L'istruttrice della spiaggia Kosher Karin Kainer

Vivere fianco a fianco con gli altri


BEACH ONU: La spiaggia segregata per genere a Tel Aviv è in circolazione da molti anni, che è diventata gradualmente un paradiso per una popolazione ultraortodossa.

Fafner è un critico regolare in TEMPI MODERNI. Risiede a Tel Aviv.
E-mail: fafner4@yahoo.dk
Pubblicato: 2019-10-28
Kosher Beach

Karin Kainer (Israele, Stati Uniti)

Un giovane canta un'aria di un'opera ben nota. Sono Puccini. Accanto ad essa, due uomini ballano sui toni, strettamente ed entrambi in microscopici costumi da bagno. Mentre un piccolo gruppo di ragazze ultraortodosse si fermano, si fermano esitanti, poi abbassano lo sguardo, ma ancora non possono fare a meno di fissare i sorrisi mentre ridacchiano a vicenda.

L'apparenza è una realtà apparente, ma ecco una scena dell'ultimo documentario del regista israeliano Karin Kainer, Kosher Beach, mostrato al DocAviv di quest'anno. È una rappresentazione incisiva di un luogo a Tel Aviv in cui un incontro culturale quasi separato si svolge nel modo più bello, vale a dire Nordau Beach all'estremità settentrionale della lunga spiaggia della città. La spiaggia è chiusa con un'alta tavola per proteggere i bagnanti da occhi indiscreti, ed è una destinazione escursionistica popolare per la popolazione ultra-ortodossa. Gran parte degli ospiti della spiaggia proviene dal vicino comune di Bnei Brak. "Tutto è vicino in Bnei Brak", dice una delle donne che segue il film. «Dalla finestra della mia cucina, posso guardare direttamente in altri otto appartamenti e puoi sentire ogni singola risata dai vicini. Quando esco qui sulla spiaggia, ho un incredibile senso di libertà. Il mare mi apre il cuore ".

E funziona in questo modo, domenica, martedì e giovedì sono riservati alle donne, mentre gli uomini hanno lunedì e mercoledì per fare un tuffo appartato nel Mediterraneo.

L'istruttrice della spiaggia Kosher Karin Kainer

spiaggia delle Nazioni Unite

La spiaggia segregata per genere di Tel Aviv esiste da molti anni, ma nessuno ricorda davvero quanti. A poco a poco, è diventato un paradiso per una popolazione ultraortodossa che di solito viene dall'esterno. Ma completamente nello spirito del pluralismo, il Consiglio comunale di Tel Aviv ha assunto l'incarico e gestisce la spiaggia come offerta comunale. Viene fornita la pulizia e i quattro bagnini presenti durante l'orario di apertura della spiaggia sono a carico del comune.

È in sé ...


Caro lettore. Hai già letto i 4 articoli gratuiti del mese. Che ne dici di supportare i TEMPI MODERNI disegnando una corsa online Abbonamento per libero accesso a tutti gli articoli?
Abbonamento NOK 195 / trimestre

Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)