Ordina qui l'edizione estiva

Tabloid pop

Quando la musica pop è tabloidizzata, ci rimangono medley e suonerie.

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

[pop] Quando negli anni '1960 il rock decollò davvero sui dischi LP, molti si accontentarono della canzone pop lunga tre minuti. Oggi, tre minuti sono troppi per sempre più DJ, artisti e consumatori. Le canzoni sono ora ridotte alla loro essenza e il mercato esplosivo delle suonerie per telefoni cellulari favorisce le canzoni che ottengono il loro punto di vista in pochi secondi. La canzone pop è tabloidizzata fino a una clip del ritornello, una "battuta" facilmente riconoscibile o una parte strumentale appropriata.

"Basta fermare la musica, puoi sentirlo sulla tua suoneria", canta R. Kelly in "Tryin' to Get a Number". Il re megalomane dell'R&B ha sempre il dito sullo zeitgeist e l'album Double Up è stracolmo di canzoni che vanno dritte alla gola dei consumatori. Questa è più una raccolta di musica di utilità per DJ, stazioni radio e utenti mobili che un album tradizionale, e Kelly non è sola. Il re dell'irritazione Crazy Frog è passato dalle suonerie alle classifiche, mentre l'artista di trance svedese Basshunter corteggia spudoratamente gli utenti mobili con la canzone "Nån som ringer". La suoneria è ampiamente pubblicizzata su canali televisivi come MTV e ZTV, insieme a musica all'incrocio tra pop e r&b – con artisti come Amy Winehouse, Nelly Furtado, Gwen Stefani e Akon in prima linea.

Alla vigilia del 2004, la bibbia dell'industria Billboard ha introdotto una classifica delle vendite di suonerie separata negli Stati Uniti, che è stata rapidamente conquistata da una schiera di artisti hip-hop e r&b. Il rapper texano Chamillionaire, per il quale l'Hove and Quart Festival ha combattuto un feroce giro di offerte all'inizio di quest'anno, è diventato uno dei primi grandi successi, con vendite di oltre 3,2 milioni di suonerie della canzone "Ridin'". Quest'anno il rapper newyorkese Mims ha avuto successo con "This Is Why I'm Hot", un messaggio che calza come un guanto sul cellulare degli anni Quaranta.

Questa tabloidizzazione non è limitata al telefono cellulare. Dopo cinque cancellazioni, il rapper newyorkese Nas è finalmente salito su un palco norvegese alla fine di maggio, e sul palco Sentrum il veterano ha vomitato un successo dopo l'altro. Ma solo eccezionalmente Nas si è preso il tempo di completare una canzone oltre una strofa e il ritornello, i punti salienti del classico senza tempo Illmatic, ad esempio, sono stati eseguiti in un fantastico medley.

In Giamaica, la tradizione di pubblicare tutti gli artisti sugli stessi brani strumentali offre ai DJ un'opportunità unica di ridurre tutte le canzoni a un minuto appena. Nel mixtape Mad Sick Head Nah Good, il veterano DJ Bobby Konders passa attraverso 65 successi della scena dancehall in poco più di un'ora, e devi solo abituarti a questo sport musicale estremo. Come diceva Roxette: "Non annoiarci, arriva al ritornello".

Potrebbe piacerti anche