Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

Sostenibilità fragile nelle Isole Perhentian

La tappa naturale del sud-est asiatico per i viaggiatori con lo zaino e una delle principali destinazioni dell'ecoturismo della Malesia è minacciata dai progetti di sviluppo dei principali operatori.




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

da: Erik Foynland “Guarda, papà! Uno squalo!" il mio bambino di otto anni grida con troppo zelo. Meno di cinque minuti dopo essere arrivata in barca, è già riuscita a guadare l'acqua con la maschera da sub. "Particolarmente!" grido in tono sprezzante. Le avevo preparato che se fossimo stati fortunati avremmo potuto vedere gli squali nelle isole Perhentian. Ma nell’acqua fino alle ginocchia – difficilmente! "Sì, sì, padre! Venire!" Molto scettico, faccio alcune domande di controllo per rivelare che si tratta solo di questo o quel pesce da spiaggia. "Che aspetto ha la pinna?" "Ha la punta nera." "Va bene," rispondo incerta. Potrebbe davvero essere vero? Indosso velocemente la maschera e strizzo gli occhi nell'acqua limpida. Lei ha ragione. C'è un piccolo squalo pinna nera del reef a un paio di metri dalle sue gambe. La specie è in pericolo a causa dell'industria cinese delle pinne di squalo, mentre è vulnerabile a causa della lenta riproduzione. Le acque intorno alle isole sono un parco nazionale marino e tutta la pesca è vietata. Ciò significa che gli squali qui sono al sicuro, poiché per lo più si attaccano alle stesse barriere coralline. Isole Perhentian si trova sulla costa orientale della Malesia occidentale, o penisola di Malacca come veniva chiamata ai vecchi tempi, vicino al confine con la Thailandia. La rotta marittima tra Singapore e Bangkok passa per le isole. Questa costa è molto soggetta a improvvise tempeste tropicali tra novembre e febbraio, e le Isole Perhentian sono una delle poche opportunità di riparo del tratto – da qui il nome Perhentian, che in malese significa "luogo di sosta". L'arcipelago è composto da due isole abitate, più alcuni piccoli isolotti e scogli. Le isole sono una tappa naturale per i turisti durante il loro tour estivo nel sud-est asiatico. La maggior parte della regione viene poi sommersa a causa del monsone. Una delle poche aree con un ottimo clima estivo – e di conseguenza l'alta stagione locale – è una fascia monsonica inversa che si estende da Koh Samui in Tailandia e un po' lungo la costa verso Singapore. L'unico concorrente sul fronte spiaggia questa stagione è l'area intorno a Bali in Indonesia.

Le isole si sono specializzate nell’ecoturismo un paio di decenni fa, quasi involontariamente.

Le isole si sono specializzate nell’ecoturismo un paio di decenni fa, quasi involontariamente – non c’era davvero nessun’altra forma di turismo possibile, poiché le infrastrutture erano totalmente assenti. Le immersioni divennero presto un hobby. A poco a poco, il turismo subacqueo è diventato la principale fonte di reddito e se vuoi far venire subacquei esperti, devi assicurarti che la natura sottomarina sia intatta. Uno degli operatori subacquei più seri, Bubbles Dive Resort a Perhentian Besar, la più grande delle due isole principali, è specializzato in immersioni ecologicamente responsabili. L'accento è posto sull'impatto minimo sull'ambiente marino. Nessuna raccolta di nulla. Non toccare animali o coralli. Le barche ormeggiano solo alle boe costruite dalle autorità, non usano mai draghe che danneggiano il fondale. Anche sulla spiaggia del centro immersioni è severamente vietato raccogliere conchiglie: senza conchiglie la spiaggia è esposta all'erosione e i paguri perdono la corazza. Molti turisti non hanno un certificato di immersione e devono accontentarsi di fare snorkeling per vedere le spettacolari barriere coralline e i pinnacoli sottomarini. Un passo falso con le pinne può significare la distruzione dei coralli che impiegano centinaia di anni per ricostruirsi. Al Bubbles Dive Resort, solo gli istruttori subacquei vengono utilizzati come guide per lo snorkeling. Questo garantisce un comportamento corretto anche agli ospiti meno esperti, sia quando si tratta di accudire i coralli che le tartarughe marine. Ferma_4 Le tartarughe hanno non si preoccupano di essere avvistate da una piccola distanza, e quando sono sul fondo, non stanno nemmeno troppo attente alla distanza – ma in una fase le tartarughe marine sono sensibili: quando salgono in superficie per respirano, non vogliono essere disturbati – e gli snorkelisti non iniziati non sempre lo sanno. Il team di Bubbles fa uno sforzo costante per ridurre al minimo l'impatto umano sulla vita delle tartarughe. È risaputo che questo tipo di turismo è sempre un’arma a doppio taglio. I turisti devono poter vedere le tartarughe, questo garantirà che la comunità locale faccia di tutto per preservare la popolazione. Allo stesso tempo, la presenza umana nell'ambiente delle tartarughe deve essere limitata, altrimenti fuggono. Tre specie di tartarughe su quattro sono quasi estinte nella provincia di Terangganu. La popolazione della specie più comune, la tartaruga verde – o tartaruga zuppa, come viene ancora impropriamente chiamata in norvegese – è diminuita dell’80% dagli anni ’1950. Le Isole Perhentian sono uno dei pochi posti nel paese con una popolazione vitale di tartarughe embricate. Il valore di un uovo di tartaruga arriva fino a sei corone. Il reddito della popolazione locale è basso – poco più di mille corone svedesi al mese per famiglia – il che rende forte la tentazione di raccogliere uova di tartaruga per integrare il reddito e come alimento puro. Gran parte degli ospiti del centro immersioni sono giovani provenienti da tutto il mondo che prestano servizio come volontari presso l'incubatoio di tartarughe. Se di notte una tartaruga arriva sulla spiaggia per deporre le uova, i giovani si accertano che le uova non vengano rubate e vendute al mercato. Le uova vengono trasferite nell'incubatoio custodito. Ogni sera, i custodi volontari delle uova tengono mini-conferenze didattiche sull'ecosistema intorno alle isole. Purtroppo sembra che i giovani norvegesi non siano più attratti da condizioni di vita semplici e incarichi significativi: il grande viaggio nel Sud-Est asiatico che prima andava di capanna di bambù in capanna di bambù, oggi passa da albergo di lusso a albergo di lusso.

Un passo falso con le pinne può significare la distruzione dei coralli che impiegano centinaia di anni per ricostruirsi.

Bubbles Dive Resort lavora duramente per garantire che l'impronta ecologica dei turisti sia la più piccola possibile – o preferibilmente un'impronta positiva. Nella zona della spiaggia non è stato costruito nulla. L'hotel garantisce che le piante leganti naturali possano crescere in tutta tranquillità, anche se oscurano la vista. E ovviamente: niente piscine. Qui non ci sono sontuose cene di lusso, ma semplici buffet a base di ingredienti locali, ad esempio le ikan bili – minuscole acciughe essiccate – spesso mescolate con arachidi tostate. Noci di cocco giovani e verdi direttamente dagli alberi è la bevanda migliore quando fa caldo. L'acqua di cocco è un agente di reidratazione naturale. Funziona esattamente come i sostituti dei liquidi acquistati in farmacia ed è altrettanto efficace per ripristinare l'equilibrio dei liquidi e dei sali. Non a tutti piace subito il gusto, ma ai tropici è un gusto a cui dovresti abituarti. È come il caffè e il vino: una volta che lo assaggi, ti rendi conto di quanto sia meraviglioso. In molti luoghi dei tropici ci sono enormi piantagioni di cocco che producono i prodotti a base di cocco su terreni della foresta pluviale deforestati. Questo è un grave problema ambientale, ma qui sulle Isole Perhentian si raccoglie semplicemente la generosità della natura e non si sposta la foresta pluviale. Quindi qui puoi goderti l'acqua di cocco senza sensi di colpa. Questo di per sé è un motivo sufficiente per restare lì. Nonostante il mare è ricca di pesci, la popolazione è sempre stata scarsa nelle isole poiché c'è poca acqua dolce da allevare. Recentemente è stata posata una conduttura dalla terraferma. Le isole sono ora minacciate dallo sviluppo. Secondo Debbi O'Sullivan, che in precedenza gestiva la piccola struttura ricettiva Petani Beach House, costruita interamente con legni, sempre più operatori di ecoturismo sono costretti a trasferirsi perché i proprietari terrieri favoriscono grandi progetti di sviluppo. Fino ad allora, l’accesso all’elettricità è limitato. L’elettricità viene attivata alle 18 e interrotta alle 23, ma gli operatori più grandi possono permettersi il proprio generatore diesel, con tutto l’impatto ambientale che ciò comporta. Ciò che può salvare le isole è che la stagione è troppo breve per i progetti di sviluppo più sontuosi. Il turismo è fondamentale per il futuro di queste isole paradisiache tropicali. Perché lo sviluppo sia sostenibile, la popolazione locale deve guadagnare di più, mentre il numero dei turisti non può aumentare.


Foynland è un autore e scrittore. foynland@gmail.com

Potrebbe piacerti anche