Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Sulla strada in Italia

Dimentica le pittoresche stradine e i vicoli di Terracina: il viaggio inizia a tutto gas sull'autostrada italiana.
>
(Tradotto automaticamente da Norsk di Gtranslate (esteso Google))

Il percorso più veloce per gli appartamenti in affitto di Gyldendal a Terracina, una piccola città nel sud Italia e geograficamente tra Roma e Napoli, è un'auto – non un'auto a noleggio, né io né mia moglie abbiamo la toppa, e poiché il treno parte da Roma con insicuro, che Lo ricordo, gli orari di partenza, eravamo un po 'stravaganti, anche se il prezzo di un taxi in Italia non può essere misurato dai prezzi dei taxi a Oslo, e ho prenotato un taxi, tramite quello che ha fornito la comodità di affittare gli appartamenti in affitto di Gyldendal, che ha ottenuto per trasportarci dall'aeroporto di Leonardo da Vinci a Terracina.

Ci sono stati vari autisti che ci hanno preso; sempre con un cartello con il nome visibile nella sala partenze, di solito scritto correttamente, e il mio cognome non è un cognome plurale contorto; ben avanti nell'auto parcheggiata in un garage molto parcheggiato, che era un maxitaxi come eravamo tanti, e con bambini, e se fossimo fortunati avrebbe seggiolini per bambini, anche delle giuste dimensioni, non sempre, e questa volta era sbagliato formato.

FOTO: Giorgio Galeotti / Flickr Creative Commons
FOTO: Giorgio Galeotti / Flickr Creative Commons

Dopo aver farci uscire da tutte le strade laterali, le code e i semafori ha dato all'autista silenzioso, un anziano italiano del sud dai capelli grigi con i berretti, a tutto gas sull'autostrada, e chiunque sospiri oltre lo standard stradale in Norvegia, dovrebbe prendere un viaggio in Italia; questo silenzioso guidatore dell'Italia meridionale era duro sull'acceleratore e, come tanti italiani, aveva una grande affinità per sdraiarsi completamente contro il paraurti dell'auto che precede, di solito a 150 chilometri orari; Ho guardato fuori dal finestrino per guardare il paesaggio italiano, per ora a fine maggio era molto rigoglioso, senza foschia e con colori chiari; i tronchi lunghi e nudi dei pini erano grigio-marroni, con macchie gialle e un po 'di verde, la corteccia grossolana giaceva a strati come sui nostri pini, e gli aghi erano di un verde intenso e la chioma era come un potente parasole, o parecchi ombrelloni che sono diventati uno grande.

- annuncio pubblicitario -

Ai piedi dell'albero, quello che diciamo parecchi di loro, ho visto delle pigne, non erano come le altre pigne, erano come meloni di melata di medie dimensioni; colore scuro e molto aspro, e proprio dietro, in una curva, c'era una fila di cipressi, nomi strani, sottili come la marmellata, come fiamme verdi in corso, sempre rivolte verso l'alto, steli bassi, che ricordano venti; l'autista ha sterzato rapidamente in un leggero arco a destra, un cane morto steso sul ciglio della strada; sembrava che stesse dormendo, con la coda che giaceva ordinatamente accanto al suo pelo marrone chiaro.

Dopo un'uscita verso il Lazio l'autista si è appoggiato al volante e ha acceso il caminetto, qualcuno ha chiesto a che velocità stava guidando e mio figlio adulto si è sporto in avanti dal sedile posteriore per guardare il tachimetro: 140, ha detto; dalla mia parte c'erano cespugli, campi senza campi, più simili a un prato svuotato e abbandonato, all'improvviso sentii i marinai della torre, li vidi a sinistra, alti nel cielo; ce n'erano molti, non una mezza manciata come a casa, erano veloci come un fulmine, e le strette ali delta fluttuavano verso il basso, anche a tutta velocità, cantavano strani trilli, che potrebbero non essere canzoni, non esche, ma qualcos'altro, che dire della gioia, o dei profitti.

Si dice che dormano nell'aria, anche si accoppiano nell'aria, non possono atterrare su qualcosa che è piatto, non hanno quasi piedi, più simili a piccoli artigli, e quindi non possono sollevarsi, da qui il nome latino «Apus apus », che significa« senza ossa »- poi sono scomparsi, da quando siamo entrati in un viale di pini, e poi mi è venuto in mente qualcosa di Dante, credo,« della neve sui pini », senza che io immaginassi cosa di Dante ; mia figlia ha detto qualcosa e tutti si sono voltati nello stesso momento e hanno guardato male; su un campo c'era una grande casa con i vetri rotti, il resto in cemento, completamente vuota di mobili, non era stato un complesso residenziale, più simile a una fabbrica, ed era completamente abbandonata; Mi voltai a guardare di nuovo mentre la macchina faceva un'ammaccatura su una collina – gran parte della tegola del tetto era sparita.

