Teatro della crudeltà

Il furfante Zorro

Perché Zorro di Isabel Allende è letteratura "seria"?




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Isabel Allende ha scritto un romanzo sull'eroe mascherato Zorro, e il libro è quasi certamente offerto da Bokklubben Nye Bøker. Che pecca del solito snobismo letterario quando propone il libro attraverso la sua rivista di appartenenza: "Il personaggio di Zorro esiste da molto tempo, ma mai nella letteratura seria". Non ho letto quello di Allende Zorro, ma come è possibile inventare atteggiamenti del genere quando il personaggio di Zorro è stato effettivamente creato da uno scrittore di fantascienza? Allende è della stessa opinione: "Di cosa stai parlando? Sono una scrittrice seria", ha risposto, secondo The Guardian, quando John Gertz – che detiene i diritti di Zorro – ha offerto ad Allende di scrivere un romanzo su Zorro.

Dimentica tutto quello che già sapevi su Zorro. Dimentica tutti i film, i programmi TV, i fumetti e i libri precedenti sull'eroe mascherato. Perché adesso arriva Isabel Allende, e solo adesso Zorro diventa arte. Letteratura seria. Niente sciocchezze, linguaggio cliché e soluzioni facili. Lo stesso Zorro avrebbe probabilmente inciso una grande "Z" sulle porte d'ingresso sia di Allende che di Bokklubben Nye Bøker.

Don Diego Vega, alias Zorro, combatté per la causa degli oppressi nella California spagnola nel XIX secolo ed è una classica figura eroica. Allende lo descrive come un misto di Peter Pan, Robin Hood e Che Guevara, e Zorro si è radicato nella nostra coscienza in modo tale che la maggior parte di noi difficilmente sarebbe in grado di rispondere se ci venisse chiesto come è stata creata la figura. Zorro è originariamente un mito alla Robin Hood, una serie TV, un film, un romanzo o un cartone animato? L'avventura cominciò nel 1800. In un romanzo. Di tipo frivolo.

Molti di noi conoscono Zorro meglio dalle serie TV degli anni '1950 e '1990, per non parlare dei film cinematografici con Douglas Fairbanks e Antonio Banderas. Ma l'uomo mascherato è apparso per la prima volta in un romanzo di Johnston McCulley. La maledizione di Capestrano si chiamava quando uscì per la prima volta nel 1919, ma fu ripubblicato con un nuovo nome a causa del film muto Il segno di Zorro dal 1920. Slik begynner den: «Ancora una volta lo strato di pioggia batteva contro il tetto di tegole rosse spagnole, e il vento urlava come un'anima in tormento, e il fumo sbuffava dal grande camino mentre le scintille cadevano sul duro pavimento di terra battuta. »

Prima di poter dire "era una notte buia e tempestosa": Il segno di Zorro non è letteratura "seria" nella misura in cui il libro è nel programma ed è elogiato dagli studiosi di letteratura di tutto il mondo. Ma ha offerto un vero intrattenimento a moltissimi lettori, che continuavano a chiedere di più. Era l'epoca d'oro della letteratura pulp, quando il romanzo apriva la strada alla cultura popolare e gli scrittori americani creavano eroi duraturi come Philip Marlowe, Sam Spade, Biggles, Conan, Tarzan e The Shadow. McCulley inizialmente pensava che avrebbe potuto scrivere una sola storia su Zorro, ecco perché rivelò l'identità dell'eroe già nel primo libro. Nel corso degli anni ha avuto in mano un totale di 60 avventure di Zorro.

Io Allendes Zorro dipinge la storia su una tela più ampia, con una lunga preistoria, una galleria ampliata di personaggi e un background storico più approfondito. In questo senso riprende il filo dei suoi romanzi storici Una figlia della fortuna (1999) e Aurora – Un ritratto in seppia (2001). Non c’è niente di sbagliato in questo, e tali trattamenti revisionisti delle icone della cultura popolare non sono affatto insoliti. Sia Superman che Tintin e Tarzan sono stati sottoposti allo stesso trattamento. Allo stesso tempo, non si può presumere che si tratti dell'ennesima trovata riuscita dei detentori dei diritti del marchio Zorro. Quello di Allende Zorro è un romanzo scritto su commissione, adattato per essere distribuito nello stesso periodo del secondo film di Zorro con Antonio Banderas.

Questa è una mossa intelligente. Di solito si pensa di assumere un autore per scrivere un romanzo basato sulla sceneggiatura del film, ma l'effetto PR è molto maggiore per convincere un autore così rinomato come Allende a raccontare la sua versione di Zorro. L'eroe mascherato ha un potere così iconico da incoraggiare continue nuove versioni, e in questo senso il tentativo di Allende è solo un altro esempio di una lunga serie. Ma quando lo chiami il primo romanzo serio, come fa Bokklubben Nye Bøker, non fai altro che sputare sul potere creativo di Johnston McCulley.

Zorro ricorda il tempo in cui il romanzo era la forza trainante della cultura popolare e, dopo tutto, è stato McCulley a creare il personaggio e l'avventura che 85 anni dopo stimola ancora l'immaginazione di registi, scrittori e pubblico di tutto il mondo. . Se un simile risultato letterario non merita l'etichetta di "serio", in realtà dice di più sulla letteratura "seria".

Potrebbe piacerti anche