Ordina qui l'edizione estiva

Paura del terrorismo

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

È del tutto legittimo di Jan Borgen (Ny Tid 21 ottobre) per combattere per il trasferimento dell'ambasciata americana da Drammensveien a Husebyskogen. Ma non è onesto quando afferma che "la posizione dei rappresentanti di SV in pratica significa che il partito antepone la protezione di uno spazio libero alla protezione della vita di altre persone".

Per me, la vita umana ha lo stesso valore sia che vivano a Frogner che a Huseby. Nella misura in cui oggi "la minaccia del terrorismo incombe su molte persone" intorno all'attuale ambasciata americana a Drammensveien, spostare questa minaccia terroristica a Husebyskogen non è una soluzione. In un'area dove ogni giorno 20.000 auto passano davanti all'ambasciata. Dove 2.000 bambini si allenano settimanalmente a Njårdhallen, che diventa il vicino più vicino all'ambasciata. E dove centinaia di bambini passano davanti all'ambasciata mentre vanno a scuola e vanno e vengono dagli amici.

È abbastanza reale quando Jan Borgen scrive durante la mobilitazione per un incontro pubblico: "HAI pensato a quanto è grande il rischio di attacchi terroristici? LA POLIZIA HA FATTO QUESTO. Ecco perché stanno con le mitragliatrici cariche in Drammensveien".

Ma Jan Borgen sa perfettamente che ovviamente la polizia starà con le mitragliatrici cariche anche presso un'ambasciata americana a Husebyskogen. La minaccia terroristica contro l'ambasciata è la stessa. Migliaia di altri bambini e giovani sentiranno la stessa insicurezza che provano oggi Jan Borgen ei suoi figli. Questo non preoccupa Borgen?

Nei problemi di localizzazione, compaiono spesso campagne basate sulla motivazione "Not In My Backyard". Questo può valere per le istituzioni farmaceutiche, la psichiatria e le ambasciate. Come membro del consiglio comunale, devo pensare in modo olistico, indipendentemente dal fatto che le azioni abbiano origine dai vicini di Huseby o Frogner.

È desiderabile che l'ambasciata americana viene spostata da Drammensveien. E dietro c'è un consiglio comunale unito. Ma il prerequisito deve essere che venga spostato verso un'alternativa migliore. Husebyskogen non soddisfa questo.

Ivar Johansen, consigliere comunale di Oslo per SV.

Potrebbe piacerti anche