SOCIETÀ CHIUSA: La lotta per l'uguaglianza e la giustizia nella vita di tutti i giorni divisa per genere è il tema del quarto film di al-Mansour Maryam, una "versione per adulti" del primo film La bicicletta verde.

Lande è una scrittrice e regista di film e una scrittrice regolare per Ny Tid.

Maryam ci porta dentro donna sfera in Arabia Saudita e ci dà un'idea delle sue limitazioni letali e assurde. La dottoressa Maryam ritrae le regole scritte e non scritte di una società chiusa.

Una donna può essere un medico di emergenza ma non mostrare il volto di pazienti maschi. Dal 2018, una donna è stata autorizzata a guidare un'auto, ma deve indossare un nikab dove sono visibili solo gli occhi.

La regista Haifaa al-Mansour interpreta senza sforzo una vita che conosce così bene.

La rappresentazione ambientale è unica e pone il film in una classe a sé stante. La regista Haifaa al-Mansour ritrae senza sforzo una vita che lei stessa conosce fin troppo bene. È la prima regista femminile dell'Arabia Saudita, con un debutto strepitoso in Venezia nel 2012 con La bicicletta verde (La bici verde). L'anno scorso era tornata con Maryam e ha vinto Leone d'oro.

Respinto dalle autorità e dai pazienti

Per molti versi, il quarto lungometraggio di al-Mansour è una "versione per adulti" del suo primo.
. . .

Caro lettore. Oggi hai letto alcuni articoli gratuiti. Torna tra una settimana circa per saperne di più. O che ne dici di disegnare Abbonamento? Quindi puoi leggere tutto (comprese le riviste). Se sei già lì, accedi al menu (possibilmente il menu mobile) in alto.

Abbonamento NOK 195 quarti