Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Le vittime innocenti della guerra

Israele usa armi nuove e più dannose contro Gaza e il Libano. I bambini devono soffrire per questo. Almeno due persone su cinque uccise in Libano sono bambini. Israele usa l'arma di precisione Hellfire con esplosivi norvegesi. Tuttavia, ci sono gravi perdite civili in guerra.

(Tradotto automaticamente da Norsk di Gtranslate (esteso Google))

[arma] All'ospedale Shifa di Gaza City, un bambino di undici anni è in un respiratore con il corpo pieno di schegge. La famiglia non ha ancora preso la decisione di disconnettersi dalle macchine che mantengono in vita il piccolo corpo. Il ragazzo viene da Beit Lahiya, un villaggio a nord di Gaza, circondato da piccoli orti e campi di fragole che scendono verso il Mediterraneo.

Razzi Qassam fatti in casa sono stati lanciati da Beit Lahiyas contro la vicina città israeliana di Askhelon. Gli israeliani l'hanno vendicato. Il quartiere del ragazzo è stato l'obiettivo di un attacco israeliano all'inizio di luglio. Ora è gravemente ferito. La casa in cui si trovava il ragazzo è stata attaccata da un elicottero Apache e probabilmente colpita da un razzo a guida di precisione del tipo Hellfire. I razzi hanno carburante altamente esplosivo dalle fabbriche di Dyno a Hurum.

Le schegge dell'esplosione hanno colpito la testa, le gambe e le braccia del ragazzo. Nel momento in cui viene scattata la foto (sotto), il ragazzo non ha più circolazione nel cervello.

Il medico norvegese Mads Gilbert non ha mai visto ferite come quelle ora inflitte alla popolazione di Gaza.

  • Quello che vediamo è una combinazione di energia estremamente elevata e forte generazione di calore. Ci sono molte ustioni. Troviamo anche ustioni sugli organi interni, che indicano uno sviluppo di calore molto elevato. Il personale dell'ambulanza afferma anche di essersi ammalato e di aver avuto difficoltà a respirare a contatto con i pazienti sul posto, il che può essere tossico, dice Gilbert, che è venuto a Beirut ovest per la prima volta con una squadra di crisi del Comitato palestinese per la prima volta nel luglio 1981 .
- annuncio pubblicitario -

Il nuovo quadro delle lesioni è confermato dal medico capo Sobhi Skaik dell'ospedale di Shifa.

  • I bambini hanno tutte le ferite che puoi immaginare. Ci sono ustioni sul viso, sull'addome e talvolta tutto il corpo è gravemente ustionato. Odorano di fosforo, dice Skaik.

Vede anche una serie di ferite da scheggia in cui trovano pezzi di metallo e resti di componenti elettronici all'interno dei corpi.

  • Le ferite sono peggiori di quelle che abbiamo visto prima.

Mads Gilbert è un professore di medicina d'urgenza e ha scritto un libro di testo sulla guerra e sul trattamento dei danni causati dalle mine. Vede molte somiglianze tra ciò che sta accadendo ora e ciò che è accaduto quando Israele ha invaso il piccolo paese vicino nel 1982. Gilbert crede che Israele usi Gaza e il Libano come una sorta di banco di prova per nuove armi.

  • L'uso delle armi nel 1982 era lo stesso di adesso, attacchi brutali agli insediamenti civili e alle aree residenziali, comprese le munizioni a grappolo. In retrospettiva, sappiamo che hanno provato nuove armi. Crediamo che le nuove armi vengano utilizzate anche adesso.

Israele ha ora ammesso l'uso delle controverse munizioni a grappolo, dopo che il gruppo per i diritti umani Human Rights Watch questa settimana ha accusato Israele di usare tali armi contro obiettivi civili nel sud del Libano.

Il Comitato Palestinese sta ora inviando nuove équipe sanitarie a Gaza, e spera anche di entrare in Libano. La cosa più importante per Gilbert è che Israele smetta di usare armi che ovviamente sono destinate ad essere usate contro obiettivi militari.

  • Quando ti trovi con questi pazienti nelle tue mani, comprendi gli effetti delle armi. È un grossolano doppio standard politico non intervenire contro uno stato come Israele, che si impegna in questo tipo di terrorismo di stato. Va notato che le Nazioni Unite ora dicono che potrebbero esserci motivi per indagare su Israele per violazioni dei diritti umani e della Convenzione di Ginevra, afferma Gilbert.

