Il potere esplosivo dell'istantanea

Pentiti gentili
Autore: Maria Pasenau
Editore: Proprio editore, Norvegia

INFORMAZIONI SUL FOTO BOOK: Una conversazione intensa e poliedrica in più livelli sul libro fotografico, che con la sua premessa contestuale intensifica l'istantanea.

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Vari libri fotografici
Catherine Sieverding

Anche con attrezzature semplici, l'istantanea può essere utilizzata per esplorare il corpo, il genere, la sessualità e l'identità. Le molte immagini stravaganti e molto intime della fotografa Maria Pasenau hanno qualcosa di sensuale e intrigante in loro. Laddove i motivi stessi avrebbero potuto rapidamente portare a una presentazione speculativa e disgustosa, Pasenau trova invece nei motivi qualcosa di vulnerabile, tremante e saturo di colore.

I nudi studi ricorrenti di Pasenau su se stesso e il progetto di amicizia con l'estradizione fotografica forniscono una potente immagine di un rituale di transizione: cascate di immagini da un inizio esplorativo senza pelle disgiunto e conteso colpiscono un nervo. Come dice lei stessa: “Le foto sono di un tempo che non tornerà. Ho fotografato per non dimenticare. "

Pasenau e Sieverding

A un ritmo furioso, la moderatrice Zofia Cielatkowska attira i partecipanti a Kulturhuset attraverso le fotografie e il processo dietro la recente mostra Pasenau e il diavolo e il libro fotografico finanziato dal pubblico di Pasenau Pentiti gentili - sì, l'ortografia e la citazione sono una scelta dell'artista dislessico, derivano da una vera e-mail che Pasenau ha inviato.

Spirito di giovane età

- annuncio pubblicitario -

Con la sua enorme produzione – 350 delle complessive 3000 foto di documentazione hanno avuto luogo nel libro – Pasenau chiede di essere ascoltato e non ultimo visto. È tra le più giovani acquistate al Museo Nazionale con 12 opere fotografiche nell'aprile di quest'anno.

La sua capacità di ritrarre uno spirito giovane intatto dà chiare associazioni alla fotografa Nan Golding o al regista Larry Clark, che a molti piace paragonarla a: primi piani di volti in cui i brufoli, il sangue o altro dal corpo imperfetto non sono qualcosa che è nascosto o l'uomo si vergogna. Questa spudorata autenticità è seguita da elementi sfacciati, allettanti e luminescenti che risalgono al tempo di Pasenau come photo editor per la rivista NATT & DAG.

Pasenau mostra le immagini del libro

Pasenau parla dell'ampio uso di se stesso nella sua ultima mostra Pasenau e il diavolo presso la Galleria fotografica: sulla libertà di spingere i confini, non dipendere dal trattenersi per gli altri, per eliminare i chiarimenti sui diritti.

Con l'uso della mostra di scrivere poesie, fotografie, installazioni e sculture in legno da sole, emerge una parentela con le opere precedenti di Bjarne Melgaard.

manipolazione

La seconda ospite principale della serata è la tedesca Katharina Sieverding, di origine ceca, professoressa a Berlino e nota per le sue numerose serie di colossali autoritratti. Come atto anti-fotografico, il suo lavoro si basa spesso su una foto di passaporto manipolata a strati. Il mitico, androgino e indefinibile eleva i ritratti non solo oltre il privato, ma anche a un'esperienza che ci porta ben oltre la faccia che era il loro punto di partenza.

Maria Pasenau

Le immagini ingrandite di un sole azzurro, insieme agli autoritratti a cura, sono state riunite in costellazioni sempre nuove negli innumerevoli libri fotografici e mostre internazionali di Sieverding. Le relazioni tra le varie opere e il modo in cui la loro percezione è cambiata dal contesto è uno dei numerosi aspetti che Sieverding ha in comune con Pasenau.

Che una presentazione mozzafiato a Kulturhuset mostri solo una parte del lavoro di Sieverding, dice qualcosa sulla sua produttività. Meritava più spazio.

Maria Pasenau

Anche con una differenza di età di 50 anni, queste due regine notturne fotografate sono più simili che diverse. La vagliatura, d'altra parte, non si occupa della fotografia come ricordo. Solarizza, dorature, filtri e graffi – con questo trasforma il familiare in immagini del non detto in precedenza. Negli ultimi anni ha lavorato esplicitamente politicamente.

Laddove Pasenau ricorre a Kickstarter per completare il suo progetto di libro, Sieverding ha utilizzato copie in bianco e nero a prezzi accessibili e proiezioni a parete per garantire la monumentalità nel contesto del suo lavoro.

Il critico cinematografico e storico dell'arte Heidi Bale Amundsen e il professore di sociologia Bjørn Schiermer Andersen hanno completato la serata a Kulturhuset a un ritmo più lento. Ben fondati, hanno riflettuto, tra l'altro, su come la fotografia cambia nel momento in cui finisce tra due raccoglitori, ma hanno anche sottolineato la necessità di assumersi la responsabilità della grande influenza della fotografia.


la mostra Pasenau e il diavolo mostrato alla Galleria fotografica fino al 12 ottobre.

Ellen Lande
Lande è una scrittrice e regista di film e una scrittrice regolare per Ny Tid.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti – tra una dittatura che monitora lo stato e la spietata autoespressione dell'individualismo liberale. Forse una sorta di ordine sociale anarchico?

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.

Distruzione creativa

SPAZZATURA: La Norvegia non è attrezzata per lo smistamento dei tessuti. Anche se selezioniamo la spazzatura, non siamo neanche lontanamente vicini a luoghi in Giappone che possono riciclare in 34 categorie diverse. L'obiettivo è che i comuni non siano lasciati con rifiuti e senza camion della spazzatura!

La società di controllo e gli indisciplinati

MAMME TARDIVE: Le persone oggi stanno acquisendo sempre più controllo su ciò che li circonda, ma stanno perdendo il contatto con il mondo. Dov'è il limite per misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche?