Teatro della crudeltà

L'accordo di Parigi

La paura della fine del mondo

FUTURO: Per la prima volta nella sua lunga storia, l'umanità si trova – forse inevitabilmente – di fronte a un rischio crescente e reale di estinzione a causa delle attività sconsiderate dell'Homo sapiens. Gli effetti dell'avidità, della violenza, dell'ignoranza, del fanatismo, della miopia politica, della sovrappopolazione e dell'eccessivo sfruttamento di tutte le risorse disponibili sono i presupposti per un previsto disastro.

Condizioni meteorologiche estreme, perdita di terriccio, raccolti e possibili controversie sulle risorse

CRONACA: Le elezioni parlamentari devono essere elezioni climatiche. Che ne dici di destinare un percento in più del budget nazionale alle misure climatiche nei paesi in via di sviluppo?

Deve, può, vuole, deve e deve

I vertici sul clima mostrano un mondo in cui le sfumature tra dovrebbero, devono e devono significare tutto per l'esito dei negoziati.

Tempo fatidico per l'accordo di Parigi

Possiamo ancora contare sugli Stati Uniti? Quanto all'imprevedibilità, sì.