Ordina qui l'edizione estiva

Rilassarsi con il fratello maggiore

Google sviluppa nuovi servizi a un ritmo veloce e sa sempre di più su di te. Sembriamo prosperare sull'attenzione.

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

[internet] Google propone costantemente servizi nuovi, intelligenti ed eleganti a un ritmo vertiginoso. Google sta per diventare molto di più del semplice motore di ricerca più grande e migliore del mondo. Nel 2005, Google ha superato Time Warner e Disney per diventare la società di media di maggior valore al mondo, scrive la BBC.

I fondatori di Google Larry Page e Sergey Brin stanno ora sfidando Bill Gates. Mentre Microsoft ha basato il suo impero sull'acquisto di programmi per il tuo computer, Google scommette sul web. A marzo, Google ha acquisito il sito web Writely.com, un'alternativa online a Word. Dagens Næringsliv ha scritto questa settimana sul nuovo calendario lanciato da Google, una delle numerose fasi della competizione contro Outlook di Microsoft.

La tecnologia di ricerca e gli annunci pertinenti sono la formula di successo per il motore di ricerca di Google. Google sta portando questa ricetta su molti dei nuovi servizi. Gmail è il servizio di posta elettronica di Google. La capacità di archiviazione per gli utenti di Gmail è ora di ben 2,7 gigabyte ed è in continuo aumento. Ciò significa che puoi avere molte migliaia di immagini o documenti Word archiviati in Gmail.

Il divertimento è finanziato dalla pubblicità pertinente. Non è stato ancora deciso se anche Writely sarà dotato di annunci pubblicitari. Sia su Google.com che su Gmail, sulla destra dello schermo viene visualizzata una colonna di annunci pertinenti. La pubblicità è quindi all'incirca uguale al contenuto dei messaggi. Questo significa che Google sta leggendo il tuo post?

Analizza la posta

Quando chiami la neonata Google Norway a Trondheim, incontri una voce piacevole che ti dice che Google Norway non vuole commentare tali domande, ma fa riferimento alla sede centrale di Mountain View, in California, oltre a un gran numero di comunicati stampa sul web. Lì possiamo leggere quanto segue:

"La selezione degli annunci che corrispondono al contenuto è un processo completamente automatizzato eseguito dai computer. Nessun essere umano legge la tua posta e nessuna e-mail o altra informazione di identificazione personale viene mostrata agli inserzionisti.

Questa risposta non è abbastanza buona, secondo l'Electronic Privacy Information Center con sede a Washington DC. Reagiscono in particolare al fatto che le e-mail di persone che non utilizzano Gmail, e che quindi non hanno accettato i termini di Gmail, vengono analizzate anche quando questa e-mail viene ricevuta da un utente Gmail. Pertanto, anche i non utenti possono finire con un profilo su Gmail, poiché le linee guida sulla privacy di Gmail non vietano a Google di creare tali profili, scrive il centro di ricerca.

Wikipedia è un'enciclopedia online gestita su base volontaria; gli utenti inseriscono costantemente informazioni aggiornate sulle parole chiave. Qui possiamo leggere che più di 30 organizzazioni per i diritti civili hanno sollecitato Gmail a rafforzare la privacy. Google è stato particolarmente criticato perché è possibile combinare informazioni provenienti dalla posta elettronica di una persona con informazioni sulle ricerche web della stessa persona. Non è noto per quanto tempo tali informazioni vengono archiviate e come possono essere utilizzate.

Informazioni di vendita

- Non mi sorprende che sempre più persone memorizzino informazioni online, ma mi rammarico di questo sviluppo, afferma il direttore dell'autorità norvegese per la protezione dei dati, Georg Apenes.

Ci ricorda che gli adolescenti americani sono entrati nel sancta sanctorum del Ministero della Difesa israeliano.

- E non sono esattamente dei dilettanti per proteggersi, dice Apenes.

Il ricercatore del Dipartimento di Informatica dell'Università di Oslo, Gisle Hannemyr, ritiene che le informazioni su cui si trova Google possano essere utilizzate per la sorveglianza politica.

- Google è esperto nel data mining. Le condizioni in Gmail sono che possano utilizzare la posta elettronica per raccogliere informazioni che diano a Google la possibilità di creare profili dettagliati, non solo legati direttamente ai privati, ma anche su criteri demografici, come sesso, età, luogo di residenza e interessi che può essere venduto ad aziende che conducono ricerche di mercato, dice.

