Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

Presidente del Consiglio Assente registrato dalla Polizia di Sorveglianza!

SORVEGLIANZA / Il primo ministro condivide il destino della sorveglianza in Norvegia con 200-400 compatrioti. La situazione peggiora, secondo il libro, "quando gli archivi della polizia di sorveglianza sono apparentemente messi a disposizione della Nato".




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Tra le prime decisioni politiche prese da Per Borten quando fu nominato primo ministro nel 1965 c'era quella di rimuovere il capo della polizia di sorveglianza, Asbjørn Bryhn. Allo stesso tempo, ha istituito il cosiddetto comitato Mellbye, che avrebbe dovuto controllare le attività del "servizio di sorveglianza".

Lo sfondo delle azioni del Primo Ministro era che lui stesso aveva sperimentato i metodi della polizia di sorveglianza come oppositore della CE.

Blu. questo è mostrato nel libro Il grande fratello ti vede. Una mappatura di sorveglianzala polizia in Norvegia ei piani segreti golpisti della Nato (1973), che in questi giorni vengono pubblicati da Pax forlag. Gli autori sono Orienterings dipendenti John E. Andersson e Erling Borgen.

Controllo parlamentare, disse Borten

Da Borten è stato nominato Primo Ministro, è stato intervistato da Orientering (N. 33 del 1965). Una delle domande riguardava la polizia di sorveglianza, e Borten ha risposto tra l'altro: "Bisogna stabilire un controllo parlamentare. Non puoi più lasciarlo andare alla deriva." E nel suo primo discorso di Capodanno, il primo ministro ha detto: "Sappiamo che ci sono paesi in cui la polizia segreta è diventata uno strumento importante nella lotta per il potere interno".

"Borten ha organizzato da solo il licenziamento di Asbjørn Bryhn e ha annunciato un'indagine pubblica sulle circostanze".

In Storebror, vedi commenti sulle reazioni di Borten come questo:

“Borten si era arrabbiato. Essendo scettico della CEE, lui stesso aveva sperimentato da vicino i metodi della polizia di sorveglianza. E tutto questo per lui fu uno shock”.

"Borten ha organizzato da solo il licenziamento di Asbjørn Bryhn e ha annunciato un'indagine pubblica sulle circostanze". Ma secondo gli autori non è solo Borten l'oggetto delle attività del servizio segreto. Secondo il libro, ci sono tra i 200 e i 400 compatrioti di Borten che si trovano negli archivi di Victoria Terrasse.

Nella sezione d'archivio che la stessa polizia di sorveglianza chiama "Archivio dei casi", si trovano, secondo quanto "gli autori hanno motivo di credere", informazioni su quasi 10 donne e uomini.

Poi Arne Kielland ha suggerito la cifra di 10 nel dibattito parlamentare sulla polizia di sorveglianza del 000 aprile 27, ciò non è stato smentito.

Secondo Storebror, l'"archivio dei casi" è l'archivio speciale per coloro che si oppongono e non sono d'accordo con la politica estera norvegese: oppositori della CEE, obiettori di coscienza, ecc.

Riguardo a questo archivio, la raccomandazione del Comitato Mellbye afferma: "Un tale archivio è necessario affinché la polizia di sorveglianza possa svolgere i propri compiti. Il compito di monitorare le attività che possono minacciare la sicurezza dello Stato è un enigma che rende necessaria la raccolta di informazioni da molte fonti diverse e per un lungo periodo di tempo. Se si intende utilizzare il materiale raccolto, deve anche essere possibile registrarlo e archiviarlo per un successivo utilizzo".

I paesi della NATO con cui confrontarci

Andersson/Borgen si occupa anche del cosiddetto "Archivio di sicurezza", dove si suggerisce che il numero "archiviato" sia compreso tra 2 e 400. Nel libro si dice: "In Danimarca, un paese della NATO, è ovvio In confronto a noi, il Ministro della Giustizia ha ammesso che questo archivio contiene informazioni su un numero di persone a sei cifre. E nel 000, i giornali danesi suggerirono che la cifra fosse vicina a 1964".

I loro nomi, simpatie politiche, rapporti familiari ecc. sono registrati negli archivi di Victoria Terrace.

In questo archivio si trovano principalmente informazioni sulle persone che elaborano documenti con livello di sicurezza, ad es. piani di difesa e di politica estera. Qui ci sono informazioni su rapporti familiari, rapporti organizzativi, finanze, malattie e altro ancora.

Il commento del libro: "Allora: centinaia di migliaia di cittadini norvegesi sono registrati dalla polizia di sorveglianza in Norvegia. Hanno i loro nomi, simpatie politiche, rapporti familiari, ecc. registrati negli archivi di Vittoria Terrasse – da utilizzare in caso di emergenza".

