INTERVISTA: L'autrice tedesca Renate Feyl utilizza un caso di divorzio storico e nobile nel suo ultimo romanzo.

Idea storico.
E-mail: e-tjoenn@online.no
Pubblicato: 1 marzo 2020

Hit TEMPI MODERNI Renate Feyl per un'intervista al ristorante Nolle, con locali sotto la S-Bahn appena fuori dalla stazione di Friedrichstrasse a Berlino Mitte. L'interno ci pone in un ambiente storico degli anni '1920. Ma andiamo ancora più indietro - verso la metà del 19 ° secolo:

- Il titolo del romanzo dell'anno scorso L'indimenticabile condizione di felicità ("La condizione imperativa della felicità ") è tratto da una lettera del famoso più tardi Ferdinand Lassalle alla contessa Sophie von Hatzfeldt dove scrive: "Sono l'alfa e l'omega dei miei pensieri. Sono la prima e imperativa condizione della mia felicità. " Un libro con un mix esplosivo di romanticismo e politica?

- Puoi tranquillamente dirlo. Lassalle divenne quindi un rivoluzionario rappresentando la contessa nel processo di divorzio. Lasalle aveva vent'anni, uno studente povero e sconosciuto. La contessa non aveva trovato nessuno che avrebbe accettato il caso e combattuto per il divorzio in tribunale: suo marito era potente e uno degli uomini più ricchi della Germania. Ma Lassalle accettò il lavoro, anche se non era un avvocato.

- Nel processo di divorzio, l'aula di tribunale divenne una scena che rese famoso il coraggio di Lassalle e la sua arte del linguaggio. Nell'anno della rivoluzione del 1848 tenne un discorso di sei ore in cui mostrò come l'uomo, per venticinque anni, avesse incontrato sua moglie in questo nobile matrimonio. Il conte Hatzfeldt fu sistematicamente infedele, negò a sua moglie il contatto con i bambini e la privò della sua ricchezza. Lassalle ha dipinto questo marito diabolico in modo così convincente da convincere le persone con lui. Ha accusato non solo Hatzfeldt, ma i rapporti di potere nella società. Questo è stato l'inizio della sua carriera come agitatore. Nessuno aveva mai osato parlare in quel modo prima.

- E la nuova relazione d'amore era senza sesso?

- Lassalle si innamorò della Contessa a prima vista - ce n'era una coup de foudre. Ma aveva vent'anni di meno e non avrebbe confessato i suoi sentimenti di confessore. Invece, ha dimostrato il suo amore difendendo la contessa per sette anni. Lassalle era sconfinato e prepotente; Sophie gli ha dato resistenza e armonia. Era come un fulmine e lei era il parafulmine. Nelle conversazioni hanno avuto molti momenti felici. Lassalle aveva rapporti sessuali con altre donne.

Movimento socialdemocratico finanziato

- E il processo di divorzio ha portato alla lotta per la classe lavoratrice?

- All'inizio, Lassalle ha vinto tutti i procedimenti legali per la contessa. Quindi la rivoluzione del 1848 fallì e ottenne i giudici contro di lui. Ha perso il processo e la contessa ha perso la fortuna e il diritto di crescere i bambini. Ma Lassalle non si arrese. Si imbatté in lettere che mostravano che il conte aveva commesso atti criminali per frode. Attraverso questa stampa, la Contessa ha riguadagnato sia il divorzio che la ricchezza. Dopo che il processo fu vinto, la contessa usò i soldi per finanziare il movimento socialdemocratico dell'epoca. Statuno era come il marito dittatoriale e questa oppressione doveva andare via.

- E i lavoratori hanno sostenuto Lassalle?

- Ha dato loro il coraggio. E quando l'individuo non teme le autorità, allora è la fine della dittatura. Lassalle ha osato esprimere l'altro non ha osato. Disse ai lavoratori: "Siete produttori, unite!" Il 23 maggio 1863, Allgemeine Deutsche Arbeiterverein fu fondata con Lassalle come presidente.

"Marx ha detto che l'ultimo sappiamo sempre di quelli vecchi."

