Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

John Y Jones

Cand. philol, giornalista freelance associato a MODERN TIMES

Quando la verità diventa minacciosa

GIULIANO ASSANGE: L'Aftenposten aveva imparato da Julian Assange e succhiato ciò che poteva dal suo universo di dati WikiLeaks e da milioni di segreti, prima di gettarlo rapidamente sotto l'autobus. Assange ha creato WikiLeaks, il cellulare perpetuo degli informatori, una macchina della verità illimitata in cui agli informatori di tutto il mondo è stata data l'opportunità di raggiungere e sollevare le coperte che nascondono le bugie del potere, i loro crimini di guerra, la corruzione, la frode fiscale, conti bancari nascosti, fortune e cospirazioni. E adesso?

Gaza: diritto a difendersi?

MEDIA: Che dire di Gaza e dei media? WikiLeaks è stato fin dall’inizio un’importante fonte di rivelazioni su Israele. Il sogno di cacciare tutti i non ebrei dall'antica Palestina governava la politica di Israele molto prima che esistesse Hamas.

Come si crea la pace?

LAVORO PER LA PACE: La guerra e il disprezzo per la vita sono arrivati ​​in un momento in cui il pensiero pacifista e i pensieri di opposizione sono in condizioni peggiori di quanto non fossero da molto tempo.

Ucraina: invasione non provocata?

MEDIA: Che dire dell’Ucraina e dei media? Qui, come nel caso di Assange, il punto è che dobbiamo essere certi che le autorità gestiscano la verità.

Abbiamo bisogno di un filtro di propaganda

RUSSOFOBIA: La ragione per ORIENTERING questa volta è propaganda e russofobia

Un futuro senza eserciti

LAVORO PER LA PACE: C’è qualcosa di vagamente medievale nella narrazione dei media, dei politici e dei feticisti delle armi oggi. Ecco perché è piacevole leggere il capitolo "NATO – obsoleto" nel libro Fredskultur. O che ne dici della Costa Rica: "Non abbiamo nemici e non abbiamo bisogno di un esercito!"

La paura di cui non hanno paura

RUSSOFOBIA: La russofobia è costata centinaia di migliaia di vite, non perché tu abbia paura dei russi, ma perché hai bisogno di immagini nemiche. Gli Stati Uniti/NATO avevano pianificato e annunciato con cura una provocazione intesa a provocare reazioni da parte della Russia?

Un oblio ben diretto, un genocidio al rallentatore

GIORNALISTA: Vive questa lotta, Gideon Levy. Sulla democrazia israeliana e sul genocidio dei palestinesi. Qui in una lettera estiva dall'Islanda.

La Crocifissione di Julian Assange

GIORNALISMO: Ad agosto, il famoso giornalista americano Chris Hegdes ha visitato Oslo per discutere il caso di Julian Assange. Assange non ha solo rischiato la sua carriera di brillante esperto informatico, ma tutta la sua vita per il diritto di far emergere la verità.