Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

Ristrutturazione in corso

La sinistra in SV sarà soddisfatta se solo Audun Lysbakken diventerà vice leader alla riunione del consiglio nazionale questo fine settimana? Difficilmente. La battaglia per l'anima di SV inizia ora.




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

La cabala del governo divenne il trionfo della generazione media in cerca di centro. Una vittoria per il trio dirigente Kristin Halvorsen, Øystein Djupedal e il segretario del partito Bård Vegar Solhjell.

Hanno portato con sé parti importanti della leadership del partito, del gruppo parlamentare e dei consiglieri nei corridoi del governo. Ancora una volta l'ala sinistra e un partito abbandonato siedono e non capiscono bene cosa sia successo quando i risultati del castello da favola Soria Moria sono stati trasformati in pratica politica.

Da allora, abbiamo avuto rappresentanti parlamentari che hanno manifestato contro il proprio governo, e la discussione all'interno del partito è ora a un livello in cui molte persone parlano di salvare ciò che può essere salvato dal radicale SV.

Molte persone si chiedono dove sia andata l'anima radicale di SV quando Halvorsen ha preso i suoi uomini e le sue donne e ha marciato dallo Storting nel quartiere del governo. Non è stato evidente dagli uffici del governo.

Gli aerei F16 andranno in Afghanistan. Commissionato dal governo. E SV lo sostiene apertamente. E la dirigenza dell'SV considera una vittoria il fatto che Erna Solberg ritenga che la politica del governo spinga la politica estera norvegese a sinistra.

Si può essere soddisfatti di questo: che Erna lo veda. Ma la sinistra dell’SV non lo vede. Vedono invece che i rappresentanti del partito stanno diventando troppo simili al Partito Laburista. Un pensiero che fa venire i brividi a molti del partito. L'ultima volta che il partito ha tentato una stretta cooperazione vincolante con il partito laburista – nel governo della città di Oslo – la maggior parte dei soldati di punta del partito sono scomparsi nel partito laburista e sono diventati anch'essi sostenitori dell'UE.

Questo fine settimana la sinistra inizia seriamente la sua marcia per una SV più visibile e più radicale. Con Audun Lysbakken in carica come vice leader, questa ala del partito ha guadagnato un punto d’appoggio nella leadership. Nella discussione del partito questo viene sottolineato come importante, perché Lysbakken è bravo a argomentare ed è ideologicamente inserito saldamente nella storia del partito. Si sottolinea inoltre che Lysbakken sa distinguere tra un socialista e un socialdemocratico.

Per l'organizzazione del partito sarà importante coinvolgere a livello centrale persone che possano prendere l'iniziativa, avere contatti con tutte le parti del partito e mantenere vivo il dibattito.

Il nuovo trio dirigente del partito; Kristin Halvorsen e Audun Lysbakken di Bergen e il nuovo segretario del partito Edle Daasvand Skjæveland; significa che tutti ne hanno un po'. Skjæveland non è stata in precedenza una delle svedesi marcate all'esterno, e si trova al centro tra le ali.

La nuova leadership deve ripristinare la fiducia dell'SV tra gli elettori – e non da ultimo tra i suoi stessi membri.

Ci sono molti svedesi delusi in tutto il Paese che affermano di non riconoscere il loro partito. L’SV ha una lunga storia di forti dispute interne sulle scelte politiche. È troppo presto per dire se il partito rischi una scissione adesso, ma viene sottolineato che il modo più sicuro per creare battaglie interne è avviare una campagna in violazione del diritto internazionale. Va ricordato che nessuno nel partito ha dimenticato che l'SV ha sostenuto la guerra di bombardamento della NATO nel 1999 e che, con la decisione di inviare gli aerei F16 in Afghanistan, la direzione del partito si sta ricoprendo di bombe a grappolo politiche che possono colpire chiunque nel partito. . I tentativi di spiegare e giustificare questa decisione non servono. La decisione è contraria all'animo dell'SV, e poi le spiegazioni più e meno logiche non aiutano.

Per i trottatori delle squadre locali la sfida è che devono iniziare a lavorare già in vista delle prossime elezioni comunali e tra quattro anni delle prossime elezioni dello Storting. In questa prospettiva, la riunione del consiglio nazionale di questo fine settimana è estremamente importante. Il partito ha bisogno di un profilo chiaro e distinto, e la sinistra del partito combatterà con le unghie e con i denti per trasformare il partito su una linea più radicale. In questa battaglia, la vecchia guardia dei veterani e dei fondatori del partito si schiera insieme ai politici giovani e promettenti, guidati da Audun Lysbakken.

Anche se Ingrid Fiskaa e Audun Lysbakken sembrano rappresentare una generazione nuova e più radicale nel partito, non possiamo ignorare il fatto che hanno molto in comune con coloro che fondarono l’SV a metà degli anni Settanta.

Molti in SV vivono le ultime settimane come un ingresso infelice negli uffici governativi. C'è stato molto dibattito sull'SV nel partito e nei media. Ma finora non abbiamo sentito nulla da persone come Berge Furre, Kjellbjørg Lunde, Ottar Brox e Stein Ørnhøi. Hanno dato vita al partito e hanno partecipato con la loro esperienza ai preparativi per l'ingresso dell'SV nei corridoi del potere. Finora hanno trattenuto le loro opinioni sui voli per l’Afghanistan, sulle persone sul prato, sui pasti caldi a scuola, sulla responsabilità genitoriale e sulla preghiera a tavola. Non hanno avuto una buona opinione dell'SV come partito di governo, ma ci sono stati alcuni commenti su singole questioni. Qual è il motivo del silenzio possiamo solo immaginarlo. Il governo è nuovo e ha bisogno di tempo, ma già molti giungono alla conclusione che soprattutto i ministri dell'SV hanno difficoltà a portarlo a termine. Per i veterani, il potere del governo deve essere particolarmente doloroso, se si considerano le questioni su cui si è dibattuto.

Per la direzione del partito e i ministri è dura ricevere queste critiche. Questa è la politica. Allo stesso tempo, i ministri e i loro consiglieri devono rendersi conto che provengono da un partito in cui i membri si incontrano ogni giorno al lavoro e devono difendere il flusso di opinioni – alcuni direbbero insensate – dei ministri dell'SV. Questi dovrebbero essere in linea con il programma e le fondamenta del partito.

È improbabile che si danneggi il partito se parti del gruppo parlamentare si fanno avanti pubblicamente e dimostrano di sostenere ancora il programma del partito. Ciò dimostra che ci sono svedesi radicali e risoluti nella sinistra. Può darsi che le parti in conflitto nel partito concludano un accordo di pace, ma difficilmente hanno bisogno di pensare agli elettori. Come ha detto uno Sver l’altro giorno: “I nostri elettori non sono così pericolosi. Non sono timidi. Fingono semplicemente di aver votato per il Partito Laburista, cosa che fa anche la maggior parte delle persone

Fatto."

Potrebbero essercene di più, se scopriamo nuovi trucchi che sminuiscono le convinzioni infantili delle persone. Ci sono altri modi per creare una nuova Norvegia. Allontanare la preghiera a tavola dalle persone non è certo un pilastro in una società nuova e moderna.

Potrebbe piacerti anche