Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Dagli eco-incubi al rilievo storico

Il Ministero per il futuro
Forfatter: Kim Stanley Robinson
Forlag: Orbit, Storbritannia

TERRA DELLA TERRA: In un nuovo romanzo collettivo rivoluzionario, possiamo leggere di come la crisi climatica si sta intensificando e sta emergendo un nuovo ordine mondiale ecologico.

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Finora abbiamo affrontato in gran parte il cambiamento climatico come un problema altamente sgradito, imminente e quindi anche trascurabile: una sorta di semi-realtà, un po 'come una malattia che non vogliamo affrontare.

Robinson ha già cercato di ritrarre ciò che accade quando il cambiamento climatico diventa effettivamente una realtà – alla fine del libro New York 2140, dove il mare è salito di 50 metri. Ciò che potrebbe essere mancato nel libro era una rappresentazione di le vittime per catastrofi così enormi, è necessario il prezzo umano diretto e concreto per la formazione politica delle misure che conosciamo. Nel nuovo romanzo, all'inizio compensa questo.

Ondata di caldo in India

C'è qualcosa di visionario e inquietante nei primi capitoli, dove Robinson descrive un'ondata di caldo in India alla fine degli anni '2020. L'umidità e il caldo creano una mortale "temperatura umida", che rende impossibile rinfrescarsi con il sudore: il caldo agisce come una febbre mortale. Le raffigurazioni di Robinson di folle che si accalcano in stanze con condizionatori d'aria sovraccarichi fino a quando la rete elettrica non si interrompe sono abbastanza inquietanti.

Nonostante una minaccia di violenza, elementi di terrore e un soffocante panico globale, lo sviluppo principale del romanzo va nella direzione di una rivoluzione silenziosa.

L'incubo totale inizia quando descrive la disperata fuga in un piccolo lago nel centro di Lucknow, dove le persone stanno come aringhe in un barile con l'acqua alla gola sperando di raffreddarsi, finché l'acqua non si riscalda. Alla fine, tutti muoiono sia in acqua che a terra: milioni di persone vengono praticamente bollite vive. L'unico sopravvissuto diventa anche uno dei testimoni traumatizzati e inconciliabili del libro, uno che ha visto con i propri occhi qual è il prezzo di non agire finché non è troppo tardi.

I vantaggi della finzione

- annuncio pubblicitario -

Poiché i problemi climatici sono difficili da superare e poiché i cambiamenti sono graduali e si estendono nel futuro, la narrativa sul clima è diventata un genere importante negli ultimi anni. Scene come quelle dipinte da Robinson rendono la situazione davvero per noi. Un decennio fa, gli accademici Oreskes e Conway hanno scritto il testo Il crollo della civiltà occidentale, uno sguardo indietro alla catastrofe climatica scritto da un immaginario storico futuro. Invece di un resoconto così distante del corso della storia mondiale, Robinson sceglie di raccontare la sua storia attraverso testimoni oculari e testimonianze.

In un momento, la voce del narratore è un potente uomo d'affari di Davos, che ritrae cinicamente e blasfemamente le proteste "ingenue" degli ambientalisti. Un attimo dopo, seguiamo la moglie di un contadino in Asia, che scopre che lei e suo marito possono fare soldi coltivando la terra in modo da sequestrare il carbonio, grazie alla nuova green economy. In un altro momento siamo in Antartide, dove scienziati e ingegneri stanno cercando di pompare il sott'acqua dalle profondità dell'oceano sotto i ghiacciai, in modo che il ghiaccio non penetri nell'oceano e anneghi le coste del mondo. In questo modo, la storia diventa un mosaico di scorci e scene che sembrano tutti immediati e vivi.

La battaglia per la Terra

Intesa come una lotta om La terra scivola in una lotta per Terra, il libro è una rappresentazione di un enorme conflitto tanto quanto di una crisi. Allo stesso tempo, si sta svolgendo un conflitto nella vita di Mary Murphy, il capo dell'organismo delle Nazioni Unite a Zurigo, che prende il nome di Ministero del Futuro. Prova frustrazioni vedendo che qualcosa deve essere fatto velocemente, ma che tutto va troppo lentamente. Il tempo stringe tra negoziati pacifici e processi burocratici, e dove una volta si vedeva l'impazienza, ora prevale la disperazione.

In India, che è stata colpita dalla fatale ondata di caldo nelle scene iniziali, le autorità sono favorevoli all'uso dell'ingegneria del clima e al rilascio di anidride solforosa nell'atmosfera per raffreddare il globo, un effetto che gli scienziati conoscono dall'eruzione del vulcano Pinatubo nel le Filippine. L'India sarà anche l'area centrale per Kalis Warriors, un'organizzazione eco-terroristica che sabota le navi da crociera e il traffico aereo e attacca obiettivi strategici in tutto il mondo.

Nonostante una minaccia di violenza, elementi di terrore e un soffocante panico globale, lo sviluppo principale del romanzo va nella direzione di una rivoluzione silenziosa. Il concetto di rivoluzione è anche discusso in alcuni dei capitoli saggistici e socio-economici del libro, dove Robinson si permette di dare un'introduzione completa ad argomenti rilevanti e dettagli tecnici. L'economia mondiale è storicamente "ecologizzata" attraverso l'introduzione di una valuta internazionale del carbonio basata su blockchain, il che significa che tutto ciò che in precedenza era esternalità – come inquinamento e danni agli ecosistemi – è incluso come valore monetario.

La speranza di una nuova speranza

A poco a poco, passo dopo passo, fino al 2050, le cose iniziano effettivamente a migliorare. L'India finisce per guidare il mondo verso una trasformazione agroecologica e vengono varate misure per riportare la natura al suo stato originale in vari continenti, con un nuovo fiorire di mandrie selvatiche, bufali e gazzelle. Anche qui emergono gli elementi tipicamente utopici di Robinson: come una sorta di simbolo di sollievo, graziosi dirigibili volteggiano su nuove terre selvagge, governate da piloti simili a Jules Verne e da una nuova generazione di cittadini del mondo orientati alla natura.

La lettura di questo romanzo di 576 pagine, che alla fine sembra tanto vario, complesso e caotico quanto il mondo stesso, viene vissuta come un viaggio attraverso un futuro che potrebbe benissimo essere considerato reale, un collo di bottiglia storico in cui tutto è in gioco. Non è il destino e la vita dei personaggi principali a far andare avanti la storia, dal momento che qualsiasi approccio al dramma, inclusa la morte e l'amore, è smorzato da un sobrio realismo quotidiano.

Ma proprio in virtù di questa quiete con i piedi per terra, possiamo percepire il tutto, il dramma completo di cui anche noi stessi siamo partecipanti. Come i nuovi personaggi, anche noi ci stiamo dirigendo verso il 2060, verso un punto in cui entrambi abbiamo fallito – o è riuscito effettivamente a salvare il mondo.

Il romanzo sul Ministero del Futuro evoca un mondo in cui l'umanità, dopo crudeli disastri e prove estenuanti, sperimenta finalmente un tremito di sollievo quasi miracoloso: l'alba di una nuova speranza storica e un futuro con tutte le possibilità. In questo modo, il libro dà un assaggio di una sensazione tanto attesa che possiamo solo sognare al momento – e per cui lottare.

Anders Dunker
Filosofo. Critico letterario regolare a Ny Tid. Traduttore.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Una condanna a morte per lo Stato siriano

SIRIA: Uno stato multiselettrico, multireligioso, multilingue e multietnico dilaniato dal partito Ba'ath, estremisti, milizie e superpotenze rivali, che chiedono la loro parte del Paese.

Il neoliberismo come arte di governo più indiretta?

GESTIONE: Questo è un libro su cos'è il neoliberismo, anche come un'arte di governo più indiretta

Tutti contro tutti

RIFUGIATI: L'unità è polverizzata, tutti pensano solo a cavarsela da soli, sopravvivere, strappare un boccone in più, un posto nella coda del cibo o nella coda del telefono.

Molti conservatori norvegesi faranno un cenno di apprezzamento a Burke

UNA DOPPIA BIOGRAFIA: Dagli anni '1950, le idee di Burke hanno subito una rinascita. L'opposizione al razionalismo e all'ateismo è forte tra i 40-50 milioni di cristiani americani evangelici.

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti.