Ordina qui l'edizione estiva

Un nuovo sguardo alla tua biografia 

Non c'è autunno senza l'Esposizione autunnale di Oslo. Quest'anno è il rapporto tra uomo, natura e cultura ad essere interpretato nelle tante opere d'arte, racconta a Ny Tid l'artista visiva Marte Aas. 

Forse la mostra d'arte più visitata dell'anno si apre sabato 8 settembre e, secondo l'artista Marte Aas, è una narrazione complessa con diversi livelli e temi che giocano insieme. Aas è uno dei sei artisti che fanno parte della giuria dell'Esposizione autunnale di quest'anno.

- Puoi svelarci alcuni dei temi della mostra di quest'anno?

"C'è chiaramente una volontà e un desiderio di tematizzare una nuova comprensione sia del concetto di natura che del posto dell'uomo sulla terra. Può essere una rappresentazione diretta, sia nella pittura, nelle opere concettuali o nella fotografia. Ci possono essere anche opere che tematizzano un concetto mutato di natura legato alla minaccia climatica e all'era antropocenica in cui ci troviamo".

"Il fatto che vediamo l'uomo come la misura di tutte le cose è forse uno dei motivi per cui siamo finiti dove siamo ora".

L'età antropocenica è un'interpretazione dell'attuale era geologica, dove l'uomo è al centro e dove le distinzioni tra natura e cultura sono vissute come sfumate.  

Nasjonal identitet og det Aas kaller «kroppens utsatthet», er også temaer hos flere av kunstnerne . . .

Caro lettore.
Per saperne di più, crea un nuovo account lettore gratuito con la tua email,
o registrazione se lo hai già fatto in precedenza (clicca sulla password dimenticata se non l'hai già ricevuta via email).
Seleziona qualsiasi Abbonamento (€ 69)

Kaisa Ytterhaug
Kaisa Ytterhaug
Ytterhaug è un libero professionista a Ny Tid.

Potrebbe piacerti anche