Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Vita da sogno della comunità

Thelma
Regissør: Joachim Trier
(Norge)

Om alle hadde fått fantasiene sine realisert, hadde verden falt i grus på et blunk.

(Maskin-oversatt fra Norsk av Gtranslate (utvidet Google))

La maggior parte di noi desidera che le fantasie possano avverarsi – almeno quando eravamo giovani. Quella ragazza di cui sei innamorato, o giusto giorno la bici, in piedi sulle scale la mattina dopo, solo tu la desideri abbastanza forte. O perché no che lui il prepotente in classe, quello che ti disturba sempre sulla strada di casa, va in fumo, scompare e basta? O che i dipendenti dei negozi di telefonia mobile ti offrono gratuitamente telefoni e altre attrezzature?

Sembra allettante, ma se tutti avessero realizzato le loro fantasie in ogni momento, non sarebbe rimasto molto dei desideri o del mondo, o noi stessi del resto.

Indre vs. esteriore. Joachim Trier Thelma entra in questo paesaggio, con una svolta interessante. Ricorda entrambi quelli di Darren Aronofsky Nero Ink (2010) e David Cronenberg The Brood (1979), ma è diverso da entrambi. Ha di più speranza in se stesso.

La protagonista Thelma, una giovane ragazza con un cristianesimo ultra-conservatore nei suoi geni, arriva a Oslo per studiare biologia. Si innamora di un'altra ragazza, nello stesso momento in cui sperimenta un crescente squilibrio tra fantasia e realtà. Sia l'amore che l'odio mettono in moto forze in lei che possono cambiare la realtà in modi imprevedibili, incluso il fatto che le persone per cui lei sente fortemente se ne sono andate.

- annuncio pubblicitario -

Queste capacità di influenzare la realtà corrispondono al background cristiano, al desiderio nascente e alle sfide che si trovano nello stare in piedi sulle proprie gambe, come una giovane donna – senza avere una completa familiarità con il nuovo ruolo da sola, isolata dai suoi genitori, o l'infatuazione che sviluppa in.

Quindi, potrebbe non essere così facile sapere cosa sia il giovane Thelma davvero vuole, o vuole, perché non ha il controllo completo su chi è.

L'individuo e la comunità. Trier si sposta nel territorio del film horror, ma solo parzialmente. Più di ogni altra cosa, Thelma si occupa di scoprire chi sei e cosa vuoi dalla vita – sì, crescere. Maturo. Trova un equilibrio tra chi è e chi sono gli altri: ciò che vuole dal mondo e ciò che il mondo richiede da lei. È così per tutti noi: i nostri desideri sono immaturi se non tengono conto di cosa andres i desideri sono. È una connessione fondamentale tra le idee della comunità e le fantasie dell'individuo. Quando l'individuo si fa avanti con pensieri su come le cose sono collegate, i conti diventano inevitabilmente sbilanciati.

Thelma riguarda principalmente scoprire chi sei e cosa vuoi dalla vita – crescere.

Non è necessario essere giovani per vivere spettacoli che mettono in disequilibrio il rapporto tra individuo e comunità. Basta guardare l'uomo confuso dietro l'attacco terroristico nel quartiere governativo e su Utøya. La crudeltà che è accaduta è stata l'espressione di uno squilibrio radicale tra ciò che voleva e ciò che la maggior parte degli altri desidera.

La diversità nella vita immaginativa della comunità può portare a molte cose strane – ad esempio, un collettivo divergente in cui tutti vanno in direzioni diverse, vogliono cose diverse e quindi mina i valori della comunità, come possiamo vedere nell'ascesa del populismo di destra nell'Europa di oggi. Ma è sempre possibile trovare il filo comune, ma poi dobbiamo trovare l'equilibrio tra l'interno e l'esterno. Tra quello che abbiamo selv volontà e quello andre volere.

Questo filo conduttore ha il nome di «utopia». E l'impulso utopico è la capacità di riscoprire i sogni che la comunità condivide.

La forza di Trier è che si apre a interpretazioni parallele ancorate in una foto enormemente forte che si attacca ai dettagli.

I dettagli e la comunità. In questo modo, la doppia vita di Thelma – quella interiore e quella esteriore – si intreccia anche con la rete dei sogni della comunità man mano che il film si sviluppa. Alla fine non trova una sorta di equilibrio? Questo è aperto, ma io pensare il. L'equilibrio si trova nei dettagli.

Ci sono molti modi per essere Thelma, ed è la forza di Trier che si apre a interpretazioni parallele radicate in una foto enormemente forte che si attacca ai dettagli. Perché è immergendoci in tutti i dettagli che facciamo i conti con le grandi cose. Non perché comprendiamo il tutto come tale attraverso le parti, ma perché è immergendoci in ciò che è diverso da noi – ciò che esprime qualcosa che noi ikke è e qualcosa noi ikke ci ha voluto – che possiamo trovare il riconoscimento delle differenze tra noi e gli altri. Quando ci aggrappiamo a questo, lo accettiamo e persino ci rivolgiamo a un altro, diventa possibile prendere all'interno l'esistenza di cose, persone ed eventi come qualcosa che non possiamo – né dovremmo – controllare con i nostri sogni in maggiore scala.

È anche qui, nei dettagli – nella parte posteriore del collo, un capello su un cuscino, un uccello che svolazza in una finestra, un serpente che si avvolge sulla mano rugosa di una donna anziana – che la vita dei sogni di Thelma è finalmente intessuta nel telaio. di diverse narrazioni di cui la comunità ha bisogno per funzionare. È qui che Thelma e Joachim Trier iniziano a sognare, per tutti noi.

Kjetil Røed
scrittore freelance.

Dai una risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

A proposito di Assange, tortura e punizioneNils Melzer, relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura e altri trattamenti o pene crudeli, inumani o degradanti, dice quanto segue su Assange:
Con spina dorsale e bussola etica intatteAVVISO Abbiamo bisogno di una cultura dei media e di una società basata su responsabilità e verità. Oggi non lo abbiamo.
Espediente / Teoria del trucco (di Sianne Ngai)Sianne Ngai è una delle teoriche culturali marxiste più originali della sua generazione. Ma sembra desiderosa di trascinare l'estetica nel fango.
Scioglimento della convivenza / Le rotture coniugali nell'Africa subsahariana musulmana (di Alhassane A. Najoum)È costoso sposarsi in Niger anche se il prezzo della sposa varia e, in caso di divorzio, le donne sono obbligate a rimborsare il prezzo della sposa.
Etica / Quali sono i principi etici alla base delle prime punture di vaccino?Dietro la strategia di vaccinazione delle autorità c'è un caos etico.
Cronaca / La Norvegia al vertice dell'Europa nel nazionalismo?Sentiamo costantemente che la Norvegia è il miglior paese del mondo, ma questo non è necessariamente il caso della stragrande maggioranza dei norvegesi e delle persone che si trasferiscono qui.
Filosofia / Disobbedire! Una filosofia di resistenza (di Frédéric Gros) Perché, dove, quando e per quanto tempo siamo obbedienti?
Mitologie / Il cacciatore celeste (di Roberto Calasso)Nei quattordici saggi di Calasso ci troviamo spesso tra mito e scienza.
Cina / La conquista silenziosa. Come la Cina sta minando le democrazie occidentali e riorganizzando il mondo (di Clive Hamilton e Mareike Ohlberg)È noto che la Cina sotto Xi Jinping si è sviluppata in una direzione autocratica. Gli autori mostrano come l'effetto si sia diffuso nel resto del mondo.
Nawal el-saadawi / Nawal El-Saadawi – in promemoriaUna conversazione su libertà, libertà di parola, democrazia ed élite in Egitto.
Necrologio / In memoria di Nawal El-SaadawiSenza compromessi, ha parlato contro il potere. Adesso se n'è andata, ha 89 anni. L'autrice, medico e femminista Nawal El-Saadawi ha scritto per MODERN TIMES da giugno 2009.
Dibattito / Cos'è la sicurezza oggi?Se vogliamo la pace, dobbiamo prepararci per la pace, non per la guerra. Nei programmi preliminari del partito, nessun partito nello Storting è a favore del disarmo.
- Annuncio pubblicitario -

Potrebbe piacerti ancheRelazionato
Consigliato