Le autorità statunitensi hanno già cercato di ottenere l'accesso alle informazioni di Google nell'ambito della lotta contro la pornografia infantile. Nonostante al momento le autorità non abbiano chiesto dati personali, Google si è comunque rifiutata di ottemperare alle richieste, tra l'altro per motivi di privacy. Il caso è ancora pendente nell'ordinamento giuridico statunitense.

- Tuttavia, non c'è quasi alcun dubbio che le informazioni che Google ha sui suoi utenti siano politicamente sensibili. Può essere allettante per le autorità ottenere l'accesso a informazioni che possono essere utilizzate per la sorveglianza politica illegale, come sappiamo dal rapporto Lund [rapporto pubblico del 1996 sulla sorveglianza illegale dei cittadini norvegesi, ndr]. Preferibilmente con il pretesto di scopi che hanno un sostegno ampio e popolare come la lotta contro la pornografia infantile o il terrore, afferma Gisle Hannemyr.

Ingenuo

- Le informazioni di ricerca hanno già figurato in un procedimento penale norvegese. Si trattava di un omicidio avvelenato in cui il fatto che l'imputato avesse cercato molto su Internet il particolare veleno che era stato usato per l'omicidio è stato utilizzato come prova che era lui l'assassino. In questo caso, tuttavia, le informazioni di ricerca sono state trovate rivedendo il cosiddetto file "storia" che era memorizzato sul suo stesso computer e non consegnato da Google alla polizia, afferma Hannemyr.

- Perché così tante persone accettano di esporre le loro anime e i loro pensieri più intimi a una società commerciale che memorizza le informazioni su Internet?

- Molte persone sono molto ingenue in relazione a Internet, afferma Apenes.

- Internet è ancora qualcosa che le persone considerano fantastico e affascinante, motivo per cui siamo disposti a metterci in gioco molto di più che se fosse una vecchia tecnologia. Non vorremmo mettere il nostro archivio lungo la E6 come un mucchio di carta.

- C'è una tendenza generale da parte nostra a esporci sempre di più?

- Sì, sicuramente lo è. Al giorno d'oggi, quando è così importante essere visti, alle persone non importa che si spoglino, in senso figurato, per il pubblico in generale. Non credo che la gente si renda conto di quanto sia potente il web.

- Ma ci sono giocatori seri che gestiscono questi siti Web in cui le persone possono archiviare informazioni personali, giusto?

- Sì, e hanno interesse a proteggere il materiale. Ma se hai motivazione, risorse e un po' di pazienza, puoi penetrare qualsiasi cosa online. Inoltre, ci sono le divulgazioni involontarie, in cui, ad esempio, i dati del conto bancario sono improvvisamente disponibili apertamente a causa di un incidente, afferma Apenes.

In 1984 di George Orwell, del 1948, Orwell mette in guardia contro uno stato totalitario in cui le autorità controllano e monitorano i cittadini soggiogati. 16 anni prima, Aldous Huxley aveva scritto il romanzo Brave New World. Qui, invece, le persone sono felici e divulgano volontariamente tutte le informazioni alle autorità.

- Ho più paura di Huxley che di Orwell. Con Orwell la repressione si fa con la violenza e la polizia, mentre con Huxley gli schiavi sono soddisfatti, e se iniziano a diventare insoddisfatti possono semplicemente prendere una pillola di soma. Non credo che uno stato orwelliano sia possibile in Norvegia nel prossimo futuro, ma probabilmente Huxley non è poi così lontano, dice Apenes.

Un'altra futura distopia è descritta nel cortometraggio EPIC realizzato da Robin Sloan e Mat Thompson. Il film descrive la realtà mediatica del 2014, dove i giornali cartacei e il giornalismo critico difficilmente esistono. Al contrario, dominano le notizie personali e su misura prodotte attraverso la tecnologia dell'informazione Epic (Evolving Personalised Information Construct). In questa fiction, Epic è venuta al mondo attraverso una fusione, tra gli altri, di Google e Amazon, e le notizie che Epic produce si basano su tutte le informazioni che queste due società hanno infine raccolto sui loro utenti e sui loro interessi.

- L'epica è affascinante, dice Gisle Hannemyr.

- Servizi simili faranno probabilmente parte del futuro di Google, potranno accaparrarsi comunità online e quindi inglobare fasce sempre più ampie della popolazione. È un pensiero seducente che consente servizi improbabilmente interessanti, servizi stimolanti e divertenti che vorrò utilizzare. Google è il migliore nell'attrarre persone che vedono opportunità dove altri vedono pietre grigie, conclude Hannemyr.

post@nytid.no

Potrebbe piacerti anche