Nicolai Tangen

Un ragazzo cesto perdonato, raffinato e unto


ROD: L'industria finanziaria prende il controllo del pubblico norvegese.

E-mail: Trulsora@gmail.com
Pubblicato: 2020-04-27

Il popolo norvegese possedeva metà della Borsa di Oslo, le banche e le società chiave in questo paese nel 1992, quando ho iniziato a lavorare sulla proprietà statale in connessione con l'opzione Solidarietà. Allo stesso tempo è diventato Fondo di petrolio stabilito, ma rimasto vacante fino al 1995 - a causa della deregolamentazione del mercato finanziario da parte del governo Willoch e della conseguente crisi bancaria e del debito. Da quando i primi due miliardi sono arrivati ​​nel 1996, il Fondo petrolifero è cresciuto a 10 miliardi.

Per preservare questo denaro, che è oggi il fondamento dello stato sociale norvegese, il governatore della banca centrale ha Øystein Olsen selezionato Nicolai Tangene hedge fund-speculator che ha acquisito un enorme controllo sullo stato di guerra nel mercato finanziario internazionale.

"Lampadine mature"

La "gestione dei fondi speculativi", come viene chiamata nel linguaggio professionale, è un gioco per oligarchi che siedono in gruppo o da soli con tale potere e informazione sulle società che "razziano" per poterli scegliere come "pere mature". Questo è il loro concetto di società il cui valore nominale viene inviato in fondo ai cicli economici, alle crisi di liquidità o alla manipolazione interna, mentre il valore reale può essere dieci volte maggiore.

Queste acquisizioni sono finanziate, sotto forma di una prestiti che assicura l'acquisto stesso e un credito bancario come supporto pro forma. Questa è, in effetti, una transazione fittizia, mentre il gestore del fondo speculativo paga il debito con le banche vendendo i prodotti del precedente proprietario - il vino, ad esempio, se si tratta di un vigneto in questione.

Ronald Reagan l'ha definita "la ricetta per un pranzo gratis".

Abbonamento NOK 195 / trimestre

La gestione dei fondi speculativi è in ritardo e esaurita.

Va da sé: la gestione dei fondi speculativi fallisce e impoverisce sia la comunità industriale sia le istituzioni finanziarie, con il risultato che l'economia mondiale sta crollando sempre più, nonostante la crescita della produzione e del PIL.

Questi guasti sono calcolati e quindi prevedibili. Tuttavia, i gestori di fondi speculativi assicurano effettivamente che i beni da cui fuggono siano nascosti al pubblico nei paradisi fiscali.

Il conto per una crisi, tuttavia, inviano a ...


Caro lettore. Ora hai letto i 3 articoli gratuiti del mese. Quindi neanche accedi se hai un abbonamento o supportaci abbonandoti Abbonamento per libero accesso?