- Marx era un geniale teorico

- Che mi dici di Marx?

- #Marx non ha mai avuto la stessa popolarità di Lassalle. Era un brillante teorico, ma timido e diffidente. Marx sostenne che la teoria divenne una forza materiale non appena conquistò le masse. Lassalle disse che la gente doveva prima capire la teoria, quindi uscì e parlò con la gente. Non la teoria, però stato d'animo diventa una forza materiale non appena impegna le masse. L'esperienza della DDR mostra anche che se la teoria non è d'accordo con la pratica, perde credibilità. Quando la gente vede che la teoria è sbagliata, è finita.

- Ma Lassalle non vorrebbe - come alcuni anarchici - abolire #proprietà privata#?

- Ha detto che chiunque lavori dovrebbe anche ottenere la proprietà. Il lavoratore può anche possedere quanto vuole. La proprietà non è riprovevole. Ma quando sorge la supremazia politica proprietà, questo deve essere combattuto. attraverso divorzioil processo mostrò a Lassalle quanto decadente adeluno era. A questa classe era stata data proprietà senza lavoro.

- Voglio combattere l'oblio

- Perché scrivi romanzi storici?

RENATE ERROR Foto: Annette Hauschildostkreuz
Renate Feyl. (Foto: Annette Hauschildostkreuz)

- Perché voglio combattere l'oblio, la cancellazione della storia. Voglio che le persone sappiano da dove vengono. Questa conoscenza fa parte della nostra comprensione di sé e quindi non può rimanere storia. Lassalle è una persona storica, ma non può essere lasciata alla storia. Questo è il mio approccio.

- Non scappano dal presente?

- Non fuggo, ma lo raccolgo dal passato. Ed è importante oggi, dove il tempo stesso è cambiato e tutto sta andando più veloce. Marx disse che il più recente che conosciamo da sempre degli antichi, e quindi intendeva gli antichi Greci. Già Hegel sosteneva che la tradizione implica sia preservarla che superarla. Spettacoli culturali storici fanno parte di la nostra fondazione, la nostra equipaggiamento spirituale. Non possiamo incontrare ciò che abbiamo in serbo come tradizionale, vuoto esseri.

- E tutti i tuoi romanzi storici stanno ancora vendendo?

- Sì, sono uno scrittore di backlist, conclude Feyl con una risata.

Renate Feyl (1944) arrivò lo scorso autunno con il suo settimo romanzo storico, L'indimenticabile condizione di felicità. Il suo primo romanzo storico, "Idillio con il professore" (1986), parlava della moglie del famoso Illuminismo tedesco Gottsched. Poi è arrivato un romanzo sull'era della DDR: "Enduring Paradise" (1992) (Maledizione in Paradiso). Il romanzo è in gran parte autobiografico e descrive la vita nella RDT per lo più prima, ma anche subito dopo la caduta del muro. Quindi Feyl pubblicò "Profane Hours of Happiness" (1996) su Sophie von La Roche, che scrisse il primo romanzo femminile in Germania, "The History of Miss von Sternheim" (1771). È diventato un bestseller. In "The Soft Yoke of Excellence" (1999), Feyl racconta la storia del triangolo del poeta Friedrich Schiller, di sua moglie Lotte e di sua sorella Caroline. È stato venduto in oltre 60 copie. "Perspective for Sustained Clarity" (000) parlava dell'amore spirituale tra la regina Sofie Charlotte e il filosofo Leibniz. Nel 2006 è uscito un romanzo sul ritrattista Elisabeth Vigée-Lebrun (2011–1755). Cinque romanzi storici parlano quindi di persone dell'era dell'Illuminismo. L'ultimo romanzo, "L'immacolata condizione di felicità" (1842), tratta della relazione amorosa tra il fondatore della socialdemocrazia tedesca, Ferdinand Lasalle (2019-1825), e la moglie di uno degli uomini più ricchi della Germania a metà del 1864, la contessa Sophie von Hatzfeldt (1800-1805).

Abbonamento NOK 195 quarti