Poi un altro edificio; completamente al grezzo, solo la nuda struttura in cemento su più piani, con aperture in appartamenti; come se mancasse il muro esterno, completamente abbandonato, prima che fosse finito, come se i soldi non bastassero, o che i muratori aspettassero altri soldi?

La strada è diventata più stretta, e su entrambi i lati c'erano i campi; c'erano viti a perdita d'occhio, con reti – probabilmente bacche immature, troppo presto nell'anno, e che tipo di bacche, un intenditore di vino avrebbe potuto vederle sulla vite, o la topografia, se non le foglie sulla la vite? Ho chiuso le isole e ho provato a pensare a cosa sapeva un bicchiere di Amarone, il mio vino preferito al momento, o che dire di Joyces Odisseo, e quello che il Ciclope, chiamato il Cittadino, dice nel 12 ° capitolo: Dammi il vino della terra – si riferiva alla birra, birra irlandese, e bevo più birra che vino.

L'autista rallentò, era così insolito che mi svegliai dalle mie riflessioni; era una coda, una lunga coda, non solo automobili, erano camion e autobus; era quasi come se io, senza vergognarmi, cercassi un carretto d'asino, o un gruppetto di ciclisti, come una variante più piccola del Lazio in giro, se una cosa del genere esisteva, non è vero; Non avevo in mente un carretto di asini, solo birra ghiacciata, con il caldo, perché ora faceva caldo, anche se l'autista soffiava aria fredda dall'impianto di raffreddamento dell'auto.

Superammo alte torri; poteva sembrare una torre dell'acqua, e sotto i prati aridi, anche così all'inizio dell'anno, alla fine di maggio – e in effetti la mia aveva diversi edifici vuoti proprio su un campo; vasto e grande e finalmente completamente vuoto, vide alcune stazioni di servizio disordinate, una station wagon dismessa su un tetto; quindi voglio dire che erano solo i fotogrammi rimasti, e un po 'di più; il tetto, il parabrezza, nonché due ruote anteriori con pneumatici, dietro diversi bungalow bassi; sempre in muratura e solitamente dipinta di arancio chiaro, come per resistere al caldo italiano, tetti a falde, molti alberi, il più delle volte cipressi e pini, e sempre recinzioni intorno alla proprietà e persiane dipinte di verde davanti alle finestre.

Più cespugli, canne secche, come se la primavera fosse stata più calda qui di quanto pensassi all'inizio del viaggio, poiché tanto era così violentemente verde e secco, non così secco come può essere a luglio e agosto, e con un caldo terribile , spesso sopra i 30 gradi, non sono fatto per tanto caldo, quindi preferirei averlo freddo, e potermi vestire; Mi sono ricordata dell'intervista al ciclista norvegese Tor Hushovd, e non ho potuto fare a meno di essere d'accordo con lui: Hushovd doveva condividere una stanza con un ciclista della squadra francese; era in giro per la Francia, e l'estate, ma questo corridore francese ha rifiutato di tenere la finestra aperta di notte: "È stato orribile", ha detto il toro di Grimstad.

Da nessuno in alcuni punti appariva sul lato destro una barra apparentemente luguber. Le reti di plastica sulla soglia sono sempre un brutto segno, alcune motociclette all'esterno – tutte molto grandi e nessuna americana, a quanto vedevo di passaggio; tutti italiani, ma non ci siamo fermati, anche se avevo sete di birra, e gli italiani fanno buona birra, e probabilmente anche belle grandi motociclette; Dugatti, e, no, non ricordavo il prossimo, che era anche un marchio molto famoso, non ce l'avevo nemmeno sulla lingua.

Poi apparvero le noci, dietro le vette aguzze delle montagne; ci siamo avvicinati a Terracina; su per il fianco della montagna con filari di ulivi, ripidi, chi ha piantato gli alberi e chi raccoglie i frutti, poi a mano; visto dalla strada con un debole segno d'argento, vecchio come Methuselah. Un mio cognato, cresciuto in modo molto biblico, e che in seguito perse la fede, o la mise in attesa, credeva che la vecchiaia dell'Antico Testamento – tutti i vecchi profeti divennero molto vecchi, come Noè, Matusalemme, Abramo, Isacco, Giacobbe e Mosè – derivavano dal fatto che coloro che scrivevano gli annali, costantemente secondo mio cognato, aggiungevano uno zero in modo che diventassero molte centinaia di anni, mentre potrebbero non essere più di 80- 90 anni?

Lo fissai all'improvviso a sinistra, o era a destra, e poi un'altra stazione di servizio squallida e molto miserabile, fortunatamente non Statoil, ma BP, e quindi avrebbe potuto odorare di birra calda e patatine cattive, ma saluto con la mano, debolmente contro la fronte , che un rispetto per l'onnipresente essere britannico, poiché la mia benedetta madre era inglese e mio nonno inglese sopravvisse alla Somme.

