Ordina qui l'edizione estiva

Finalmente una festa di sinistra tutta tedesca!

Una chiara alternativa di sinistra è emersa alle elezioni tedesche di settembre. Guidato da Gregor Gysi a est e Oskar Lafontaine a ovest, il nuovo partito di sinistra ha ricevuto l'8,7% dei voti e 54 rappresentanti nel Bundestag.

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

Formalmente è stato il Pds a vincere le elezioni, il partito che raccoglie più di un quinto degli elettori a est, ma è microscopico a ovest. Ma in realtà il PDS si è recato alle urne in collaborazione con il nuovo partito di sinistra WASG (Electoral Alternative Work and Social Justice), partito che è stato un breakout dalla sinistra dell'SPD, il maggiore partito socialdemocratico, insieme a delegati radicali di diversi sindacati. La cooperazione consisteva nel fatto che il PDS accoglieva persone del WASG nelle sue liste in tutta la Germania.

Due partiti fondamentalmente diversi

Ci sono due parti fondamentalmente diverse che ora cercheranno di fondersi. Hanno background molto diversi, uno è nuovo di zecca, l'altro sta ancora lottando per essere percepito come una sorta di successore del SED, il partito statale nell'ex Germania dell'Est.

In diversi modi potrebbero completarsi a vicenda. Nel PDS più della metà degli iscritti sono pensionati di vecchiaia. In WASG, la maggior parte delle persone ha tra i 20 ei 50 anni. Il PDS ha oltre 60.000 membri, ma non più di 5.000 nell'ovest, dove vive l'80% della popolazione. WASG ha 11.000 membri, ma solo 1.500 nell'est, metà dei quali a Berlino.

Come cane e gatto a Berlino

I problemi tra le parti sono particolarmente grandi nell'est. In Occidente, il WASG è stato fondato come alternativa al SPD, in Oriente – e almeno a Berlino – il WASG è stato fondato in forte opposizione al PDS.

Il Pds è al governo con i socialdemocratici in due stati dell'est, a Berlino e nel Mecklenburg-Vorpommern. Lì sono stati coinvolti nel taglio dei servizi sociali, nel licenziamento di dipendenti pubblici e nella privatizzazione di aziende pubbliche. I membri del WASG nell'est chiedono che il PDS esca da questi governi. In caso contrario, non ci sarà alcuna riunione di partito.

Luglio 2007 potrebbe essere in ritardo

Ci sono piani per votazioni primarie sull'assemblea del partito in entrambi i partiti e – se tutto va bene – un congresso di fondazione nel luglio 2007. Ma per allora le elezioni statali si saranno tenute in metà degli stati, a Berlino nel settembre 2006. la capitale , i media inonderanno le contraddizioni in tutta la Germania. Quindi viene esercitata una forte pressione da entrambe le direzioni del partito per trovare una soluzione a Berlino. Non sarà facile.

Ma sarà fondamentale. Non è affatto scontato che il nuovo partito di sinistra gestirà lo sbarramento nei dieci Stati occidentali. Con l'eccezione della Saarland di Lafontaine (18,5 per cento), Brema (8,3 per cento) e Amburgo (6,3 per cento), i risultati nell'ovest variavano dal 3,4 per cento in Baviera al 5,6 per cento nella Renania-Palatinato. In quattro dei dieci stati occidentali il risultato era chiaramente al di sotto del limite limite, e in altri tre appena al di sopra del 5 per cento.

Potrebbe piacerti anche