Ordina qui l'edizione estiva

Una sconfitta annunciata?

La grande coalizione in Germania riguarda il futuro della politica stessa.

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

(BERLINO:) "La coalizione delle nuove opportunità" è stata definita la grande coalizione tra i due partiti popolari tedeschi, la Democrazia Cristiana (CDU/CSU) e la Socialdemocrazia (SPD), che ora sembra destinata a diventare una realtà. Ma "Coalizione senza altre possibilità" è un termine più preciso dopo che le elezioni del 18 settembre non hanno dato la maggioranza a nessuna costellazione di governo preannunciata ed entrambi i due candidati alla cancelleria, Angela Merkel e Gerhard Schröder, hanno affermato di essere alla guida un governo nero-rosso.

Con l'avvicinarsi del fine settimana, il traffico navetta delle auto Mercedes tra Willy Brandt-Haus e Riksdagen e Konrad Adenauer-Haus e Riksdagen rispettivamente, dove i leader del partito negoziavano, divenne più frequente. Non puoi controllare i giornali online nel tuo bar locale senza che ti venga chiesto: "Haben wir jetzt einen Kanzler?"

Solo lunedì scorso è arrivata la risposta. Il nuovo leader della Germania è per molti aspetti un'eccezione. È la prima donna a scalare la vetta più alta del potere in Germania, ed è la prima cancelliera dell'ex RDT. Eppure, così è stato dovuto andare. Dopotutto, la Merkel ha ottenuto più voti di Schröder. In termini di politica reale, tuttavia, il crescente conflitto di interessi tra Schröder e l'uomo forte nell'apparato del partito, Franz Müntefering, era probabilmente più importante. L'SPD si è trovata in una situazione in cui la linea intransigente di Schöder potrebbe ostacolare l'influenza del partito. E poi la parte anteriore ha iniziato a incrinarsi. Così un'era è finita nella politica tedesca. Schröder ha annunciato che si ritirerà dalla politica dopo sette anni alla presidenza del cancelliere.

Ma l'SPD si è venduto caro e ha ottenuto otto posti di gabinetto. La CDU/CSU ha dovuto arrangiarsi con sei, ma con il cancelliere e il cosiddetto posto di Bundeschancelloramt, formalmente ci sono otto otto nel gabinetto del governo. Pertanto, sia il tiro alla fune che i compromessi perseguiteranno il governo.

Che tipo politica guiderà, è anche nelle linee del partito blu, o rossonero, fino a nuovo avviso. Sono noti solo pochissimi casi. Tra l'altro, c'è accordo su un importante investimento in ricerca e sviluppo, e alcune delle proposte di riforma più antisociali della CDU sono state abbandonate. Anche la politica familiare è un'area di attenzione annunciata. Ma con persone dell'SPD in tutti i ministeri delle riforme pesanti e anche alla presidenza del ministro degli Esteri, della vicecancelliera ea capo del ministero delle finanze, ci sono molte indicazioni che la Merkel avrà difficoltà a tenere tutto insieme. Quali saranno le conseguenze per il rapporto con gli USA e per la cooperazione dell'UE, della Turchia e così via, è attualmente troppo presto per dirlo. Che cosa questo significhi per il futuro della socialdemocrazia europea è una questione importante, ma anche irrisolta. SPD è un animale ferito e probabilmente richiederà e otterrà un impatto relativamente grande. Il compito che deve affrontare la Merkel è quello di convincere due (in realtà tre) partiti che si accigliano a vicenda dopo molti anni di conflitto a tirare nella stessa direzione. Tuttavia, se i due partiti popolari nella politica tedesca vogliono farcela con la loro credibilità intatta, dovranno produrre risultati. Fondamentalmente è l'unica cosa che parla a favore di questa coalizione. Fare qualcosa per la stagnazione economica e la disoccupazione che ha superato i cinque milioni sarebbe un buon inizio. Ma come raggiungere questo obiettivo senza strozzare lo stato sociale? Questo è il problema fondamentale della politica oggi.

Nel fine settimana iniziano le vere trattative sulla piattaforma di governo e sugli sgabelli. Secondo quanto riferito, dureranno fino al 14 ottobre. Poi le parti devono approvare separatamente l'esito della trattativa, che comunque nella Spd può presentare alcuni problemi. I primi segnali dopo che lunedì scorso si sono rese note le basi per i negoziati indicano disordini nei ranghi, soprattutto quelli di sinistra, ma anche dove la gente crede che l'SPD sia stato lasciato con il ricatto e tutti i ministeri difficili e impopolari.

Infine, il Bundestag deve approvare il tutto. La giostra delle speculazioni sta già girando di nuovo.

Potrebbe piacerti anche