Se vogliamo risolvere la crisi climatica, dobbiamo accelerare


CLIMA: La velocità lenta nell'azione per il clima danneggerà il clima, le persone e la democrazia, secondo Bernd Ulrich.

Eckhoff è un recensore regolare di TEMPI MODERNI.
E-mail: ranveig.eckhoff@posteo.net
Pubblicato: 2020-01-04
È tutto diverso. L'Età dell'Ecologia
Autore: Bernd Ulrich Kiepenheuer, Witsch Verlag
, Germania

Ora stiamo vivendo un cambio di paradigma onnicomprensivo: politico, personale, ecologico, economico. In cosa consistono queste aspettative?

Nel 20 ° secolo, abbiamo dovuto affrontare diversi dualismi: dittatura contro democrazia, stato contro individuo, capitale contro lavoro. Il secolo in corso sarà caratterizzato dalla contraddizione tra uomo e natura, che in precedenza ha svolto un ruolo piuttosto insignificante.

La nostra controparte non è né una di cui possiamo discutere né provare a combattere. La natura non combatte, risponde. La cassetta degli attrezzi del XX secolo non è sufficiente per combattere l'attuale crisi climatica.

"Non è liberale mettere in discussione i privilegi di inquinamento. È feudale. "

Questo è un punto centrale nel libro di Bernd Ulrich È tutto diverso. L'Età dell'Ecologia (Tutto è diverso. L'era dell'ecologia). La sua solita convinzione - come redattore politico nel settimanale tedesco Die Zeit - va in tribunale con una politica che sconfigge i suoi obiettivi e le sue critiche si applicheranno senza attriti alla maggior parte dei paesi occidentali di prosperità. E si tratta di un avvertimento: non aiuta a misurare il nuovo problema in base a vecchi criteri. Ciò porta a una diversione, poiché i fenomeni biofisici non possono essere trattati con strumenti ideologici. Come dice Ulrich, "Quando l'ecologo viene picchiato, l'ecologia rimane intatta".

La gravità della situazione

Un nuovo e più acuto conflitto generazionale sta emergendo in questo contesto. I giovani di oggi sono maggiormente colpiti dalla distruzione al galoppo della biosfera mentre ne sono meno responsabili. E qui Ulrich non esita a diventare personale nella propria sfortuna. "Come tanti nella generazione del boom del dopoguerra del dopoguerra, la ricerca in me riguardava una maggiore prosperità, Volvo, tute costose, marchi - E il fatto che i Verdi stavano prosperando. Come giornalista, dovrei esaminare più da vicino i fatti, vale a dire la perdita di habitat e specie e precisamente CO₂. ”

Abbonamento NOK 195 / trimestre

A suo avviso, appartiene all'ultima generazione che è stata in grado di fuggire culturalmente e politicamente ignorando deliberatamente la gravità della situazione.

Non da ultimo le ultime due estati calde in Europa e le azioni di protesta dei giovani hanno trafitto la bolla degli sfollati, almeno laddove la crisi climatica non è considerata una questione di fede. Gli scienziati del clima hanno dichiarato: "Ogni grammo di anidride carbonica in pochi anni fa risparmiare di più, costa qualunque costo."

Ulrich sottolinea qualcosa che potremmo definire un mal di testa democratico: la lentezza ...


Caro lettore. Hai già letto i 4 articoli gratuiti del mese. Che ne dici di supportare i TEMPI MODERNI disegnando una corsa online Abbonamento per libero accesso a tutti gli articoli?


Lascia un commento

(Usiamo Akismet per ridurre lo spam.)