Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Un pianeta che noi stessi abbiamo portato in uno squilibrio radicale

L'Antropocene – Un approccio multidisciplinare

JORDEN: Antropocen betyr mer enn å skrive om økologi, miljøhistorie eller global oppvarming. Hva med at drivhuseffekten varmer opp havet med en slik fart at det tilsvarer å helle en milliard kokende tekopper i havet hvert sekund?

Nella misura in cui ce n'è uno che noi – inteso come comunità umana globale – è perché ci troviamo nella stessa situazione: viviamo su un pianeta che noi stessi abbiamo portato in uno squilibrio radicale. Poiché pochi hanno veramente riconosciuto questa situazione e l'hanno veramente compresa, siamo ancora una comunità inconscia senza un'identità e un piano chiaro.

Nel libro l'Antropocene gli autori esaminano un concetto geologico per il nostro tempo e sottolineano che esso significa un'epoca geologica, un destino e una situazione più che un problema. Questo significa che non possiamo fare nulla? Sia sì che no: non si può uscire semplicemente dall'antropocene, inteso come l'epoca in cui l'effetto umano sul pianeta supera le forze geofisiche, poiché è una soglia che abbiamo già varcato. Tra gli effetti irreversibili che abbiamo innescato ci sono lo scioglimento del ghiaccio sui poli, il riscaldamento dell'oceano, l'interruzione dei cicli dell'azoto e del fosforo in agricoltura e la perdita di suolo. Ma possiamo fare qualcosa per limitare i danni e gli enormi cambiamenti che abbiamo avviato, come l'inquinamento da plastica, - annuncio pubblicitario -

Caro lettore. Quest'anno hai letto / aperto 2240 articoli gratuiti, possiamo quindi chiederti di iscriverti Abbonamento? Quindi puoi leggere tutto (comprese le riviste) per 5 euro. Forse torneremo tra qualche giorno per saperne di più.

Anders Dunker
Filosofo. Critico letterario regolare a Ny Tid. Traduttore.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Una condanna a morte per lo Stato siriano

SIRIA: Uno stato multiselettrico, multireligioso, multilingue e multietnico dilaniato dal partito Ba'ath, estremisti, milizie e superpotenze rivali, che chiedono la loro parte del Paese.

Il neoliberismo come arte di governo più indiretta?

GESTIONE: Questo è un libro su cos'è il neoliberismo, anche come un'arte di governo più indiretta

Tutti contro tutti

RIFUGIATI: L'unità è polverizzata, tutti pensano solo a cavarsela da soli, sopravvivere, strappare un boccone in più, un posto nella coda del cibo o nella coda del telefono.

Molti conservatori norvegesi faranno un cenno di apprezzamento a Burke

UNA DOPPIA BIOGRAFIA: Dagli anni '1950, le idee di Burke hanno subito una rinascita. L'opposizione al razionalismo e all'ateismo è forte tra i 40-50 milioni di cristiani americani evangelici.

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti.