il re Filippo VI ha ritenuto suo dovere premiare e conferire medaglie alle migliaia di agenti di polizia e membri della Guardia Civile che hanno picchiato donne e anziani alle urne di Barcellona nel 2017 perché avevano avuto l’ardire di votare senza autorizzazione.

Lo Stato terrorista è forse una definizione troppo netta. Stato oppressivo? Stato autoritario? Democrazia moderna?

- proprio annuncio -

Ultimi commenti:

Articoli Recenti

Il pianeta umano

SAGGIO: Cosa si nasconde realmente nel termine “antropocene” come termine per l’era in cui ci troviamo ora? L’Antropocene si riferisce ai molti modi in cui noi esseri umani abbiamo trasformato il mondo e lo abbiamo ricreato a nostra immagine. Ma c’è stata una discussione tra biologi, antropologi, geologi e altre discipline su cosa significhi effettivamente il termine.

Il desiderio, secondo Lacan, è impossibile da afferrare

PSICOLOGIA: Blaise Pascal fu una figura contraddittoria: fu uno dei matematici e scienziati più importanti di tutti i tempi, ma allo stesso tempo un cattolico piuttosto severo e dogmatico. Per dogmatico si intende principalmente il fatto che egli sottolineava una chiara distinzione tra fede e conoscenza. E chiediti: esiste una differenza tra la "verità dell'idiozia" e l'"idiozia della verità"?

La resistenza della NATO, un germoglio per SF e Orientering

PARTITO LAVORATORE: La forza trainante del movimento operaio ha manipolato la Norvegia obbligandola ad un matrimonio militare, politico ed economico con il blocco capitalista occidentale della NATO. Quali metodi ha utilizzato la leadership del Partito Laburista per ottenere la maggioranza e come è stata organizzata la prima opposizione? Sigurd Evensmo era redattore culturale dell'Arbeiderbladet quando furono annunciati i primi progressi della NATO. Quando il partito iscrisse la Norvegia all'alleanza nel 1949, lasciò la presidenza del redattore e si dimise dal partito laburista.

Il privato è politico

ATTIVISMO: Uno degli obiettivi principali del clero iraniano, dei politici e delle persone che sostengono il clero è quello di tenere le donne e tutto ciò che riguarda loro fuori dalla sfera pubblica. Ma la candidata al Premio Nobel Masih Alinejad sta dando voce alle donne oppresse dell’Iran attraverso i media sociali e globali. L'onestà, senza pretese, è una parte importante della vita e della scrittura di Alinejad.

Progresso nei tempi bui

FUTURO: Con crisi da tutte le parti, è diventato difficile affermare che il mondo sta andando avanti progressivamente. Nel suo nuovo libro Fortschritt und Regression, Rahel Jaeggi si attiene tuttavia all'idea di progresso. La società non mira a obiettivi intrinseci: risolvono principalmente i problemi, afferma.

Un rinnovamento della critica dell’ideologia

ALIENAZIONE: Questo piccolo libro di Rahel Jaeggi è stimolante e utile, in un'epoca in cui la critica dell'ideologia e l'ermeneutica del sospetto sono messe sotto pressione, tra l'altro da parte di persone che coltivano la “presenza” e la quotidianità. E se le nostre azioni e istituzioni si svuotassero di significato e andassero con il pilota automatico, verremmo percepiti come alienati?

C'era una volta

GAZZA: Istantanee da una Gaza che non c'è più. Una volta tutti passavano per Gaza. E per tutti era l'"Atene dell'Asia", perché era un centro di filosofia. Gaza fu conquistata, e fu ottomana dal 1516, britannica dal 1917, egiziana dal 1948 – e infine israeliana dal 1967. Nella vecchia Gaza, vedevi ragazze in minigonna, ragazze con whisky e sigarette, ragazze che ballavano e ragazze che dipingevano all'opera d'arte. accademia. E la casa da tè ottomana Beit Sitti era un ritrovo di intellettuali, musicisti e artisti. C'erano anche un gruppo rock e un centro yoga, e pizzeria Italiano e granita... Ma oggi?

Le basi biopolitiche della società moderna

FILOSOFIA: Un corpo immune è inteso come protetto contro gli invasori esterni. Ma come ha accennato Esposito, l’immunità biologica ha avuto anche un significato storico politico e militare.

Ne ero completamente fuori

Tema: L'autore Hanne Ramsdal racconta qui cosa significa essere messi fuori combattimento e tornare di nuovo. Una commozione cerebrale provoca, tra le altre cose, che il cervello non è in grado di sopprimere impressioni ed emozioni.

Quando vuoi disciplinare silenziosamente la ricerca

PRIORITÀ: Molti di coloro che sollevano domande sulla legittimità delle guerre americane sembrano essere stati spinti fuori dalla ricerca e dalle istituzioni dei media. Un esempio qui è l'Institute for Peace Research (PRIO), che ha avuto ricercatori che storicamente sono stati critici nei confronti di qualsiasi guerra di aggressione, che è improbabile che appartenessero agli amici intimi delle armi nucleari.

C'è qualche motivo per tifare per il vaccino corona?

COVID19: Dal lato pubblico, non viene espresso alcun reale scetticismo sul vaccino corona: la vaccinazione è raccomandata e le persone sono positive sul vaccino. Ma l'adozione del vaccino si basa su una decisione informata o su una cieca speranza per una normale vita quotidiana?

I comandanti militari volevano spazzare via l'Unione Sovietica e la Cina, ma Kennedy si oppose

Militare: Consideriamo il pensiero militare strategico americano (SAC) dal 1950 ad oggi. La guerra economica sarà integrata da una guerra biologica?

Nostalgia

Bjørnboe: In questo saggio, la figlia maggiore di Jens Bjørneboe riflette su un lato psicologico meno noto di suo padre.

Arrestato e messo in isolamento per il blocco Y

BLOCCO Y: Cinque manifestanti sono stati portati via ieri, tra cui Ellen de Vibe, ex direttrice dell'agenzia di pianificazione e costruzione di Oslo. Allo stesso tempo, l'interno Y è finito in container.

Un ragazzo del coro perdonato, purificato e unto

Le pinze: L'industria finanziaria prende il controllo del pubblico norvegese.

Il nuovo film di Michael Moore: Critical to alternative energy

AmbientePer molti, le soluzioni di energia verde sono solo un nuovo modo per fare soldi, afferma il direttore Jeff Gibbs.

La pandemia creerà un nuovo ordine mondiale

Mike Davis: Secondo l'attivista e storico Mike Davis, ci sono fino a 400 tipi di coronavirus nei bacini selvatici, come tra i pipistrelli, che aspettano solo di infettare altri animali e persone.

Lo sciamano e l'ingegnere norvegese

COMUNITÀ: L'attesa di un paradiso libero dal progresso moderno si è trasformata nella storia del contrario, ma soprattutto Newtopia parla di due uomini molto diversi che si sostengono e si aiutano a vicenda quando la vita è più brutale.

Esposizione senza pelle

Anoressia: spudorata Lene Marie Fossen usa il proprio corpo tormentato come una tela per il dolore, il dolore e il desiderio nella sua serie di autoritratti – rilevanti sia nel film documentario Auto ritratto e nella mostra Gatekeeper.

TEMPI MODERNI: Il giornalista cerca la verità

11 settembre Cosa è successo al pubblico norvegese quando MODERN TIMES ha scritto dell'9 settembre? Vedi il dibattito che seguì.