DONNA RITRATTI: La donna è il sequel del ritratto panoramico dell'umanità di Yann Arthus-Bertrand, questa volta sulla parte femminile della popolazione mondiale.

Huser è un critico cinematografico regolare in TEMPI MODERNI.
E-mail: alekshuser@gmail.com
Pubblicato: 2020-03-06
Donna
Regisør: Yann Arthus-Bertrand Anastasia Mikova
(Francia)

Nel documentario lungo più di tre ore Umano dal 2015 lascia che il fotografo e regista francese Yann Arthus-Bertrand Persone provenienti da tutto il mondo raccontano le loro vite direttamente nella macchina fotografica - e quindi direttamente a noi come spettatori. In totale, si dice che abbia intervistato 2020 persone provenienti da 60 paesi diversi, a cui sono state poste le stesse domande, girate su uno sfondo nero e neutro.

Ciò ha portato a un film che ha messo in luce sia le disuguaglianze che i comuni denominatori e ha creato riflessioni su ciò che significa essere umani. Umano "Diventa una sorta di appello all'empatia e all'umanità dello spettatore, nonché una considerazione dell'umanità in generale e dell'importanza dell'umanità in particolare", ho scritto nella mia menzione in questo giornale.

Brutale e commovente

Come suggerisce il titolo, il sequel interpreta il film Donna la parte femminile della popolazione del globo, con la stessa forma e lo stesso approccio. Quindi, sembra opportuno che Arthus-Bertrand non stia da solo questa volta, ma condivida il compito con la giornalista e regista nata ucraina Anastasia Mikova. Il nuovo film si basa sulle interviste fatte con il 2000 donne da un totale di 50 paesi.

"Sembra tempestivo che Arthus-Bertrand non stia da solo questa volta"

Come il film precedente è Donna diviso in diversi temi, che qui trattano aspetti diversi di ciò che significa essere una donna. Già dalla stima, in cui una donna racconta di essere vittima della tratta di esseri umani, diventa evidente che il film non dovrebbe escludere la violenza e gli abusi a cui sono esposte le donne del mondo. Ma le molte storie riservate contengono anche momenti divertenti e commoventi.

Abbonamento NOK 195 / trimestre
I registi Yann Arthus-Bertrand e Anastasia Mikova

La donna con la grande K?

Con una sega abbellita premessa, questo progetto rischia di enfatizzare la percezione della femmina in contraddizione con il maschio. Il mondo difficilmente ha bisogno di un pretenzioso e ...


Caro lettore. Ora hai letto i 3 articoli gratuiti del mese. Quindi neanche accedi se hai un abbonamento o supportaci abbonandoti Abbonamento per libero accesso?