Gli autori scrivono che questo di per sé è abbastanza spaventoso. La situazione diventa ancora peggiore" quando gli archivi della polizia di sorveglianza vengono apparentemente messi a disposizione NATO . Le informazioni pervenute agli autori suggeriscono che questa alleanza militare ottiene le informazioni che desidera da Victoria Terrasse".

Riteniamo che sia ragionevole che tutte le carte siano messe sul tavolo a questo proposito – e chiediamo con Andersson/Borgen: "Se questo è corretto, chi è che dietro le spalle del popolo norvegese ha dato tali poteri, ha permesso questo?" ?


 

Asbjørn Bryhn, il capo della sorveglianza che temeva gli oppositori della CE: "Abbiamo bisogno dell'aiuto del pubblico nella grande battaglia per le menti umane che infuria intorno a noi oggi. I metodi di Goebbels diventano un dilettantismo primitivo rispetto ai giochi sottili degli odierni paesi del blocco orientale. Questa è guerra. La forma di guerra più orribile. Si applica non solo alla tua vita, ma anche alla tua anima. Oggi siamo esposti a una violenta offensiva di fascino su tutti i fronti della vita sociale. Ha un solo obiettivo, abbattere la nostra resistenza, distruggere la nostra volontà di difenderci. Spetta quindi a loro stabilire contatti in tutti i settori, cercare contatti aziendali ovunque, farsi strada dentro di noi, in modo che lentamente e inesorabilmente ci vengano imposti punti di vista contrari ai nostri interessi – ad esempio, spingendo la gente a protestare contro il mercato comune, che in realtà solo i paesi del blocco orientale hanno qualcosa da temere." Asbjørn Bryhn in un'intervista con VG, 1963.

- proprio annuncio -

Ultimi commenti:

Articoli Recenti

Il nostro sfortunato destino (ANTI-ODIPO ED ECOLOGIA)

FILOSOFIA: Può un modo di pensare in cui il divenire, la crescita e il cambiamento sono fondamentali, aprire nuove comprensioni e atteggiamenti verso il mondo nuovi ed ecologicamente più fruttuosi? Per Deleuze e Guattari il desiderio non inizia con la mancanza e non è desiderio di ciò che non abbiamo. Attraverso un focus sul desiderio come connessione e connessione – una comprensione dell’identità e della soggettività come fondamentalmente legate all’intermedio che la connessione costituisce. Ciò che mettono in luce sottolineando questo è come il desiderio edipico e il capitalismo siano legati tra loro e alla costituzione di una particolare forma di identità personale o soggettività. Ma in questo saggio di Kristin Sampson l'Anti-Edipo è legato anche al presocratico Esiodo, a qualcosa di completamente pre-edipico. TEMPI MODERNI offre al lettore qui una profonda immersione filosofica nel pensiero.

Una storia d'amore con il tessuto della vita

CIBO: Questo libro può essere descritto così: «Una celebrazione di storie, poesia e arte che esplora la cultura del cibo in un tempo di crisi ecologiche convergenti – dalla macchina agricola divoratrice al vaso di fermentazione rigenerativa.»

Sul rapporto tra poesia e filosofia

FILOSOFIA: Nel libro La poetica della ragione, Stefán Snævarr va contro un concetto troppo rigido di razionalità: vivere razionalmente non significa solo trovare i mezzi migliori per realizzare i propri obiettivi, ma anche rendere la vita significativa e coerente. Parti di questo lavoro dovrebbero interessare tutte le discipline interessate da modelli, metafore e narrazioni.

Il bagliore dell'utopia

FILOSOFIA: il problema dell’ottimismo fiducioso è che non prende abbastanza sul serio l’attuale crisi climatica e finisce per accettare lo stato delle cose. Ma esiste una speranza e un’utopia che nasconde una forza creativa e critica? TEMPI MODERNI esamina più da vicino la filosofia della speranza del tedesco Ernst Bloch. Per il tedesco Ernst Bloch bisogna riscoprire nella nostra esperienza concreta il fuoco che anticipa futuri possibili nel reale qui e ora.

Rivisitare la vera sala macchine

ORA: Appena 50 anni dopo la pubblicazione dell'Anti-Edipo di Gilles Deleuze e Félix Guattari, l'opera non ha perso la sua attualità, secondo il nuovo numero tematico della rivista norvegese AGORA. L’Anti-Edipo si è piuttosto rivelato uno strumento concettuale profetico e altamente applicabile per l’esame del capitalismo finanziario e dell’informazione contemporaneo. In questo saggio si fa riferimento anche all'affermazione del libro secondo cui non esiste economia o politica che non sia permeata al massimo grado dal desiderio. E che dire del fascista in cui qualcuno è portato a desiderare la propria oppressione come se significasse salvezza?

L’auto-messa in scena come strategia artistica

FOTO: Frida Kahlo era al centro di una sofisticata cerchia internazionale di artisti, attori, diplomatici e registi. In Messico, fu presto una tehuana – un simbolo di una donna emancipata che rappresenta un ideale di donna diverso da quello radicato nel marianismo tradizionale. Ma possiamo vedere gli stereotipi femminili della “puttana” e della “madonna” anche in una stessa persona?

Viviamo in un mondo da sogno collettivo

SAGGIO: La Bibbia secondo Erwin Neutzsky-Wulff: I testamenti nella Bibbia sono legati ad una "particolare miscela di mitologia babilonese, miti e falsificazione storica". Per lui, nessuna religione ha prodotto tante affermazioni mostruose quanto il cristianesimo, e nessuna ha preso le stesse come verità evidenti nella stessa misura. Neutzsky-Wulff parla correntemente dieci lingue e sostiene che nessun mondo esterno si oppone a quello interno. Inoltre, con un cosiddetto “io” soggettivo siamo prigionieri in una prigione somatica. Possibile capire?

Perché ci chiediamo sempre perché gli uomini commettono atti di violenza, invece di chiederci perché non lo permettono?

FEMICIDO: Gli omicidi di donne non avvengono solo in modo strutturale e non solo per motivi misogini, ma sono anche in gran parte banalizzati o rimangono impuniti.

Ne ero completamente fuori

Tema: L'autore Hanne Ramsdal racconta qui cosa significa essere messi fuori combattimento e tornare di nuovo. Una commozione cerebrale provoca, tra le altre cose, che il cervello non è in grado di sopprimere impressioni ed emozioni.

Quando vuoi disciplinare silenziosamente la ricerca

PRIORITÀ: Molti di coloro che sollevano domande sulla legittimità delle guerre americane sembrano essere stati spinti fuori dalla ricerca e dalle istituzioni dei media. Un esempio qui è l'Institute for Peace Research (PRIO), che ha avuto ricercatori che storicamente sono stati critici nei confronti di qualsiasi guerra di aggressione, che è improbabile che appartenessero agli amici intimi delle armi nucleari.

La Spagna è uno stato terrorista?

SPAGNA: Il Paese riceve aspre critiche a livello internazionale per l'uso estensivo della tortura da parte della polizia e della Guardia Civile, che non viene mai perseguita. I ribelli del regime vengono incarcerati per sciocchezze. Le accuse e le obiezioni europee vengono ignorate.

C'è qualche motivo per tifare per il vaccino corona?

COVID19: Dal lato pubblico, non viene espresso alcun reale scetticismo sul vaccino corona: la vaccinazione è raccomandata e le persone sono positive sul vaccino. Ma l'adozione del vaccino si basa su una decisione informata o su una cieca speranza per una normale vita quotidiana?

I comandanti militari volevano spazzare via l'Unione Sovietica e la Cina, ma Kennedy si oppose

Militare: Consideriamo il pensiero militare strategico americano (SAC) dal 1950 ad oggi. La guerra economica sarà integrata da una guerra biologica?

Nostalgia

Bjørnboe: In questo saggio, la figlia maggiore di Jens Bjørneboe riflette su un lato psicologico meno noto di suo padre.

Arrestato e messo in isolamento per il blocco Y

BLOCCO Y: Cinque manifestanti sono stati portati via ieri, tra cui Ellen de Vibe, ex direttrice dell'agenzia di pianificazione e costruzione di Oslo. Allo stesso tempo, l'interno Y è finito in container.

Un ragazzo del coro perdonato, purificato e unto

Le pinze: L'industria finanziaria prende il controllo del pubblico norvegese.

Il nuovo film di Michael Moore: Critical to alternative energy

AmbientePer molti, le soluzioni di energia verde sono solo un nuovo modo per fare soldi, afferma il direttore Jeff Gibbs.

La pandemia creerà un nuovo ordine mondiale

Mike Davis: Secondo l'attivista e storico Mike Davis, ci sono fino a 400 tipi di coronavirus nei bacini selvatici, come tra i pipistrelli, che aspettano solo di infettare altri animali e persone.

Lo sciamano e l'ingegnere norvegese

COMUNITÀ: L'attesa di un paradiso libero dal progresso moderno si è trasformata nella storia del contrario, ma soprattutto Newtopia parla di due uomini molto diversi che si sostengono e si aiutano a vicenda quando la vita è più brutale.

Esposizione senza pelle

Anoressia: spudorata Lene Marie Fossen usa il proprio corpo tormentato come una tela per il dolore, il dolore e il desiderio nella sua serie di autoritratti – rilevanti sia nel film documentario Auto ritratto e nella mostra Gatekeeper.