45 per cento di bambini

Perché ci sono regole per la guerra. La Convenzione di Ginevra afferma che tutte le parti in conflitto devono distinguere tra popolazione civile e militare, tra proprietà e infrastrutture civili e installazioni militari. E le parti più vulnerabili di una popolazione civile sono i bambini.

  • Ogni guerra è una guerra contro il bambino. In questo grave conflitto, vediamo che gli attacchi sono particolarmente duri per i bambini, afferma l'assistente del regista straniero Eva Torill Jacobsen in Save the Children.

Il coordinatore dei soccorsi di emergenza delle Nazioni Unite Jan Egeland è stato nelle ultime settimane uno dei numerosi alti funzionari che hanno espresso forte preoccupazione per le vittime civili sia a Gaza che in Libano. Domenica 23 luglio, ha vagato sotto shock per le rovine di Beirut dopo i massicci attacchi aerei di Israele. E in particolare, ha espresso preoccupazione per l'elevato numero di bambini nelle liste di morti e feriti.

Secondo le Nazioni Unite, fino a una vittima su tre della guerra israeliana sono bambini. I rapporti della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa potrebbero indicare che circa un terzo delle vittime in Libano sono bambini. Save the Children, d'altra parte, ora opera con cifre secondo cui ben il 45% dei 400 uccisi in Libano sono bambini. Delle 500.000 persone in fuga dal Libano meridionale, il 40% sono rifugiati di età inferiore ai 18 anni.

Figure brutali

  • Questi sono numeri molto alti. Quello che sta accadendo è del tutto inaccettabile. I civili devono essere protetti in guerra. La cosa più importante ora è garantire un cessate il fuoco in modo che arrivino gli aiuti umanitari e coloro che sono feriti possano ottenere aiuto, dice Jacobsen in Save the Children.

I dati ottenuti dall'Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA) confermano che anche molti bambini sono tra le vittime palestinesi. L'offensiva contro Gaza, l'operazione Summer Rain, è iniziata due settimane prima che le prime bombe cadessero in Libano.

Secondo il medico capo Sobhi Skaik dello Shifa Hospital, che sta curando i feriti più gravemente, 34 degli 85 bambini uccisi avevano meno di 13 anni.

  • I bambini sono sempre vulnerabili, perché non capiscono cosa sta succedendo prima che accada, dice il tenente colonnello Terje Torsteinson presso la scuola del personale delle forze armate.

  • Le armi non sono compatibili con i bambini e non devono essere utilizzate vicino ai bambini. Ma quando una parte in conflitto sceglie di operare da luoghi dove ci sono bambini, il danno involontario diventa maggiore.

Il danno accidentale, o "danno collaterale", come viene chiamato in inglese, è il termine militare per le perdite oltre ciò che deve essere attaccato, cioè obiettivi militari. In guerra, è una questione morale quanti danni involontari si possono sopportare.

Torsteinson sottolinea che questo non è solo un problema per gli israeliani a Gaza e in Libano.

  • Questo è un problema con tutta la guerra moderna. Non è più combattuto sul campo di battaglia tra i militari. Ora vediamo guerre in cui un partito si mescola alla popolazione civile, e ciò comporta ingenti – e secondo l'opinione della maggior parte delle persone – perdite civili di gran lunga troppo grandi, dice.

  • Questi sono numeri molto brutali, dice Mads Gilbert.

Il norvegese sottolinea che i bambini a Gaza e in Libano sono particolarmente vulnerabili durante gli attacchi missilistici.

  • Gli attacchi a Gaza stanno avvenendo in aree molto densamente popolate. I bambini non hanno altro posto dove stare. Quando qualcosa sbatte, vengono di corsa per vedere cosa succede. Quindi viene sparato di nuovo. Nei villaggi di Beit Lahiya e Beit Hanoun a nord della Striscia di Gaza, che Israele ha ampiamente attaccato, non esiste un sistema di allarme o un posto dove nascondersi. Questa è una popolazione civile completamente esposta. E i più vulnerabili sono i bambini e gli anziani a causa di un apparato sensoriale non sviluppato o ridotto.

Il medico sottolinea che i bambini hanno meno esperienza con ciò che sentono o vedono rispetto agli adulti e non possono interpretare i segnali che li spingono a cercare rifugio quando arrivano le granate.

