Un pericoloso transumanesimo


INTELLIGENZA ARTIFICIALE: Nick Dyer-Whitford è un volpe ad anello in studi critici di tecnologia e intelligenza artificiale. Critica anche il comunismo di lusso e i cosiddetti acceleratori.

Filosofo. Critico letterario permanente in TEMPI MODERNI. Translator.
E-mail: andersdunker.contact@gmail.com
Pubblicato: 2019-10-21
Potere disumano - Intelligenza artificiale e futuro del capitalismo
Autore: Nick Dyer-Witheford Atle Mikkola Kösen, James Steinhoff
Pluto Press, USA

Nell'ondata di libri sullo sviluppo della tecnologia, molti fanno affidamento su impressioni sciolte e preferenze personali. Il vantaggio di questo libro è che utilizza un metodo chiaro per comprendere il fenomeno dell'intelligenza artificiale e le ideologie che lo accompagnano. Questo metodo è pronunciato marxista, ma non è solo un uso diffuso dei concetti di scambio, accumulazione di capitale e alienazione. Dyer-Witheford, affiancato da Kösen e Steinhoff dallo stesso ambiente dall'Ontario, si basa sulle letture del pensiero di Marx sulla tecnologia, che si trovano nella raccolta di testi planimetrie e soprattutto nel suo tanto discusso "Frammento su macchine". Uno dei compiti di Dyer-Witheford è quello di trasferire le osservazioni di Marx sulla tecnologia industriale del 1800 ° secolo alla tecnologia dell'informazione del 21 ° secolo.

Marx

Già nelle descrizioni di Marx, il capitalismo stesso è un meccanismo che rende le persone strumenti della propria logica intrinseca. L'uomo stesso è un materiale, un materiale di consumo, uno strumento - che può anche essere gettato via quando diventa superfluo. I lavoratori furono trasferiti dal paese alle fabbriche nelle città, ma già le loro operazioni di lavoro manuale furono analizzate e semplificate. Il risultato è stato sempre che alcuni sono stati licenziati.

Rimediare alla disoccupazione con la retribuzione civile è una soluzione illusoria. L'accelerazionismo, come il futurismo italiano all'inizio del secolo scorso, ha forti tendenze fasciste.

Quando le operazioni di lavoro vengono gradualmente imitate dalle macchine, le macchine subentrano gradualmente fino a quando non si ottengono le fabbriche completamente automatiche. Il lavoro umano è ora necessario solo dove devono essere eseguiti compiti mentali: valutazioni, decisioni, analisi. Ma con l'intelligenza artificiale, questi compiti vengono anche analizzati, imitati ed eseguiti da macchine. Certo, l'intelligenza artificiale sta creando nuovi mercati del lavoro per analisti e controller, ma molti dipendenti che oggi analizzano e ottimizzano i sistemi e "purificano" i big data sono preoccupati: sanno che anche le loro manovre di lavoro vengono spiate dai programmi, in modo che il sistema possa renderli superflui nel turno successivo. Quindi ...


Caro lettore. Hai già letto i 4 articoli gratuiti del mese. Che ne dici di supportare i TEMPI MODERNI disegnando una corsa online Abbonamento per libero accesso a tutti gli articoli?
Abbonamento NOK 195 / trimestre

Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)