Ordina qui l'edizione estiva

Guerra insulare nell'Oceano Artico

Pochi ne hanno sentito parlare, nessuno vive lì, ma nelle ultime due settimane Hans Island ha creato una feroce disputa politica tra Canada e Groenlandia/Danimarca.

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

In una delle zone più fredde e impervie del mondo, l'isola di Hans si trova nell'Oceano Artico tra la Groenlandia e il Canada. È disabitato e dista solo 1,3 km2. In Groenlandia è stato chiamato Tartupaluk.

Sia il Canada che la Groenlandia rivendicano l'isola. Il suo significato oggi è per lo più simbolico, ma il riscaldamento globale ha alzato il suo profilo al massimo livello politico. Tartupaluk potrebbe rivelarsi di importanza strategica sia in relazione alla lotta per le risorse nell'Artico, ma ciò che le parti sembrano particolarmente preoccupate ora è la possibilità che tra qualche anno sia possibile navigare a nord del Canada e spingersi verso il L'oceano Pacifico. Per il traffico navale, significherà diverse cose. La rotta dall'Europa verso le coste nordamericane e russe del Pacifico sarà più breve. Per il traffico navale significa anche evitare il Canale di Panama, che attualmente crea ingorghi. E una nuova rotta a nord del Canada significa anche che possono essere utilizzate navi da carico ancora più grandi poiché il Canale di Panama non accetta le navi più grandi.

Negozierà

Il primo ministro danese Anders Fogh Rasmussen, che all'inizio di questa settimana ha incontrato i primi ministri delle Isole Faroe e della Groenlandia all'incontro nazionale annuale nelle Isole Faroe dove si è discusso di Tartupaluk, afferma che Danimarca e Groenlandia vogliono il Canada al tavolo dei negoziati sull'isola . Dice che ora vuole porre fine alla "guerra delle bandiere" durata un anno.

- È tempo per noi di fermare questa guerra di bandiere. Non appartiene a nessun posto in un mondo internazionale e moderno che un tale disaccordo possa sobbollire. La Danimarca e il Canada devono essere in grado di trovare una soluzione pacifica a questo conflitto, ha affermato Anders Fogh Rasmussen.

La guerra per Tartupaluk è in corso dal 1973. Per gran parte del tempo, il disaccordo è stato quasi un segreto e poco discusso nei due paesi. Nel 1973, l'attuale confine tra Groenlandia e Canada fu segnato sulla mappa, ma Tartupaluk rimase nella terra di nessuno. Da allora, sia la flotta canadese che quella danese di stanza in Groenlandia hanno effettuato spedizioni annuali a Tartupaluk. Non tutti gli anni è possibile arrivare sull'isola, ma quando è stato possibile si è tolta la bandiera dell'altro Paese e si è piantata la propria. Inoltre, i danesi hanno lasciato sull'isola bottiglie di acquavite, mentre i canadesi hanno lasciato whisky. Questo come saluto alla prossima spedizione che visiterà l'isola.

Provocazione canadese

La guerra è esplosa ed è diventata di dominio pubblico quando il ministro della Difesa canadese Bill Graham ha visitato Tartupaluk il 20 luglio di quest'anno. La visita ha provocato sia la Groenlandia che la Danimarca, e il ministro degli esteri danese ha inviato una lettera al governo canadese affermando che ciò era inappropriato, poiché l'isola è territorio groenlandese. Allo stesso tempo, i danesi hanno invitato a un dialogo sul futuro dell'isola.

All'inizio di questa settimana, la difesa danese ha inviato la nave di difesa costiera "Tulugaq" a Tartupaluk per issare una nuova bandiera sull'isola. Hanno effettuato questa spedizione ogni anno dal 1988.

Secondo Anders Fogh Rasmussen, il Canada ha ora fornito una risposta positiva e ora troverà una data in cui i rappresentanti della Groenlandia e della Danimarca incontreranno i rappresentanti del Canada.

Il primo ministro danese non è comunque disposto a cedere alla richiesta canadese. Afferma che l'isola fa parte del regno danese. Dice che la Danimarca ha visto l'isola come groenlandese molto prima che il Canada iniziasse a mostrare interesse per Tartupaluk.

I negoziati sull'isola inizieranno probabilmente in concomitanza con l'Assemblea generale delle Nazioni Unite a settembre. Se le parti non sono d'accordo, la Danimarca chiederà a un mediatore internazionale di risolvere la questione, altrimenti dovrà essere risolta in un forum internazionale.

Il Canada non intende lasciare che Anders Fogh Rasmussen stabilisca l'ordine del giorno. Secondo Dan McTeague, che siede nel parlamento canadese ed è portavoce del ministro della Difesa, le autorità stanno raccogliendo le prove che Tartupaluk appartiene al Canada.

Sottolinea, tra l'altro, che il Canada aveva una stazione di ricerca sull'isola durante la seconda guerra mondiale. McTeague non è direttamente impressionato dai danesi che continuano a mettere nuove bandiere sull'isola.

- Una bandiera è una bandiera. Il Canada rivendica l'isola indipendentemente da quali bandiere siano issate, afferma Dan McTeague al quotidiano The Ottawan Citizen.

Potrebbe piacerti anche