Ordina qui il numero di primavera

Notifiche obbligatorie!

EMAIL / Esperti indipendenti affermano che gli addetti ai lavori devono aver fatto trapelare i segreti di Hillary Clinton. L'irruzione e il furto di e-mail nel computer dei Democratici non possono essere avvenuti dall'esterno.

(THIS ARTICLE IS MACHINE TRANSLATED by Google from Norwegian)

Con l'autore Arne Ruth

Appena a sud del Campidoglio a Washington (DC) si trova la sede del Partito Democratico al 430 di South Capitol Street. È da qui che i segreti dei Democratici sono scomparsi nel 2016.

Una delle "verità" apparse sulla stampa mondiale da allora è che i russi erano dietro un massiccio hacking di documenti interni. WikiLeaks ha cospirato con gli hacker russi su questo, hanno affermato i leader democratici. L'hanno fatto per ferire Hillary e rubarle la Casa Bianca, si diceva. Ecco perché ha perso contro Trump.

The Guardian 12 ottobre 2016 e The Nation 9 agosto 2017

Come è noto, le bugie e le dicerie diventano verità se ripetute abbastanza spesso. Questo vale anche per le teorie del complotto. Ma ora le indagini forensi svolte dal gruppo Vips dimostrano che i dati rubati devono essere stati intercettati da qualcuno con accesso fisico ai computer dei democratici e poi dati a qualcuno all'esterno. Esaminando i metadati, gli esperti hanno rilevato correttamente che il 5 luglio 2016 si è verificata un'irruzione nel computer dei democratici. Ma i metadati hanno mostrato che l'intercettazione dei dati è avvenuta a una velocità che non è possibile se non tramite l'accesso diretto alle macchine. Qualcuno dall'interno deve aver scaricato i dati e li ha trasferiti direttamente su un dispositivo di archiviazione.

Nessuna prova contro i russi

Gli esperti che sono giunti a questa conclusione sono un gruppo di intrepidi veterani delle agenzie di intelligence americane, VIPS, create da Daniel Ellsberg. Hanno svolto indagini e tratto le loro conclusioni già nell'autunno 2016.

The Guardian 12 ottobre 2016 e The Nation 9 agosto 2017

Ma da dove vengono le "prove" sui russi? Il 5 dicembre 2017, il capo della società di sicurezza informatica Crowdstrike, Shawn Henry, ha rilasciato una dichiarazione alla House Intelligence Committee. La ditta Crowdstrike, che gli stessi Democratici avevano assunto per indagare i server dopo la violazione dei dati, non ha trovato prove concrete che gli account di posta elettronica fossero stati violati e il contenuto scaricato tramite il server. Crowdstrike, d'altra parte, credeva di trovare segni di una breccia nella rete: "due separati avversari affiliati all'intelligence russa hanno violato la rete DNC". Il rapporto di Crowdstrike è stato declassificato solo nel 2020, scrive la società sul proprio sito web, dove ha pubblicato il rapporto.

Veterani dell'intelligence

Quando in seguito il detective Robert Muller ha affrontato questo caso, è stato aperto a guardare i computer e non solo il server. Quando i VIPS indagano su questo, ritengono probabile che le e-mail siano state trasferite su una memory stick localmente, cioè direttamente dal computer e quindi da qualcuno che ha accesso fisico al computer nell'ufficio del democratico.

  1. Nell'agosto 2020, VIPS ha nuovamente inviato le informazioni al leader dei Democratici alla Camera dei Rappresentanti.

VIPS è l'acronimo di Veteran Intelligence Professionals for Sanity, che si traduce in "veterani dell'intelligence professionale per sanità mentale". Sono i massimi esperti dedicati con una lunga permanenza in CIA, FBI, NSA e altre agenzie. Hanno promesso di non lasciare che minacce, cameratismo o denaro deviino la sobrietà scientifica. Pubblicano le loro scoperte, tra le altre cose, sul sito Web Consortium News (consortiumnews.com). Lì puoi trovare il rapporto e le conclusioni.

A che punto siamo adesso? Le fughe di notizie interne sono difficili da usare come caso contro WikiLeaks, Assange o le cosiddette forze antiamericane. Anche se la teoria del complotto contro i russi crolla e le accuse contro WikiLeaks si indeboliscono, è probabile che le false voci persistano, se la stampa lo consente.

foto dell'avatar
John Y. Jones
Cand. philol, giornalista freelance associato a MODERN TIMES

Thriller politico dall'Egitto reale

GIORNI DEL FILM ARABO: "Boy from Heaven" è prima di tutto un film di suspense ben composto, ma allo stesso tempo offre uno spaccato emozionante degli ambienti religiosi e delle linee politiche di conflitto nell'Egitto di oggi.

I pregiudizi culturali del benessere dei bambini 

BENESSERE DEI BAMBINI: In questa cronaca, viene sollevata la questione se l'agenzia per la protezione dell'infanzia avesse ragione riguardo alla famiglia Bhattacharya.

Dove tutti lottano per attirare l'attenzione

SOGGETTI: Come dovrebbe emergere l'arte in un'epoca in cui il lavoro artistico è arrivato ad assomigliare alla vita lavorativa moderna con le sue continue richieste di comunicazione, networking e visibilità? L'aspetto e la messa in scena sono diventati più importanti del contenuto. Possiamo oggi riscoprire davvero il nostro rapporto con il tempo, l'esperienza della durata, la pratica del fare meno? Non essere un mezzo per un fine?

I vignettisti e la guerra

SATIRA: MODERN TIMES ha parlato con sette vignettisti ucraini e uno russo, tutti associati alla rete Libex, su come vedono il loro lavoro in relazione alla guerra in Ucraina.

La colomba nera della pace

ORIENTERING: Qui presentiamo un modello unico nella storia della stampa norvegese.

Una verità europea

EUROPA: Il popolo del Signore non solo aveva le migliori armi del mondo, ma aveva anche la migliore religione del mondo. Erano i bianchi e il loro diritto autoimposto a fare quello che volevano a spese degli altri.

I Kjeller della propaganda di McCarthyismen

LIBERTÀ: Chiunque sia stato esposto alla pisciata del maccartismo durante l'infanzia e la giovinezza non dimentica come funziona.

La polizia di sorveglianza

SORVEGLIANZA: All'interno della polizia di sorveglianza, ci sono ca. 300 persone.

socialdemocratici e leninisti

RIFORMA E RIVOLUZIONE: Ora, nell'era degli sforzi della federazione elettorale, vale forse la pena tentare di riflettere sui concetti di riforma e rivoluzione.

I 33 punti dell'Associazione Elettorale Socialista

Difendere la vittoria dal referendum Attraverso l'accordo commerciale, il rapporto della Norvegia con la CE è stato per il momento chiarito. Ma le forze forti nella nostra società non uniranno le forze...

Associazione elettorale socialista

POTENZA: Implica un processo a lungo termine con la formazione di un partito – in contatto permanente con la base.

I "problemi delle minoranze" in Africa e in Europa

COLONIALISMO: Qual è il conto delle colonie dopo quattro secoli di dominio coloniale? Quasi nulla di ciò che Hitler fece in Europa era diverso da ciò che le potenze coloniali nel corso dei secoli avevano fatto fuori dall'Europa.
- Annuncio pubblicitario -spot_img

Potrebbe piacerti ancheRelazionato
Consigliato