  • Le cifre delle perdite sono la prova di quanto Israele sia mortalmente sicuro contro i colpi nella sua guerra contro la popolazione civile. La gente di Gaza non ha né sirene della difesa aerea né rifugi antiaerei, gli attacchi sono completamente inattesi, dice Gilbert.

Sta reagendo all'evacuazione che ha portato i cittadini occidentali in aree sicure.

  • Ciò che è oltraggioso è questo, lo si potrebbe definire un'evacuazione quasi razzista dei bianchi. Nessuno ha chiesto un'evacuazione simile dei bambini libanesi, per non parlare delle vittime da Gaza. Questo è estremamente scomodo. Enormi risorse vengono investite per evacuare i cittadini occidentali, mentre ai bambini non viene sacrificato un pensiero. Secondo Gilbert, la massiccia evacuazione mostra che le risorse esistono.

Save the Children è preoccupata per gli effetti psicologici dannosi degli attacchi ai bambini.

  • Hanno problemi a dormire, hanno incubi, si bagnano, non osano uscire, si aggrappano ai genitori. I bambini vivono in una sorta di costante posizione difensiva. E ciò che lo rende ancora più grave è che questa è la terza generazione di bambini che crescono in guerra. Questo fa qualcosa per una popolazione, dice l'assistente del regista straniero Jacobsen, che teme che più bambini possano eventualmente morire per cause secondarie.

  • Quello che sappiamo è che quando gli aiuti umanitari con cibo e medicine non arrivano, l'acqua pulita scompare, le condizioni igieniche diventano povere e manca l'elettricità per mantenere il cibo freddo, allora l'entità delle malattie aumenta. Stiamo già assistendo a un aumento della diarrea sanguinolenta nei bambini, afferma Jacobsen.

Il tenente colonnello Torsteinson presso l'Armed Forces Staff College sottolinea che è responsabilità di tutte le parti non mettere in pericolo la popolazione civile. Anche nel nord di Israele i bambini sono stati uccisi dalla grandine dei razzi Katyusha.

  • Quando Hezbollah posiziona i razzi Katyusha in un edificio residenziale, rendono l'area un obiettivo militare. Non un buon obiettivo, ma un obiettivo legittimo. Poi c'è la questione di quanto siano cinici gli israeliani, se scelgono di essere moderati o se lo tolgono, dice.

Esistono diverse regole per il conflitto. Secondo il diritto internazionale, i paesi che vengono attaccati hanno il diritto di difendersi. Questo è il diritto a cui si riferisce Israele. Israele crede anche che gli obiettivi che attaccano siano legittimi e che stiano facendo il possibile per limitare le perdite di civili.

Una dichiarazione rilasciata dall'esercito israeliano (IDF) ha recentemente affermato: "Per la loro sicurezza, i civili dovrebbero stare lontani dalla zona di combattimento". Ma dov'è la zona di battaglia? Torsteinson ritiene che non sia così facile identificare una controparte militare in Israele. Le armi usate contro il Paese hanno effetti militari dubbi.

  • Katyusha ha scarso effetto militare ed è molto imprecisa. I Qassam fatti in casa non hanno alcun effetto militare. È come camminare con gli occhi bendati e sparare con i fucili, dice il tenente colonnello.

Ma sottolinea che l'uso di missili così imprecisi non è ovviamente mirato a obiettivi militari legittimi, e quindi è anche una violazione del diritto internazionale.

Ma quando Israele dice che vuole ridurre le vittime civili, eppure così tanti vengono colpiti, è il caso che gli israeliani stiano perdendo i loro obiettivi?

  • Quando vengono utilizzate normali bombe a caduta libera, c'è una grande possibilità di commettere un errore. Ma gli israeliani non sono neanche lontanamente vicini a usare armi imprecise come le loro controparti. Israele ha una maggiore precisione. Raggiungono il 90 percento di ciò a cui mirano. La minaccia per i propri aerei è praticamente inesistente. Il tempo è bello e possono volare durante il giorno. A Beirut meridionale, la probabilità di mancare l'obiettivo è maggiore; ci sono molte case alte. Ma a Gaza, dove molte delle case sono su pochi piani, è molto probabile che colpiranno ciò a cui mirano. Israele ha anche migliori informazioni di intelligence su Gaza, ritiene Torsteinsom.

Carburante norvegese

Tocca anche un'arma speciale ampiamente usata a Gaza. Sono i razzi Hellfire, che ottengono il loro carburante prodotto da Dyno a Hurum qui in Norvegia.

