Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Lo spreco di aiuti allo sviluppo continua

Il fatto che i presidenti dei paesi poveri acquistino aerei privati ​​esclusivi è diventato il simbolo stesso dello spreco di denaro e prestiti. Ora è successo di nuovo – in Zambia.

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

"Raccogliere un prestito di 400 milioni per acquistare aerei privati ​​è completamente fuori questione, specialmente in un paese come [lo Zambia]", ha detto il 14 ottobre ad Aftenposten il ministro dello Sviluppo Nikolai Astrup. Su questo possiamo essere tutti d'accordo: questo ultimo acquisto di aeromobili si aggiunge ai ranghi di tali esemplari provenienti da paesi in cui la gente muore di fame. 400 milioni sono il quadruplo degli aiuti norvegesi allo Zambia nel 2017. Sono tanti e provocano. L'acquisto dell'aereo solleva la questione se gli aiuti funzionino, se si debba continuare a fornire aiuti e quanto si debba interferire nelle priorità sbagliate, negli sprechi e nella corruzione di altri paesi. E chi ci preoccupa di più nella politica di aiuto allo sviluppo: sono i poveri nel paese beneficiario, la comunità internazionale dei donatori o l'opinione pubblica qui a casa?

Fuga di capitali dal paese destinatario

I tagli al sostegno al bilancio a favore del sostegno al progetto, la concentrazione dell'assistenza allo sviluppo, i fondi multi-donatore e l'assistenza al sistema fiscale del paese possono essere buone misure per creare uno sviluppo più positivo nel paese beneficiario. Ma a che serve se le massime autorità del paese non si uniscono al team, ma danno l'esempio come un pessimo esempio dell'uso di fondi pubblici, per non parlare della fuga di capitali? Secondo Global Financial Integrity, il flusso illegale di capitali dall'Africa è maggiore degli aiuti che arrivano.

Il flusso illegale di capitali dall'Africa è maggiore degli aiuti che arrivano.

Se eliminiamo tutta l'assistenza allo sviluppo, molti contribuenti norvegesi saranno probabilmente soddisfatti, ma sarebbe un peccato per i progetti di assistenza allo sviluppo di successo che effettivamente funzionano, ma di cui purtroppo non si sente molto parlare.

Possiamo dire alla persona in questione, cioè il presidente, come ha fatto Astrup alla riunione della Banca mondiale in relazione all'acquisto di quest'ultimo aereo. Ma quanta influenza ha davvero la Norvegia in un simile contesto? Le critiche mordono o sono queste misure che soddisfano innanzitutto l'opinione pubblica norvegese? Indipendentemente da ciò, è importante dire di no. Un altro presidente che ha acquistato jet privati ​​è Filipe Nyusi dal Mozambico. Visiterà la Norvegia a novembre. Astrup vorrà anche dire a Nyusi che l'acquisto dell'aereo è stato completamente "vuoto"? Vedremo.

Necessità di un chiaro programma anti-corruzione

- annuncio pubblicitario -

La tolleranza zero per la corruzione è un buon approccio ed è positivo che vengano fatte richieste alle organizzazioni umanitarie in modo che ci sia più sviluppo per i soldi. Ma altrettanto importante è che gli aiuti per le misure anticorruzione nel paese beneficiario abbiano una priorità più alta e che l'obiettivo di sostenibilità trasversale delle Nazioni Unite sulla lotta alla corruzione (SDG 16) sia integrato nei programmi di aiuto.

Nella lotta alla corruzione, la società civile ha una funzione importante quando si tratta di ritenere le autorità responsabili. Ma sappiamo che il margine di manovra della società civile si riduce sempre di più in molti paesi e che questa tendenza sembra essere proporzionale al livello di corruzione nelle autorità del paese. Occorre pertanto dare maggiore priorità al sostegno di una società civile forte con i diritti e la protezione che comporta.

Il budget proposto per l'assistenza allo sviluppo per il 2019 è più ampio che mai, con 37,8 miliardi di NOK. Allo stesso tempo, vengono segnalate alcune modifiche sia nella struttura che nella gestione di questa assistenza. Ci sono molte considerazioni da fare e nessuno ha dubbi sul fatto che l'aiuto allo sviluppo sia politico. Può quindi valere la pena ricordare l'obiettivo principale dell'obiettivo di sostenibilità delle Nazioni Unite: eliminare la povertà entro il 2030. L'assistenza allo sviluppo norvegese dovrebbe contribuire in modo più efficace a questo obiettivo attraverso un chiaro programma di lotta alla corruzione.

Gro Skaaren-Fystro
Skaaren-Fystro è consulente speciale di Transparency International Norvegia.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Tutti contro tutti

RIFUGIATI: L'unità è polverizzata, tutti pensano solo a cavarsela da soli, sopravvivere, strappare un boccone in più, un posto nella coda del cibo o nella coda del telefono.

Molti conservatori norvegesi faranno un cenno di apprezzamento a Burke

UNA DOPPIA BIOGRAFIA: Dagli anni '1950, le idee di Burke hanno subito una rinascita. L'opposizione al razionalismo e all'ateismo è forte tra i 40-50 milioni di cristiani americani evangelici.

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti.

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.