Teatro della crudeltà

La memoria selettiva della Cina

ANNIVERSARIO CON BISMAK / Il regime cinese non vede l'ironia nel rendere omaggio agli studenti che hanno manifestato nel 1919, pur continuando a reprimere qualsiasi protesta degli studenti di oggi?

Questo è un grande anno per gli anniversari in Cina. Il 4 maggio la Repubblica popolare ha celebrato il centenario del Movimento 4 maggio, le manifestazioni studentesche davanti alla Porta di Tiananmen a Pechino nel 1919, che segnarono la nascita del nazionalismo cinese. E poi, un mese dopo, il 4 giugno, ricorreva il 30° anniversario della violenta repressione delle manifestazioni studentesche pro-democrazia nello stesso luogo. Tuttavia, questo traguardo non sarà ufficialmente riconosciuto, tanto meno celebrato, in Cina.

Immortalizzazione e tabù

Le manifestazioni del 1919 sono immortalate nella pietra nel monumento agli eroi del popolo a . . .



Caro lettore.
Per saperne di più, crea un nuovo account lettore gratuito con la tua email,
o registrazione se lo hai già fatto in precedenza (clicca sulla password dimenticata se non l'hai già ricevuta via email).
Seleziona qualsiasi Abbonamento (€ 69)
denis@nytid.no
denis@nytid.no
Ho è professore di storia alla Yale University e autore di Curating Revolution: Politics on Display in Mao's China.© Project Syndicate 1995–2019 Tradotto da Lasse Takle

Potrebbe piacerti anche