Ordina qui l'edizione estiva

Le cime SV supportano le vendite

Un consiglio centrale unito, guidato da Kristin Halvorsen, è favorevole alla vendita di Ny Tid a Damm. – Sostengo una vendita e spero che la decisione venga presa all'assemblea generale di Ny Tid, afferma il segretario del partito SV Edle Daasvand Skjæveland.

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

Il segretario del partito siede nel consiglio centrale di SV e pensa che sia fantastico che Ny Tid e coloro che ci lavorano abbiano l'opportunità di andare avanti.

- Penso che i dipendenti del giornale abbiano motivo di essere orgogliosi di Ny Tid; un giornale che può offrire qualcosa di così eccitante che un grande editore vuole investire su di esso. Sebbene Ny Tid non sia più un quotidiano SV, una vendita delle azioni che ancora possediamo è ovviamente triste. È un giornale che ci ha seguito per tutta la storia del partito e ora speriamo che il consiglio abbia trovato una buona soluzione. Noi che seguiamo il giornale da molti anni sappiamo che ci sono stati un buon numero di "alti e bassi", ma siamo felici che ci sia qualcuno disposto a scommettere somme che SV come organizzazione non ha a sua disposizione .

Problemi economici

Dag Seierstad, consigliere del gruppo parlamentare di SV, veterano di SV, azionista di Ny Tid e editorialista europeo di lunga data di Ny Tid, ritiene che una vendita sia un'opportunità per salvare il giornale.

- Ny Tid non ha i mezzi per continuare. Questo è certo. È meglio che Damm subentri piuttosto che chiudere il giornale, dice.

La decisione di vendere la partecipazione di SV è stata presa dal consiglio centrale di SV lunedì di questa settimana. È stata presa la seguente decisione: "Il consiglio centrale concorda con la proposta di riduzione del capitale e di emissione diretta dal consiglio di amministrazione di Ny Tid. Il consiglio centrale sosterrà questa proposta all'assemblea generale straordinaria di Ny Tid e incoraggerà gli altri azionisti a fare lo stesso".

Con l'eccezione del leader SU Audun Herning, il consiglio era al completo: il segretario del partito Skjæveland, il ministro delle finanze Kristin Halvorsen, Henriette Westhrin, Åsa Elvik, Ingrid Fiskaa, Sonja Tinnesand e Per Østvold, leader del sindacato norvegese dei lavoratori dei trasporti. Østvold afferma che Ny Tid è in realtà in bancarotta e ha avuto problemi finanziari per molto tempo. Per proteggere Ny Tid in futuro, è necessario più di quanto gli abbonati e altri sostenitori possano offrire attraverso una campagna di condivisione o in altri modi, crede.

- Un consiglio responsabile deve cercare altre soluzioni per evitare che il giornale crolli e che i dipendenti perdano il posto di lavoro. Quando Damm ha promesso di assicurarsi finanziariamente Ny Tid e fornire risorse che possano sollevare il giornale, mantenendo allo stesso tempo salde le basi politiche, è una soluzione interessante. Lo sostengo e penso che gli amici di Ny Tid dovrebbero fare lo stesso, dice Østvold.

- Opzioni sbagliate

Ingrid Fiskaa è un'ex leader della Gioventù socialista e ora siede nel consiglio centrale di SV. Ha votato per la vendita di Ny Tid alla riunione del consiglio centrale, anche se non a cuor leggero.

- Suppongo che la vendita dei giornali sia necessaria, perché non c'erano alternative. Altro che chiudere l'intero giornale. Alla fine ho votato per la vendita di Ny Tid, anche se pensavo a una possibile chiusura. Ma io sono favorevole a una vendita, tra l'altro per preservare i posti di lavoro, dice Fiskaa.

Andreas Tinglum Olsen, vicepresidente del consiglio di amministrazione di Ny Tid, ritiene che l'acquisizione di Damm sia l'unica possibilità per Ny Tid.

- Avisa ha lottato con problemi finanziari negli ultimi dieci anni, e quindi il giornale non ha l'opportunità di sopravvivere con le proprie gambe.

Considera molto positivamente la vendita del giornale e mette in evidenza due cose in particolare: che la tradizione di Ny Tid è preservata e che il rapporto con i dipendenti è preservato.

- Questo è ciò che era importante per noi quando abbiamo deciso di farlo, afferma Tinglum Olsen.

Potrebbe piacerti anche