Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

Solidarietà e autogestione

Con in mente la storia dello squatting, Ny Tid si è incontrato l'anno scorso in piazza Wismar a Friedrichshain il 1° maggio.




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

Di. 6000 manifestanti si sono radunati prima che il treno partisse proprio verso Rigaer Strasse, dove squatter anarchici avevano occupato diversi condomini. Gran parte di Rigaer Strasse era stata chiusa negli ultimi due anni. La manifestazione era principalmente rivolta agli investitori immobiliari Christoph Groner, che ha investito nello sviluppo di nuovi appartamenti in affitto in strada. Secondo i negozianti della strada, il quartiere è cambiato radicalmente negli ultimi anni: quasi tutti gli anziani si sono trasferiti. Non possono più permettersi affitti maggiorati e quindi eccessivamente onerosi.

Nella piazza di Wismar, MODERN TIMES ha incontrato, tra molti altri gruppi anarchici, un ragazzo della FAU (Unione delle Donne e dei Lavoratori Liberi dei Lavoratori) che distribuisce il giornale DA (Direkte Aktion), il giornale anarchico-sindacalista della FAU. Cosa significa FAU?

FA

La FAU è un'associazione di associazioni di base locali. IN FA I membri di base (ri)votano nelle assemblee generali su tutte le decisioni importanti. La FAU non ha funzionari retribuiti, ma segretari eletti da tutti i membri. Questi possono essere liberamente modificati dai membri. Qualsiasi decisione dal basso verso l'alto nell'associazione viene presa dai membri stessi. La FAU si considera un'organizzazione separata per tutti i lavoratori salariati, oltre agli alunni, agli studenti, ai pensionati e ai disoccupati.

La FAU prende le distanze dalla cooperazione e dal partenariato tra sindacati, associazioni dei datori di lavoro e Stato, poiché sostengono una linea antiautoritaria e antigerarchica. Sono completamente indipendenti da partiti, istituzioni statali e organizzazioni non governative.

La FAU percepisce LO come troppo debole.

Il credo dell'organizzazione è che se tutti i lavoratori dipendenti si uniscono liberamente, sarà possibile costruire una base di potere che possa guadagnare terreno per le richieste dell'associazione attraverso azioni e azioni sindacali dirette. La FAU creerà gruppi imprenditoriali indipendenti dal DGB (Deutscher Gewerkschaftsbund, corrispondente al LO norvegese, ndr) e dai comitati aziendali. La FAU percepisce LO come troppo debole. In collaborazione con i sindacati aziendali, i gruppi aziendali devono elaborare e attuare le proprie strategie per il miglioramento e lo sviluppo delle condizioni di vita e di lavoro dei lavoratori in tutti i luoghi di lavoro.

Invece di sfruttamento, distruzione, oppressione delle persone e della natura, la FAU rappresenta un ordine economico e sociale che promuove la solidarietà e l’autogestione in cui tutte le persone hanno l’opportunità di vivere una buona vita.

Lavoratori migranti

Un esempio concreto di come la FAU interviene nella vita lavorativa quotidiana dei lavoratori e dei migranti si può leggere nel giornale Direkte Aktion: In una controversia legale nella città di Jena a Weimar, nella Germania dell’Est, la FAU ha sostenuto diverse lavoratrici portoghesi che erano impiegato in aziende gastronomiche della filiera del gruppo Giancarlo. Nonostante denunce e proteste, i dipendenti stranieri hanno perso la causa.

Tutte le decisioni dal basso verso l'alto nell'associazione vengono prese dai membri stessi.

Il nocciolo del caso era che una dipendente donna era stata licenziata a causa di un disaccordo sulle condizioni di lavoro. Insieme alla FAU ha denunciato facendo riferimento ad una legge contro i licenziamenti, oltre ad organizzare un'azione di protesta davanti ai negozi e ai ristoranti di Giancarlo. Ma davanti al tribunale di conciliazione del lavoro il Boss ha presentato un contratto di lavoro firmato con reciproco diritto di rescissione. La dipendente ha negato di aver firmato il contratto, ma il tribunale non l'ha confermata.

La FAU ha commentato che gli imprenditori stabiliscono condizioni di lavoro ingiuste con piena intenzione. I dipendenti del gruppo Giancarlo vengono reclutati all'estero e costretti a vivere negli appartamenti in affitto dei loro datori di lavoro, dove possono essere sfrattati in qualsiasi momento. E i padroni devono avere accesso illimitato. Diversi dipendenti hanno confermato alla FAU di essere stati costretti a firmare documenti senza capire il tedesco e senza che i documenti fossero stati precedentemente tradotti. I lavoratori non organizzati non hanno alcuna possibilità in una situazione legale, anche se sostanzialmente hanno la legge dalla loro parte.

I lavoratori devono organizzarsi indipendentemente dai tribunali e dalle istituzioni statali, con largo anticipo rispetto alle controversie industriali.

Leggi anche l'articolo principale: Occupazione domestica e anarchismo di base

Hans Georg Kohler
Hans-Georg Kohler
Kohler è un revisore regolare di Ny Tid. Artista.

Potrebbe piacerti anche