Piccoli frammenti di bellezza

Gaza
Direttore: Garry Keane Andrew McConnell
(Germania, Irlanda e Canada)


OGNI GIORNO A GAZA: Il film ritrae le dimissioni che sono, in effetti, il desiderio di trovare la vita e la felicità in mezzo a tutte le tragedie.

(Questa traduzione è fatta da Google Gtranslate)

"Sono nato vicino al mare, starò vicino al mare e morirò vicino al mare!"

Le parole provengono da Ahmad Jamal al Aqraa. Ha 14 anni e sogna di diventare un pescatore, proprio come suo padre. Ma le circostanze non sono facili. Viene da al-Shati, uno dei maggiori campi profughi palestinesi nella Striscia di Gaza, e lo incontriamo mentre indossa una tuta resistente per stare in mare.

È il primo di una serie di destini umani nel film Gaza, che descrive panoramicamente le vite dei quasi due milioni di palestinesi sulla stretta striscia di terra lungo il Mediterraneo. Il blocco israeliano è stato un fatto agghiacciante per più di un decennio e per la maggior parte della popolazione, angoscia e miseria sono una condizione più o meno permanente. ...

- annuncio pubblicitario -

Caro lettore. Hai letto oltre 15 articoli gratuiti, possiamo quindi chiederti di iscriverti Abbonamento? Quindi puoi leggere tutto (comprese le riviste) per 5 euro.

Hans Henrik Fafner
Fafner è un critico regolare a Ny Tid. Residente a Tel Aviv.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato