CORONACRISE DI HAITIS: Oggi ad Haiti mancano circa 5900 posti in ospedale per i malati di 19 covidi. Ma il più grande ostacolo è forse quello di convincere la gente che la minaccia della corona è reale.

E-mail: ingvill@prosjekthaiti.org
Pubblicato: 2020-06-05

Il 7 maggio, il ministro degli Esteri di Haiti, Claude Joseph, lo annunciò con orgoglio Haiti è il paese della regione che ha affrontato crisi covid-19 meglio di tutto. Con solo 151 confermati infetti e 12 morti, può quasi suonare bene. Ma Haiti ha testato solo 1142 dal 12 marzo, e i numeri scuri sono potenzialmente enormi. La vicina Repubblica Dominicana ha riferito all'8 maggio 9095 infetti e 373 morti, ma finora ha confrontato oltre 40.

Una baracca nella baraccopoli

L'allarme è scattato il 7 marzo. L'infezione da covid-19 è stata rilevata ad Haiti e l'annuncio della chiusura del Paese ha causato panico tra la gente. Tutte le scuole, università, fabbriche e confini erano chiusi. Le code nei maggiori supermercati sono cresciute rapidamente quel pomeriggio, mentre i prezzi dei beni necessari sono saliti a una velocità record. La carta igienica e le conserve venivano accumulate in grandi SUV, e i proprietari dei negozi ...


Caro lettore. Devi essere abbonato (69 SEK / mese) per leggere altri articoli oggi. Torna domani o accedi se hai un abbonamento.


Chiudi


Abbonamento NOK 195 quarti