Ordina qui l'edizione estiva

Parla la stessa lingua

Il Discrimination Ombudsman e il Language Council tornano a parlare dopo lo straziante dibattito su chi sia il norvegese.

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

Il difensore civico per l'uguaglianza e la discriminazione Beate Gangås non era soddisfatta della lettera che hanno ricevuto dal Consiglio delle lingue in risposta alle loro domande quando il dibattito norvegese ha infuriato al suo peggio questo autunno. Prima di Natale, quindi, hanno scritto una lettera al Consiglio delle lingue a cui propongono un incontro

discutere di cooperazione.

Il Language Council ha ora risposto alla lettera e vorrebbe incontrare l'Equality and Discrimination Ombudsman (LDO).

- Posso confermare che abbiamo ricevuto una risposta positiva, ma non è stata fissata una data per l'incontro. All'interno dell'area del difensore civico, ci sono molte domande relative alla lingua, afferma il consigliere senior Ella Ghosh, che non desidera commentare ulteriormente prima dell'incontro.

- Cosa pensi possa venire fuori da tale collaborazione, Direttore del Language Council, Sylfest Lomheim?

- Non posso dire nulla prima del primo incontro. La cosa importante ora è che ci sediamo e parliamo insieme, dice Lomheim.

- L'ombud voleva una riunione a gennaio, è possibile?

- Questo non è l'unico caso sul nostro tavolo, quindi è difficile dire qualcosa sulla prospettiva temporale. Ma ho detto che dovrebbero avere nostre notizie, dice Lomheim.

Nella lettera, LDO scrive, tra l'altro, che:

"Il difensore civico ha una visione positiva delle scuse contenute nel comunicato stampa, ma notiamo che la lettera è meno chiara del comunicato stampa".

Si riferiscono anche al dibattito di questo autunno, che con "pieno peso (ha) mostrato l'importanza della lingua e la forza linguistica che sta nel modo in cui le parole e i concetti sono definiti. Per noi è importante che il termine norvegese dia spazio sia a persone che soggettivamente vogliono definirsi norvegesi, sia a persone che vengono definite norvegesi attraverso la loro cittadinanza", scrive l'ombudsman, che desidera collaborare più a lungo con il Language Council termine.

L'ex Centro per l'uguaglianza di genere ha collaborato con il Consiglio linguistico per creare un opuscolo sulle designazioni neutrali rispetto al genere.

Il difensore civico per la discriminazione desidera utilizzare l'incontro per una discussione aperta sull'uso della lingua nelle aree di discriminazione con cui lavora il difensore civico.

Potrebbe piacerti anche