Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Non osare assumere immigrati

Il colore della pelle significa che molte persone ben qualificate non trovano lavoro in Norvegia. Il leader SV Kristin Halvorsen mette in guardia contro una nuova sottoclasse.

Il leader della SV ritiene che il governo di oggi si sia preoccupato eccessivamente di prevenire la discriminazione dei lavoratori nei luoghi di lavoro norvegesi

Il tasso di disoccupazione tra gli immigrati è di gran lunga superiore a quello tra i norvegesi etnici. E le cifre mostrano che mi allontano dalle persone norvegesi, maggiore è la probabilità che finiscano per diventare disoccupati in un comune norvegese.

Kristin Halvorsen ritiene che la ragione sia, tra le altre cose, il pregiudizio di coloro che assumono le persone. Inoltre, le autorità norvegesi sono molto rigorose e non accetteranno l'istruzione presa in molti paesi. Coloro che chiedono l'approvazione della loro istruzione scoprono anche che ci vuole molto tempo per ottenere risposte dalle autorità norvegesi.

- Molti subiscono anche discriminazioni perché ci sono pregiudizi nei confronti della loro origine etnica e perché hanno uno strano nome, afferma Halvorsen al notiziario P4.

- annuncio pubblicitario -

Kristin Halvorsen afferma che è importante che questa sfida sia affrontata al più presto per evitare che le nuove generazioni di immigrati vengano escluse dal mercato del lavoro a causa della loro origine etnica e non per mancanza di qualifiche.

Kristin Halvorsen ritiene che la situazione odierna potrebbe portare a una nuova distinzione di classe in Norvegia in futuro, dove il colore della pelle sarà decisivo per ottenere un lavoro o meno. Vuole una politica che includa tutti.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Tutti contro tutti

RIFUGIATI: L'unità è polverizzata, tutti pensano solo a cavarsela da soli, sopravvivere, strappare un boccone in più, un posto nella coda del cibo o nella coda del telefono.

Molti conservatori norvegesi faranno un cenno di apprezzamento a Burke

UNA DOPPIA BIOGRAFIA: Dagli anni '1950, le idee di Burke hanno subito una rinascita. L'opposizione al razionalismo e all'ateismo è forte tra i 40-50 milioni di cristiani americani evangelici.

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti.

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.