Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Biennale vitale

Sono passati due anni da quando è stato istituito il nuovo Ny Tid. Allora, dove va la strada dopo?

(Tradotto automaticamente da Norsk di Gtranslate (esteso Google))

Sono passati due anni da quando è stato istituito il nuovo Ny Tid. Allora, dove va la strada dopo? Con il passaggio da settimanale a mensile, e quindi come attaccamento permanente a Klassekampen, abbiamo raggiunto un potenziale di 100 lettori. Ora ci consideriamo un buon supplemento a Klassekampen, il quotidiano politico-critico più importante del paese – con concentrazione sul giornalismo, saggi di viaggio, interviste, commenti politici e critiche di documentari e libri.

Con il rapporto sulla diversità dei media appena presentato, vi ricordo che siamo un po 'diversi in termini di valori rispetto alla lotta di classe più socialista-popolare di oggi e alla Morgenbladet accademica borghese. In questo "triangolo" ci consideriamo gli (eco) anarchici e i social-liberali. È così che i tre giornali si completano a vicenda nell'immagine mediatica del lettore critico.

Abbiamo sperimentato che siamo terribilmente fastidiosi per alcuni – dove le nostre critiche non sono percepite come dibattute e sfumate, ma spontaneamente come se il nostro giornale fosse con te o contro di te. Questo vale anche per la nostra critica alla politica di Israele. Abbiamo anche sentito, senza ulteriori argomentazioni, che l'editore si è "ingannato", ha una visione terribile dell'umanità, sì, è pericoloso. Un critico può essere definito "delirante pazzo", oppure un caso viene definito "scandalosamente cattivo".

Ma io dico con George Orwell: “Il giornalismo consiste nel stampare ciò che alcune persone non vogliono sulla stampa; tutto il resto è PR. "

Di recente abbiamo pubblicato il nostro terzo articolo (più di recente online) su Eugene Nkuranyabahizi, che ha trascorso quattro anni in una prigione norvegese con l'accusa di genocidio ed è appena sfuggito alla deportazione in Ruanda. Là probabilmente, nonostante la sua presunta innocenza, aveva dovuto passare il resto della sua vita dietro le mura. Tra le altre cose, a causa della rivelazione di falsi diplomi da parte di Ny Tid, è stato rilasciato e Kripos è stato poi segnalato all'Unità speciale per gli affari di polizia. Dagsrevyen ha presentato il nostro caso su Nkuranyabahizi come numero principale lo stesso giorno in cui lo abbiamo pubblicato.

Vorrei anche ricordarvi il caso Trandum, in cui abbiamo rivelato che il medico del centro di accoglienza per asilo era ovviamente razzista. Dopo che NRK Kveldsnytt aveva gestito il caso, hanno chiamato da Trandum e hanno affermato che il nostro giornalista mezzo marocchino doveva avere "motivi sostitutivi".

- annuncio pubblicitario -

E che dire dell'UNE, che nonostante diversi avvertimenti ha inviato due richiedenti asilo ceceni – che abbiamo tirato fuori che sono stati poi torturati e assassinati, probabilmente dalle autorità? L'UNE ci ha segnalato perché non ha ricevuto un "messaggio abbastanza rapido" che un ex giornalista NRK (che è stato quasi assassinato durante un incarico in Cecenia) ha portato il caso a Ny Tid, perché poi ci avrebbero risposto in modo diverso ...

Abbiamo riscontrato che piccoli dettagli vengono denunciati al comitato professionale della stampa, ma non teniamo conto del contenuto principale della nostra critica.

Allora, dove andiamo dopo? Oltre al nostro giornalismo di ricerca e commento, cerchiamo di essere all'altezza del nome del nostro giornale e di considerare possibili scenari futuri. Una novità ora è anche il nostro più grande investimento nella saggistica internazionale, molto prima che arrivassero in Norvegia. Come un tipo Oslo Review of Docs and Books, copriamo libri di cui parla il mondo – e come i documentari – in cui è in gioco qualcosa.

Nato dalla tradizione dopo Orientering, che è stato creato nel 1953 (vedi retro), ora abbiamo appena due anni in piedi. Ci auguriamo che tu veda una personalità!

Truls Liehttp: /www.moderntimes.review/truls-lie
Redattore responsabile di Ny Tid. Vedi gli articoli precedenti di Lie i Le Monde diplomatique (2003-2013) e Morgenbladet (1993-2003) Vedi anche part lavoro video di Lie qui.

Potrebbe piacerti ancheRelazionato
Consigliato