Niente più eroi russi

Elezione della Russia
Direttore: Alexandr Rastorguyev
(Russia, Germania)

L'elezione della Russia getta una luce deprimente sull'opposizione in Russia. Rappresentano davvero un vero cambiamento a beneficio delle persone?

Non ci sono eroi nel coinvolgente documentario di 90 minuti di Alexandr Rastorguyev. Elezione della Russia fa luce sugli errori che l'opposizione russa ha fatto allo stato corrotto di Vladimir Putin, che ha creato poco più che titoli in Occidente e vittime della violenza della polizia e degli arresti a casa.

Rastorguyev ha un talento raro per il documentario politico critico. È sia un attivista dell'opposizione che è stato arrestato e picchiato dalla polizia durante il suo lavoro, sia un osservatore simpatico e acuto. in Elezione della Russia combina una fotografia brillante, spesso anche nel mezzo di eventi violenti, con un occhio chiaro per filmati narrativi e ben incorniciati.

Questo è un documentario completamente realizzato, prodotto da due collaboratori di lunga data: il russo Yevgeny Gindilis e il tedesco Simone Baumann, che sanno che gli spettatori europei hanno bisogno sia di spiegazioni che di guida per capire cosa sta succedendo in Russia.

Mito nazionale

Åpningsbildene vil overbevise seere med selv bare en forbigående interesse for russisk innenrikspolitikk om å se videre: Filmen starter muntert, med folk utkledd i militæruniformer samlet i sentrum av Moskva 12. juni 2017 for å feire Russlands nasjonaldag. Nydelige piker og kjekke unge menn i uniformer fra andre verdenskrig og Røde armé-soldater danser i nærheten av Den røde plass, mens unger kravler over gamle militære kjøretøyer og klassiske våpentyper.
. . .

- annuncio pubblicitario -

Caro lettore. Puoi leggere un articolo gratuito al giorno. Forse torna domani. O che ne dici di disegnare Abbonamento? Quindi puoi leggere tutto (comprese le riviste) per 5 euro. Se sei già lì, accedi al menu (possibilmente il menu mobile) in alto.

Nick Holdsworth
Holdsworth è scrittore, giornalista e regista.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti – tra una dittatura che monitora lo stato e la spietata autoespressione dell'individualismo liberale. Forse una sorta di ordine sociale anarchico?

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.

Distruzione creativa

SPAZZATURA: La Norvegia non è attrezzata per lo smistamento dei tessuti. Anche se selezioniamo la spazzatura, non siamo neanche lontanamente vicini a luoghi in Giappone che possono riciclare in 34 categorie diverse. L'obiettivo è che i comuni non siano lasciati con rifiuti e senza camion della spazzatura!

La società di controllo e gli indisciplinati

MAMME TARDIVE: Le persone oggi stanno acquisendo sempre più controllo su ciò che li circonda, ma stanno perdendo il contatto con il mondo. Dov'è il limite per misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche?