Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

NATO

Fare dell’UE gli «Stati Uniti d’Europa»

NATO/USA: Spesso i media sono inondati di dichiarazioni di “esperti” di think tank – direttamente sponsorizzati dall’industria militare – che chiedono più armi per l’Ucraina, ma senza rivelare il conflitto di interessi che devono affrontare a causa del finanziamento dell’industria degli armamenti. E ben l’85% di tutte le interviste, dichiarazioni e altri riferimenti ai think tank sono sponsorizzati dall’industria. La NATO non è solo una collaborazione militare, ma anche una rete di sub-organizzazioni intrecciate con gli interessi economici americani, da cui si cerca di rendere dipendenti sia i membri attuali che quelli futuri.

Una svolta mentale e militare

GERMANIA: Quanto dovrebbe essere “pronto alla guerra” un paese? Con una serie di incarichi di vertice nella politica internazionale, nella gestione delle crisi e nella sicurezza, l'esperto di sicurezza Carlo Masala è considerato un'autorità innegabile nel settore.

Le persone hanno spesso trovato soluzioni diverse dalla violenza

GUERRA: L’uomo è fondamentalmente violento? La storia non dimostra esattamente questo. Abbiamo diversi esempi di grandi società nella preistoria che mostrano poche tracce di guerra e di governi autoritari.

Cosa ha cambiato l'atteggiamento della Svezia nei confronti della NATO?

SAGGIO: La guerra della Russia e la campagna allarmante che verrà estesa ad altri paesi si rivelano solo una copertura per una politica che, a lungo termine, intende legare più fortemente la Svezia alla geostrategia militare degli Stati Uniti, principalmente attraverso la NATO. Diamo uno sguardo più da vicino a una delle persone principali responsabili di questo sviluppo: il ministro della Difesa Pål Jonson.

Come si crea la pace?

LAVORO PER LA PACE: La guerra e il disprezzo per la vita sono arrivati ​​in un momento in cui il pensiero pacifista e i pensieri di opposizione sono in condizioni peggiori di quanto non fossero da molto tempo.

Ucraina: invasione non provocata?

MEDIA: Che dire dell’Ucraina e dei media? Qui, come nel caso di Assange, il punto è che dobbiamo essere certi che le autorità gestiscano la verità.

La paura di cui non hanno paura

RUSSOFOBIA: La russofobia è costata centinaia di migliaia di vite, non perché tu abbia paura dei russi, ma perché hai bisogno di immagini nemiche. Gli Stati Uniti/NATO avevano pianificato e annunciato con cura una provocazione intesa a provocare reazioni da parte della Russia?

"Qualsiasi espansione della zona della NATO sarebbe assolutamente inaccettabile."

ALLARGAMENTO DELLA NATO: L’esclusione della Russia costituisce una grave violazione del diritto internazionale. Le promesse del presidente Bush a Gorbaciov non erano altro che un inganno: appariva come un Giano bifronte, che lavorava a stretto contatto con Gorbaciov a livello tattico, mentre in realtà costringeva l'Unione Sovietica a ritirarsi a livello strategico. Noi occidentali affermiamo che la Russia deve rispettare il diritto internazionale, ma noi stessi possiamo infrangerlo quando ci fa comodo.

Perché alcune vittime sono più degne di altre?

UCRAINA: A volte i nostri valori umanitari scompaiono da un giorno all’altro. Il resto del mondo parteciperà alla “parata morale” dell'Occidente sulla guerra in Ucraina?

Principi della Carta delle Nazioni Unite per un multilateralismo efficace e una cooperazione paritaria

NAZIONI UNITE: TEMPI MODERNI stampa qui il discorso del ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov al Consiglio di sicurezza dell'ONU a New York il 20 settembre 2023. Egli sottolinea che la Carta dell'ONU è la pietra angolare dell'attuale legislazione internazionale – che non è stata seguita in termini di pace e sicurezza in Ucraina. Lavrov sottolinea inoltre che la Costituzione ucraina prevede che lo Stato sia obbligato a rispettare i russi e le altre minoranze etniche. Secondo Lavrov sono i paesi occidentali che non vogliono superare la profonda crisi che si è creata nelle relazioni internazionali. Qui hai l'opportunità di (e con ORIENTERINGs diversi articoli) da leggere e valutare da soli.

I piani di egemonia occidentale

ISRAELE/UCRAINA: Il sostegno alle armi all’Ucraina e il sostegno a Israele sono collegati. Tutti coloro che in vari modi sostengono il piano di espansione occidentale con il sostegno all'Ucraina nella guerra in corso, in pratica sostengono i piani di egemonia occidentale che consentono il genocidio di Israele.

Quando la violenza diventa l'unica cosa

POTENZA: Secondo Hannah Arendt l’uso della violenza, delle armi e delle bombe ci lascia politicamente senza parole. Le sue particolari analisi del potere possono insegnarci qualcosa sulla violenza che viene perpetrata oggi da e dentro Gaza?

Perché abbiamo bisogno di un partito per la pace in Norvegia?

PER: I partiti di sinistra hanno abbandonato il lavoro internazionale, la stampa è un microfono per la NATO, il movimento per la pace è diventato inefficace e i norvegesi sono una nazione di guerrieri freddi. Perciò occorre un nuovo partito!

Crimini di guerra norvegesi?

Abbiamo denunciato Jens Stoltenberg ei più alti funzionari del governo per crimini di guerra e complicità in crimini contro l'umanità.

Con la volenterosa e servile nazione petrolifera Norvegia al seguito

ATTREZZATURA: Che il resto del mondo, a parte l'Occidente, non stia dalla parte della Norvegia, degli Stati Uniti e della NATO quando si tratta dell'Ucraina oggi, non sorprende quando conosciamo i secoli di saccheggi e tempi coloniali, seguiti dalle guerre imperialiste e colpi di stato sostenuti dall'Occidente. È ancora "la guerra e le armi che creano la pace" che è la narrazione. Ferma la corsa a una possibile guerra mondiale!

Quando gli stati schiacciano la verità

PUBBLICITÀ: Documenti di intelligence classificati trapelati dalla Casa Bianca hanno rivelato ad aprile che l'Ucraina stava presto affrontando una drammatica sconfitta, molto diversa dalla propaganda che avevamo sentito da tempo. In questo saggio, il nostro scrittore abituale, John Y. Jones, esamina i molti lati della propaganda, poiché oggi siamo sempre più circondati da notizie false, affermazioni prive di fondamento e informazioni politicamente distorte.