Si potrebbe dire un sacco di stronzate sugli inglesi, ma avevano un British Museum, e Churchill era preferibile al lunatico Hitler e al nevrotico Stalin; Dio meglio, grazie alla collina della chiesa, come ha fatto mia madre, e ha detto, e mia zia ironica Ruth, e l'intero club delle donne inglesi a Kjevik, che si sono rese conto che gli uomini li hanno presi per il naso dopo il guerra, e queste erano spose di guerra, quando andavano nel negozio – e le loro abilità norvegesi erano scarse poiché erano state addestrate dai loro ragazzi – chiesero al contro ponticello del cavolo, che pensavano fosse chiamato cazzo, e il trucco era il cazzo .

Quando hanno scoperto accidentalmente il Copenaghen Nickiad – e senza sapere chi fosse Aristofane o sapesse della sua recitazione Lisistrata - fecero uno sciopero delle coccole, e non potevo liberarmi dal pensare alle signore italiane e quello che avevano sopportato, tutto il lugubre che avevamo sentito sui cattivi dell'Italia meridionale, ed era strano che continuasse, e le mogli avevano per avere qualcosa di sicuro, ma tenevano i denti troppo pesanti, non solo perché erano terrorizzati, ma per tenere una mano sui bambini.

In cima una montagna, proprio in fondo, ho scoperto una torre o qualcosa che ricordava una torre, e ho chiesto all'autista in italiano povero se fosse una chiesa, ha solo scosso la testa; in seguito ho saputo che si trattava di una scultura della madre di Gesù, Maria.

Quanti anni aveva lei, non ricordavo, quindi l'autista accese la radio, come se fosse stanco del nostro silenzio molto norvegese, noi prima diventiamo italiani quando beviamo, e senza la loro altra lingua, i gesti, poi mio figlio disse qualcosa sulla musica pop italiana; la strada era molto dritta e cominciai a riconoscere l'insediamento, e su una montagna vidi le famose rovine del Tempio di Giove, uno degli emblemi più antichi di Terracina.

Dai una risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Mitologie / Il cacciatore celeste (di Roberto Calasso)Nei quattordici saggi di Calasso ci troviamo spesso tra mito e scienza.
Cina / La conquista silenziosa. Come la Cina sta minando le democrazie occidentali e riorganizzando il mondo (di Clive Hamilton e Mareike Ohlberg)È noto che la Cina sotto Xi Jinping si è sviluppata in una direzione autocratica. Come l'effetto si è diffuso nel resto del mondo, gli autori, l'australiano Clive Hamilton e la tedesca Mareike Ohlberg, fanno luce nel libro.
Nawal el-saadawi / Nawal El-Saadawi – in promemoriaUna conversazione su libertà, libertà di parola, democrazia ed élite in Egitto.
Necrologio / In memoria di Nawal El-SaadawiSenza compromessi, ha parlato contro il potere. Adesso se n'è andata, ha 89 anni. L'autrice, medico e femminista Nawal El-Saadawi ha scritto per MODERN TIMES da giugno 2009.
Dibattito / Cos'è la sicurezza oggi?Se vogliamo la pace, dobbiamo prepararci per la pace, non per la guerra. Nei programmi preliminari del partito, nessun partito nello Storting è a favore del disarmo.
Filosofia / Filosofia politica del buon senso. Fascia 2, ... (di Oskar Negt)Oskar Negt chiede come sia nato il cittadino politico moderno sulla scia della Rivoluzione francese. Quando si tratta di terrore politico, è chiaro: non è politico.
Autoaiuto / Svernamento: il potere del riposo e della ritirata in tempi difficili (di Katherine May)Con Wintering, Katherine May ha proiettato un affascinante e saggistico libro di auto-aiuto sull'arte dello svernamento.
Cronaca / Non tenete conto dei danni che possono causare le turbine eoliche?Lo sviluppatore di energia eolica di Haramsøya ha gravemente trascurato? Questa è l'opinione del gruppo di risorse che dice no allo sviluppo locale delle turbine eoliche. Lo sviluppo può interferire con i segnali radar utilizzati nel traffico aereo.
La forza mimetica / Padronanza della non padronanza nell'era della fusione (di Michael Taussig)Imitare un altro è anche un modo per ottenere potere sulla persona ritratta. E quante volte vediamo un'imitazione del cosmo in un bar in una strada laterale buia?
Radiazione / La maledizione di Tesla (di Nina FitzPatrick)I ricercatori del romanzo trovano la prova definitiva che parti della tecnologia moderna stanno distruggendo la biologia neurologica umana?
Foto / Helmut Newton – Il cattivo e il bello (di Gero Von Boehm)Il controverso status di culto del fotografo Helmut Newton persiste molto tempo dopo la sua morte.
Notifica / La Svezia e l'Inghilterra erano democrazieIl trattamento di Julian Assange è un disastro legale iniziato in Svezia e continuato nel Regno Unito. Se gli Stati Uniti riusciranno a ottenere l'estradizione di Assange, potrebbero impedire la pubblicazione di informazioni sulla grande potenza in futuro.
- Annuncio pubblicitario -

Potrebbe piacerti ancheRelazionato
Consigliato