  • A Gaza sono in corso bombardamenti molto più precisi. Le armi di precisione come Hellfire sono ideali per l'uso a Gaza. Sembra brutale, ma è così

dice Torsteinson.

Ma nonostante la superiorità aerea degli israeliani, Torsteinson dubita che l'operazione attualmente in corso contro Gaza e il Libano sia appropriata per mettere al sicuro Israele da Qassam o Katyu.

razzi sha.

  • Puoi battere Hezbollah militarmente. Ma finché l'ideologia vivrà, una vittoria israeliana significherà solo che Hezbollah diventerà un problema ancora più grande tra dieci anni. Questo è un conflitto a somma zero. Quello che abbiamo visto è che i movimenti estremi sono emersi come risultato della forza militare. Devi trasformare il Libano in un parcheggio, finirai tutto questo, dice il tenente colonnello dell'Armed Forces Staff College.

Per il bambino dello Shifa Hospital, la sofferenza è finita. Il 10 luglio – il giorno dopo che gli è stata scattata la foto – il respiratore dello Shifa Hospital di Gaza è stato scollegato. Divenne così una delle prime vittime dell'operazione israeliana Summer Rain.

Due giorni dopo, la tempesta è arrivata anche in Libano. Diversi osservatori delle Nazioni Unite e centinaia di bambini sono già stati uccisi.

Di: Maren Sæbø

post@nytid.no

Dai una risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Scioglimento della convivenza / Le rotture coniugali nell'Africa subsahariana musulmana (di Alhassane A. Najoum)È costoso sposarsi in Niger anche se il prezzo della sposa varia e, in caso di divorzio, le donne sono obbligate a rimborsare il prezzo della sposa.
Etica / Quali sono i principi etici alla base delle prime punture di vaccino?Dietro la strategia di vaccinazione delle autorità c'è un caos etico.
Cronaca / La Norvegia al vertice dell'Europa nel nazionalismo?Sentiamo costantemente che la Norvegia è il miglior paese del mondo, ma questo non è necessariamente il caso della stragrande maggioranza dei norvegesi e delle persone che si trasferiscono qui.
Filosofia / Disobbedire! Una filosofia di resistenza (di Frédéric Gros) Perché, dove, quando e per quanto tempo siamo obbedienti?
Mitologie / Il cacciatore celeste (di Roberto Calasso)Nei quattordici saggi di Calasso ci troviamo spesso tra mito e scienza.
Cina / La conquista silenziosa. Come la Cina sta minando le democrazie occidentali e riorganizzando il mondo (di Clive Hamilton e Mareike Ohlberg)È noto che la Cina sotto Xi Jinping si è sviluppata in una direzione autocratica. Gli autori mostrano come l'effetto si sia diffuso nel resto del mondo.
Nawal el-saadawi / Nawal El-Saadawi – in promemoriaUna conversazione su libertà, libertà di parola, democrazia ed élite in Egitto.
Necrologio / In memoria di Nawal El-SaadawiSenza compromessi, ha parlato contro il potere. Adesso se n'è andata, ha 89 anni. L'autrice, medico e femminista Nawal El-Saadawi ha scritto per MODERN TIMES da giugno 2009.
Dibattito / Cos'è la sicurezza oggi?Se vogliamo la pace, dobbiamo prepararci per la pace, non per la guerra. Nei programmi preliminari del partito, nessun partito nello Storting è a favore del disarmo.
Filosofia / Filosofia politica del buon senso. Fascia 2, ... (di Oskar Negt)Oskar Negt chiede come sia nato il cittadino politico moderno sulla scia della Rivoluzione francese. Quando si tratta di terrore politico, è chiaro: non è politico.
Autoaiuto / Svernamento: il potere del riposo e della ritirata in tempi difficili (di Katherine May)Con Wintering, Katherine May ha proiettato un affascinante e saggistico libro di auto-aiuto sull'arte dello svernamento.
Cronaca / Non tenete conto dei danni che possono causare le turbine eoliche?Lo sviluppatore di energia eolica di Haramsøya ha gravemente trascurato? Questa è l'opinione del gruppo di risorse che dice no allo sviluppo locale delle turbine eoliche. Lo sviluppo può interferire con i segnali radar utilizzati nel traffico aereo.
- Annuncio pubblicitario -

Potrebbe piacerti ancheRelazionato
Consigliato