Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Vivere nel vero senso della parola

Architettura della comunità – ribellione!
Forfatter: Gro Lauvland
Forlag: Abstrakt Forlag, Norge

ARCHITETTURA: L'enfasi di Christian Norberg-Schultz sull'arte locale ha contribuito a plasmare generazioni di architetti. Possiamo costruire meglio di come facciamo oggi?

Nel libro Architettura della comunità – ribellione! la polvere viene spazzata via dall'eredità del più famoso teorico dell'architettura norvegese Christian Norberg-Schulz (1926-2000). La prefazione scritta dall'editore Gro Lauvland invoca una rivolta contro "una mentalità che caratterizza gran parte della produzione edilizia odierna, che rende le città e i luoghi di tutto il mondo sempre più simili – e che porta anche ai senzatetto, sia in senso concreto che trasferito".

La citazione avrebbe potuto essere presentata da un rappresentante parlamentare Stefan Heggelund (H), che ha sollevato quanto segue in Aftenposten (4 ottobre): "Perché tutta la nuova architettura deve avere lo stesso aspetto?" Vengono recensiti nuovi condomini nelle città norvegesi: sono monotoni, grigi e tristi. Heggelund chiede più varietà ed elementi di stile tradizionale, e crede che dobbiamo ancora "osare parlare di brutto e bello".

L'architettura come opera d'arte "deve essere in grado di accogliere e trasmettere significato".

Il dibattito sulla scia della dichiarazione di Heggelund è proseguito su giornali, radio e TV – con chiarimenti costruttivi tra gli altri Erling Dokk Holm (Aftenposten 7 ottobre) e Camilla Dalen Moneta, capo della Norwegian Association of Architects (VG 16 ottobre).
. . .

- annuncio pubblicitario -

Caro lettore. Quest'anno hai letto / aperto 2558 articoli gratuiti, possiamo quindi chiederti di iscriverti Abbonamento? Quindi puoi leggere tutto (comprese le riviste) per 5 euro. Forse torneremo tra qualche giorno per saperne di più.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Una condanna a morte per lo Stato siriano

SIRIA: Uno stato multiselettrico, multireligioso, multilingue e multietnico dilaniato dal partito Ba'ath, estremisti, milizie e superpotenze rivali, che chiedono la loro parte del Paese.

Il neoliberismo come arte di governo più indiretta?

GESTIONE: Questo è un libro su cos'è il neoliberismo, anche come un'arte di governo più indiretta

Tutti contro tutti

RIFUGIATI: L'unità è polverizzata, tutti pensano solo a cavarsela da soli, sopravvivere, strappare un boccone in più, un posto nella coda del cibo o nella coda del telefono.

Molti conservatori norvegesi faranno un cenno di apprezzamento a Burke

UNA DOPPIA BIOGRAFIA: Dagli anni '1950, le idee di Burke hanno subito una rinascita. L'opposizione al razionalismo e all'ateismo è forte tra i 40-50 milioni di cristiani americani evangelici.

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti.