Ordina qui l'edizione estiva

Calma, calma al villaggio di pescatori

Janne Haaland Matlary pensava di essere con Tore Skoglund a Rorbua?

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

[Norvegia nel mondo] Spruzzi marini e interiora. Commercio e pacificazione. Cosa è rilevante e cosa no, nel dibattito sul ruolo della Norvegia nel mondo? Janne Haaland Matlary risponde raccontando storie di pesca e allo stesso tempo restringe il dibattito in modo strano.

La scorsa settimana, la rivista Samtiden ha invitato un dibattito dal titolo "La Norvegia ha un ruolo?" Quando la discussione si è spostata sul commercio, a uno dei relatori, Janne Haaland Matlary, è stato chiesto di commentare l'espansione della politica commerciale norvegese, liberale su

ittico e protezionista sull'agricoltura.

La risposta è stata più o meno questa: quando era segretaria di stato nel governo centrale alla fine degli anni '90, Haaland Matlary ha ospitato un mazzo di belle mogli diplomatiche del continente, che ha portato in una battuta di pesca, in alto mare. Il vento era fresco, gli spruzzi del mare erano su. Haaland Matlary ha sistemato le gambe del mare e ha rapidamente tirato su un po' di merluzzo spruzzato sopra lo strappo. Poi, mentre le dame bionde guardavano a bocca aperta, tagliò la testa al pesce, aprì il ventre e strappò le viscere, così che sangue e sangue schizzarono in tutte le direzioni.

Haaland Matlary ha raccolto le risate del pubblico, ma devo ammettere che non ho capito bene la battuta finale. Questo dovrebbe essere un esempio di quanto sia rozza la politica internazionale: quando i grandi e i forti si prendono cura dei loro interessi nazionali, i pesci piccoli devono aspettarsi di ricevere un coltello nella pancia? O Haaland Matlary si era sbagliata e pensava di essere con Tore Skoglund a Rorbua?

Il dibattito sugli aiuti e la mediazione della pace riguarda quanto NOI dovremmo dare per aiutarli. Il dibattito sulla politica commerciale, invece, riguarda il fatto che TUTTI sono soggetti alle stesse regole globali del gioco, tutti possono potenzialmente essere partner commerciali e quindi avere interessi contrastanti. Le regole del gioco sono dettate da noi in Occidente, ma ora cominciano a farlo anche i paesi in via di sviluppo

richiedono cambiamenti nelle istituzioni globali, come descrive Sten Inge Jørgensen nel recente libro The West is Losing Its Grip. Era anche nel panel insieme a Ingrid Fiskaa, e i due hanno avuto un'interessante discussione commerciale, che, tra l'altro, è fortemente legata a un dibattito che ha

passato qui a Ny Tid nelle ultime settimane, vedi pagina 35. Gli altri due relatori, Jan Egeland e Janne Haaland Matlary, invece, non erano interessati a coinvolgere il commercio nel dibattito sul ruolo della Norvegia nel mondo.

Qual è l'argomentazione di principio e normativa per la posizione scissa della Norvegia, dove siamo liberali sul pesce e protezionisti sull'agricoltura? Questi sono interessi nazionali, e gli interessi nazionali "sono un dato di fatto", ha detto Haaland Matlary. Implica che gli interessi nazionali debbano essere sollevati al di sopra e al di fuori del dibattito sul ruolo della Norvegia nel mondo? La Norvegia dovrebbe andare bene solo se non va contro i nostri interessi, Haaland Matlary? O è semplicemente più divertente raccontare storie di pesca?

Potrebbe piacerti anche