Scollegato

Marc Ellsberg: Blackout. Domani sarà troppo tardi Penguin Books, Regno Unito

Oscuramento. Domani sarà troppo tardi
Forfatter: Marc Elsberg
Forlag: Penguin Books (UK)
Il terrificante bestseller di Marc Elsberg su come l'elettroterrorismo può governare una società è ora disponibile in inglese.




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Siete seduti ignari in macchina in una fredda sera d'inverno e non vedete l'ora di trascorrere una serata a casa con caminetto e vino. Ma all'improvviso tutto è caos. I lampioni sono in sciopero. Vieni colpito da più parti. Ferito e stordito, arrivi all'ospedale, che si riempie sempre più di vittime della strada. Lentamente arrivano i messaggi. Vaste aree in tutta Europa sono colpite da interruzioni di corrente. Niente funziona. Il settore dei trasporti è paralizzato, le case diventano fredde, il cibo marcisce, i negozi si svuotano, le carte di credito diventano inutili, le forniture d'acqua cessano e le stazioni di servizio perdono energia alle pompe. Sei uno specialista informatico e stai cercando di risalire alla causa del problema, ma le batterie si scaricano e la comunicazione elettronica viene interrotta.

L'interruzione di corrente persiste. E questo è solo l'inizio.

Brutalità in fiore. Vado in bagno, premo l'interruttore della luce e tiro un sospiro di sollievo mentre la stanza si illumina. Elsberg descrive il disastro in modo così credibile e con una precisione professionale così grande, da trasformare la finzione in uno scenario di terrore con un fattore altissimo del tipo "potrebbe davvero succedere". Pertanto, i critici hanno definito il libro anche un "thriller scientifico".

Il blackout dura due settimane a causa della manipolazione da parte di hacker malintenzionati dei software presenti nei contatori elettrici e nelle centrali elettriche "intelligenti". Scatena un incidente nucleare. Le persone muoiono negli ospedali perché le attrezzature tecniche e il personale falliscono. La brutalità e la mentalità del “salva chi può” stanno esplodendo. Siamo tornati al Medioevo. I governi e tutte le altre autorità della società sono impotenti, poiché dopo pochi giorni tutto, dalle unità di emergenza ai mezzi di trasporto, viene messo fuori servizio. Inoltre, i sospetti su chi c'è dietro l'intera faccenda restano intrappolati nell'unico che è effettivamente sulla strada giusta. Questo è terrorismo ad alta tecnologia mirato alla società civile e aperta – difficilmente diventa più rilevante dal punto di vista politico.

Con i bestseller internazionali Blackout, ZERO og Elica Elsberg si è affermato come esperto di criminalità scientifica con un messaggio. Quando Blackout è uscito in Germania nel 2012, è diventato un ospite frequente nei media. Dove si collocherebbe il suo scenario sulla scala del pericolo? Le domande poste su quanto fosse effettivamente sicura l'approvvigionamento energetico invernale hanno dimostrato quanto seriamente fosse stata presa la finzione di Elsberg. Il presidente della rete elettrica tedesca è dovuto uscire e rassicurare la popolazione. Lui ha assicurato che in caso di interruzione di corrente esiste una squadra di crisi e che il software delle centrali non può essere attaccato dall'esterno. Elsberg ha quindi ricordato il virus informatico Stuxnet, che ha attaccato le centrali nucleari in Iran. Ha aggiunto che con lo sviluppo della rete elettrica moderna e "intelligente" ci troviamo di fronte allo stesso tipo di rischio per la sicurezza delle società di carte di credito – e che l'FBI ha effettivamente avvertito che i contatori elettrici intelligenti possono essere manipolati dall'esterno .

Morte all'Occidente. Lo stile narrativo di Elsberg è, considerando l'argomento complicato, di facile lettura e dà un effetto mozzafiato. Il linguaggio è semplice e diretto. L'autore ha optato per una struttura chiara con sezioni titolate. Siamo al conto alla rovescia e non c’è quasi mai alcun dubbio su dove e con chi siamo. In sequenze relativamente brevi, si sposta da un posto all'altro, da una persona all'altra. La catastrofe accelera inesorabilmente nel corso di 438 pagine.

Solo i passaggi con l'intestazione anonima "Kommandosentralen" sono completamente privi di informazioni geografiche o personali. Questo è il luogo da cui i terroristi controllano gli eventi, senza mai farsi conoscere fisicamente. Ma l’intenzione è chiara: “[Questo è] diverso dai precedenti blackout, dove la conseguenza fu un aumento dei tassi di natalità nove mesi dopo. Ciò lascerà desolata la cosiddetta civiltà occidentale. Solo allora si potrà scrivere una nuova storia."

Tieni sempre in casa cibo più a lungo e il serbatoio pieno, e pensa a dove vuoi andare in caso di emergenza.

Prima della battaglia finale, il terrorista dichiara ulteriormente il suo credo: "Non hai idea di cosa sia la guerra. In America Latina, gli Stati Uniti e l’Europa hanno utilizzato i loro regimi fantoccio per condurre campagne brutali, con centinaia di migliaia di vittime. Successivamente sono arrivati ​​il ​​Fondo monetario internazionale e la Banca mondiale, gli strumenti a disposizione delle nazioni per soffocare la concorrenza dei cosiddetti paesi in via di sviluppo. Cose simili sono successe nei paesi arabi […] Non è cambiato nulla, nemmeno nel Sessantotto. Hanno protestato, formato comunità abitative alternative, lanciato pietre – e oggi? Sono direttori di banca, medici, avvocati, lobbisti dell'industria: qualsiasi cosa pur di ripagare le loro ville. [...] I giovani oggi sono conservatori, apolitici e patetici come i loro nonni. Stiamo distruggendo l’ambiente più che mai. Devo elencare più cose?" No, capiamo dove sta andando e dove vuole Elsberg: le reali debolezze delle nostre società democratiche e avanzate, combinate con il fanatismo politico, il narcisismo personale e il know-how tecnico sono un mix esplosivo.

Tuttavia Elsberg non si lascia vincolare dall'ideologia. Si tratta di risolvere i problemi, sopravvivere e porre fine al nemico. L'azione si svolge rapidamente, nonostante l'enorme quantità di informazioni tecniche e amministrative, al limite della saggistica. E abbiamo a che fare con un eroe adeguatamente scorretto e affascinante, particolarmente persistente. Da abile hacker, anche l'italiano Manzano si è mosso in un paio di occasioni fuori dall'ambito della legge. Pertanto, viene utilizzato come equipaggio ausiliario, finché lui stesso non viene braccato come sospettato. Ma Manzano è in definitiva quello che capisce di più quello che sta succedendo, e di conseguenza quello più in grado di risolvere il pasticcio.

Dipendenza dalla conoscenza. Per combattere-pe alta tecnologia-Il terrorismo è una disciplina moderna che ha poche linee guida. Qui stanno anche le sfide per l'autore, che in un'intervista a Die Zeit Online afferma che il libro diventava più difficile da scrivere man mano che il dramma si sviluppava. “Da metà dell’azione è diventato sempre più impegnativo; mancano scenari, teorie e modelli per blackout così prolungati. Inoltre, è diventato sempre più difficile ottenere cifre sulle situazioni di catastrofe. Ho avuto fasi durante il lavoro in cui giuravo che per il futuro avrei scritto solo romanzi rosa”. Questa pretesa è completamente esplosa con i libri successivi. ZERO è un altro romanzo di suspense scientifica, in cui l'attivismo online è ulteriormente tematizzato: "Sanno chi sei, dove sei – e cosa farai". L'ultimo libro, Helix, parlava della manipolazione genetica – "Ci sostituiranno" – ed è stato pubblicato lo scorso autunno.

Marc Elsberg si definisce un "drogato della conoscenza", ed è facile crederlo. Ma Oscuramento è più di un romanzo poliziesco favolosamente ricercato. È un avvertimento e un incoraggiamento. Nell'attuale giungla di scelte nel campo energetico, i consumatori hanno sempre più opzioni di controllo. E nonostante tutte le sue meticolose ricerche che supportano lo scenario catastrofico, l'autore ha fiducia nel sistema, soprattutto se tutti si preparano il più possibile al peggio: avere sempre cibo a lungo in casa e un serbatoio pieno di gas, e pensare dove vuoi andare in caso di emergenza. Bene, almeno questo è ciò da cui ha iniziato l'autore stesso dopo aver raccolto tutti i fatti.

Elsberg è diventato scrittore dopo aver studiato economia e design industriale, lavorando anche nella pubblicità. Lì si irritò subito che la realtà venisse manipolata e passò al giornalismo. Le ambizioni crescevano. Voleva scrivere le proprie idee, scrivere libri che lui stesso non aveva mai trovato.

Oscuramento iniziato con uno spazzolino elettrico. Anche un prodotto così insignificante ha ingredienti provenienti da tutto il mondo. La questione di cosa succede quando un anello di una catena di produzione fallisce ha portato al grande tema delle infrastrutture critiche. Qui spiccavano due temi principali: comunicazione ed energia. Non restava quindi che acquisire le conoscenze specialistiche necessarie e poter scrivere queste conoscenze in un racconto avvincente.

Elsberg ha raggiunto questo obiettivo: Oscuramento è stato tradotto in 15 lingue e ha venduto oltre un milione di copie. C'è da sperare che la Norvegia non sia l'ultimo paese del pianeta a trovare troppo bello tradurre i libri di Elsberg. Nel frattempo è disponibile anche l'edizione inglese.

Abbonamento NOK 195 al trimestre