Ordina qui l'edizione estiva

Non copre il matrimonio forzato

Il limite di età per i matrimoni combinati influirà solo in piccola misura sui matrimoni forzati, secondo i dati di Statistics Norway.

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

[bill] Il governo è nel bel mezzo di una nuova legge sull'immigrazione. Tra le misure annunciate contro i matrimoni forzati c'è un limite di età per le transnazionali

matrimonio di 21 anni se la sposa o lo sposo è di un paese al di fuori dell'UE e dell'area SEE.

Statistics Norway ha calcolato quanti norvegesi di origine immigrata potrebbero essere interessati da un limite di età di 21 anni o dal limite alternativo di 24 proposto dal Partito progressista.

Le cifre rivelano che si tratta di pochissimi. Solo 39 norvegesi di origine pakistana di età inferiore ai 21 anni hanno sposato pakistani che non erano precedentemente residenti in Norvegia nel 2004, dodici dei quali erano ragazze. La cifra corrispondente per i norvegesi-turchi era 33, per i norvegesi-iracheni 17.

Un totale di 250 norvegesi di origine immigrata di età compresa tra i 18 e i 20 anni si sono sposati con stranieri nel 2004. In caso contrario, un certo numero di norvegesi di origine immigrata hanno contratto matrimoni

matrimoni con stranieri provenienti da paesi europei e dagli Stati Uniti. Se aumenti l'età dei coniugi a 24 anni, vedrai che nel 576 ci sono stati 2004 matrimoni tra norvegesi di origine immigrata e stranieri.

La Thailandia è in cima alle statistiche dei paesi da cui i norvegesi si sposano, ma è principalmente per gli uomini di etnia norvegese. Dal 1990 al 2005, 4353 donne tailandesi sono venute in Norvegia, di tutte le età. Nello stesso periodo, 3920 coniugi sono venuti in Norvegia dal Pakistan, quindi principalmente norvegesi con lo stesso background nazionale.

Non è chiaro se qualcuno di questi matrimoni, e in caso affermativo quanti, sia avvenuto sotto costrizione. Akhtar Chaudhry di SV ritiene che le cifre dimostrino che una misura come un limite di età non è importante e che alcuni hanno cercato di presentarla come se l'importazione di giovani spose nelle comunità di immigrati fosse un grosso problema.

- Alcuni vogliono presentare un'immagine falsa, i numeri vengono ingannati in molti campi nel dibattito sull'immigrazione. Non è la prima volta che usano i numeri in modo scorretto, dice Chaudhry, che ritiene importante fare luce su tali numeri per poter discutere nei termini giusti.

La proposta di un limite di età per i matrimoni combinati è molto controversa nel governo, ed è incerto se alla fine sarà inclusa nella nuova legge sull'immigrazione. La legge sarà adottata questa primavera.

È il ministro per l'occupazione e l'inclusione Bjarne Håkon Hanssen che ha presentato la proposta. Interrogato da Ny Tid, afferma che il governo non ha ancora raggiunto una conclusione sulla questione (vedi pagina 10). Chaudhry continua a lavorare contro la proposta per ragioni di principio.

- Alcuni di questi ragazzi e ragazze sono stati sottoposti a matrimoni forzati. Abbiamo sempre lavorato per garantire che nessuno sia costretto al matrimonio e faremo tutto il possibile per garantire che il disturbo scompaia. Ma quando io e SV siamo contrari a questa proposta, è perché divide la società lungo linee razziali.

Come base per il lavoro sul nuovo Immigration Act, Statistics Norway ha preparato il rapporto "Boundless love? Immigrazione familiare e modelli matrimoniali nella Norvegia multiculturale". Lì hanno esaminato i matrimoni nelle comunità di immigrati. La stragrande maggioranza di coloro che vengono in Norvegia e ottengono la residenza sono il risultato del ricongiungimento familiare. In questo gruppo, l'istituzione familiare attraverso il matrimonio è un gruppo numeroso, principalmente matrimoni tra uomini norvegesi e donne straniere.

In Statistics Norway, la sezione per le statistiche sulla popolazione continua a contare su immigrati e matrimoni.

- Questo è qualcosa su cui conteremo di più durante l'anno, spiega Kåre Vassenden a SSB.

Potrebbe piacerti anche