Casi per tutti!

Festival saggistica
Autore: Casa della letteratura a Oslo
Editore :, 20 ottobre

Il Case Proceedings Festival di quest'anno ha un programma vario e costellato di stelle, e pratica il suo pensiero di base democratico essendo aperto a tutti.

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Durante la festa della prosa di quest'anno, tra l'altro, il posto della socialdemocrazia in Scandinavia sarà tematizzato. Abbiamo una chiacchierata con la responsabile del festival Mette Karlsvik, che ha i suoi preferiti nell'elenco dei programmi. 

- Con il tuo ampio background ed esperienza, perché dovresti diventare il capo del Festival della non prosa?

“Perché ha un tale potenziale! È il più grande festival del caso nella capitale, con un buon programma concentrato di un giorno, e la mia esperienza è stata che la posizione della Norvegia come paese letterario ha reso facile ottenere "stelle" internazionali  ha colpito. "

- Parlaci un po 'del programma di quest'anno.

- annuncio pubblicitario -

"Uno degli obiettivi è stato quello di creare un programma concentrato e potente, ma allo stesso tempo vario e inclusivo con qualcosa per tutti. L'idea per la struttura del programma è emersa – e ci ha salvato dalla totale paralisi creativa – sulla base del fatto che la Casa della letteratura è stata in precedenza una scuola di formazione per insegnanti. Abbiamo giocato con gli orari, gli ospiti leggono compiti speciali, la mancanza di educazione sessuale è problematizzata attraverso libri come La gioia della vagina og Script sull'ano, e altro ancora. Abbiamo cercato un equilibrio tra temi e generi, ampio e ristretto, ospiti di alto e basso profilo e così via – e fortunatamente abbiamo così tanto spazio alla Casa della letteratura che possiamo fare tutto in un giorno ".

- È un espediente?

"Siamo sempre stati scettici sulla nostra idea, ma questo con il calendario è rimasto perché assicura che il tempo sia distribuito uniformemente tra i vari argomenti all'interno della saggistica. Il festival deve essere democratico e non riflettere solo gli interessi degli organizzatori ". 

- Richiede una panoramica di ciò che si sta muovendo nel campo della saggistica. Cosa ne pensi della posizione di questa letteratura in Norvegia?

"Innanzitutto, vorrei sottolineare che abbiamo buoni lettori, che leggono molto e ampiamente. Questo contribuisce molto. La Norvegia ha ottenuto buoni risultati anche al Festival della letteratura norvegese e nella selezione di Morgenbladet della migliore saggistica scandinava all'inizio di quest'anno. Inoltre, gli scrittori di saggistica hanno un sindacato nella NFFO che è diventato molto offensivo e bravo a rendere visibili la saggistica norvegese ei suoi autori ".  

- Nei sei anni del festival è il primo anno che non tutti gli eventi sono gratuiti?

"Questa è una verità con grandi modifiche! Solo una delle cinque sale ospita eventi per i quali devi pagare.

E anche questo lo facciamo con riluttanza. È stato nello spirito del festival che dovrebbe essere aperto a tutti, anche a quelli con poco da fare. Ma con il nuovo governo sono seguite nuove esigenze per ricevere il sostegno degli organizzatori dal Consiglio Culturale. Bisogna fare riferimento alle vendite di biglietti e ai budgeters con tali ricavi. Tuttavia, abbiamo limitato questo il più possibile.  

- Quali preferiti personali del programma vuoi evidenziare?

"Devo limitarmi un po ': la poetessa sperimentale e performer Angela Rawlings (Esecuzione di geocronologia nell'antropocene) e il poeta scientifico canadese Adam Dickinson, che sono entrambi così competenti e hanno preso il loro campo ristretto e ne hanno fatto molto. L'esperta Cathrine Strøm è abile come comunicatrice e intervistatrice di letteratura ed è garantita per renderla eccitante per la folla. 

La conversazione tra l'autrice, scrittrice culturale e dibattitrice pubblica Åsa Linderborg (Nessuno mi possiede), il nostro Vigdis Hjorth e la pluripremiata giornalista e autrice Elisabeth Åsbrink (E ancora gli alberi stanno nel Wienerwald - basato su 500 lettere a un ragazzo ebreo rifugiato in Svezia dai suoi genitori a Vienna) sarà un incontro magistrale che dovrebbe essere ripetuto. Le tre donne parleranno, tra le altre cose, delle scelte che l'autore fa quando la sua vita o quella degli altri devono essere usate come punto di partenza per ciò che deve essere scritto. 

Corrispondente estero per The Guardian e autore dell'acclamata critica Cospirazione. Come la Russia ha aiutato Donald Trump a entrare alla Casa Bianca. Luke Harding è ben informato, completo, strada intelligente e leggi. Come primo giornalista occidentale espulso dalla Russia, ha un'esperienza completamente unica e la conversazione tra lui e l'attivista per i diritti umani Marina Litvinenko, la vedova di Alexander Litvinenko, ucciso dal polonio, sulla tensione tra Russia e Occidente dopo gli attacchi di agenti nervini in Gran Bretagna, sarà molto interessante.

Il festival di saggistica si svolge a
Litteraturhuset a Oslo il 20 ottobre. 

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti – tra una dittatura che monitora lo stato e la spietata autoespressione dell'individualismo liberale. Forse una sorta di ordine sociale anarchico?

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.

Distruzione creativa

SPAZZATURA: La Norvegia non è attrezzata per lo smistamento dei tessuti. Anche se selezioniamo la spazzatura, non siamo neanche lontanamente vicini a luoghi in Giappone che possono riciclare in 34 categorie diverse. L'obiettivo è che i comuni non siano lasciati con rifiuti e senza camion della spazzatura!

La società di controllo e gli indisciplinati

MAMME TARDIVE: Le persone oggi stanno acquisendo sempre più controllo su ciò che li circonda, ma stanno perdendo il contatto con il mondo. Dov'è il limite per misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche?